A- A+
Sesto San Giovanni
Sesto San Giovanni: sindacati contro Casapound
SCHIAFFO 2 - La Cgil. Sacrosante le proteste per alcune presunte irregolarità sulla gestione dei lavoratori da parte di Amazon. Discutibili i toni violenti utilizzati per descrivere il clima all'interno del centro di smistamento della multinazionale. Che comunque crea lavoro e muove l'economia. Tanto che in altri Paesi le fanno ponti d'oro.

IMPRESE.LAVORO - Milano - La Camera del lavoro di Milano ha fatto sapere che oggi la Cgil sarà in piazza della Resistenza dalle ore 16 fino alle 23 “per testimoniare la partecipazione antifascista e l’opposizione a Casapound. Sarà una lunga e intensa giornata in cui si parlerà di memoria, ma anche di presente e di futuro”. Le sedi di ANPI Sesto San Giovanni Sezione 340 Martiri e Ventimila Leghe, saranno aperte. Gli appuntamenti sono previsti alle ore 18.30, 19.30, 21.30. Ci sarà una fiaccolata. Anche la Uil Milano Lombardia aderisce alla manifestazione antifascista che si svolgerà oggi,a Sesto San Giovanni, in piazza della Resistenza. “Riteniamo fondamentale non abbassare la guardia dinanzi al pericoloso proliferare di formazioni neofasciste non solo in Italia, ma anche in Europa. E’ doveroso, anche per il sindacato, essere in piazza per difendere i valori della democrazia, contro connivenze e indifferenza”, spiega la Uil.

In piazza anche il senatore del Pd Franco Mirabelli: "Oggi pomeriggio saro' in piazza a Sesto San Giovanni, insieme all'Anpi e a tanti cittadini e democratici, per protestare contro il convegno organizzato da CasaPound contro l'Europa. E' una provocazione evidente e inaccettabile quella dei 'fascisti del terzo millennio' che manifestano nella citta' medaglia d'oro della resistenza, offendendo la memoria dei partigiani, dei deportati e delle lotte operaie. Ma la scelta del sindaco di concedere uno spazio comunale a CasaPound e' una offesa ancora piu' grave alla citta' e alla sua storia, perche' viene da chi dovrebbe rappresentarla". Lo scrive su Facebook il senatore del Pd Franco Mirabelli, vicepresidente del gruppo dem al Senato, eletto proprio nel collegio di Sesto San Giovanni. Mirabelli continua: "E il fatto che Di Stefano, il quale da quando si e' insediato lavora per ridurre le liberta', ora si appelli alla liberta' di parola per giustificare questa scelta gravissima, conferma che il suo e' un l'atteggiamento strumentale di chi non ha mai avuto problemi, dalla campagna elettorale in poi, a tenere buoni rapporti con i neofascisti!".

Commenti
    Tags:
    sesto san giovannicasapound
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Prosciutto di San Daniele: le dichiarazioni del Consorzio dopo Report
    di Anna Capuano
    Europa, ormai terra di barbarie senza progresso
    di Diego Fusaro
    Sidecar Cocktail - Ricetta
    di Anna Capuano


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.