Milano, 5 set. (AdnKronos Salute) - Sul fronte vaccini in Italia "siamo in un momento di confusione, perché alcune Regioni e alcuni Comuni stanno attuando la legge Lorenzin, altri invece stanno seguendo l'ultima circolare ministeriale. Ne consegue un comportamento a macchia di leopardo nel Paese e un caos diffuso per le famiglie e le scuole". Lo segnala Sabrina Nardi, vice coordinatrice nazionale del Tribunale per i diritti del malato, in occasione dell'avvio della campagna #rompilatrasmissione, promossa da Cittadinanzattiva-Tdm."Chiediamo che non sia fatto nessun passo indietro sulla certificazione delle vaccinazioni da parte delle Asl - afferma Nardi in una nota - per non scaricare sulle famiglie una responsabilità istituzionale: sarebbe una penalizzazione non solo per i cittadini, ma anche per le realtà che hanno fatto enormi sforzi per mettersi a regime. L'autocertificazione non ci convince - precisa - perché potrebbe essere usata come strumento per aggirare l'obbligo, facendo affidamento su falle nei sistemi di controllo. Qualora fosse utilizzata questa strada, si assicurino i controlli su tutte le autocertificazioni da parte delle Asl anche per evitare la riorganizzazione delle classi che creerebbe ulteriori disagi". "Bene il decreto trasmesso dal ministro alle Regioni sull'istituzione dell'Anagrafe vaccinale nazionale", prosegue Nardi: "Si approvi rapidamente - esorta - per avere certezza delle coperture raggiunte e per facilitare la vita del cittadino nella estrazione dello stato vaccinale individuale completo in tempo reale".

in evidenza
Macigno sul Grande Fratello Vip L'amara scelta di Mediaset

Ma è giallo...

Macigno sul Grande Fratello Vip
L'amara scelta di Mediaset

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Zverev batte Djokovic: a 21 anni è il re delle Atp Finals 2018

Zverev batte Djokovic: a 21 anni è il re delle Atp Finals 2018

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.