A- A+
Senior
I nonni italiani sono sempre più smart: uno su due utilizza i social network

Nonni sempre più “smart”, anche se un po’ meno tecnologici rispetto agli intervistati europei: almeno una volta al mese usano Internet per mandare email – 65% contro la media europea dell’82% - per gestire le proprie finanze (57% Vs 70%), per ascoltare musica e guardare film (54% Vs 44%).

Sono solo alcuni dei dati emersi dall’edizione 2018 del sondaggio “I Senior di oggi in Europa. Sentirsi utili per invecchiare bene” condotto dalla società di ricerca Ipsos per la Fondazione Korian per l’invecchiamento di qualità (Institut du Bien Vieillir Korian).

L’indagine, che ha messo a confronto i dati raccolti in Francia, Italia, Germania e Belgio attraverso le risposte di più di 8 mila intervistati, ha coinvolto un ampio campione di rispondenti di sesso maschile e femminile di età compresa fra i 15 ed i 64 anni e di età superiore ai 64 anni. 

Skype e chat il miglior antidoto alla solitudine 

Più di un over 65 su due (51% vs 50% europeo) accede ai Social Network, fa shopping online (44% Vs 43%), cerca sul Web le informazioni di suo interesse (50% vs 54%) e frequenta siti per documentarsi sul suo stato di salute (43% vs 40%). Infine, un ampio 34% di intervistati – bel al di sopra del 28% europeo - usa Skype o altre applicazioni di messaggistica istantanea per sentirsi meno solo e comunicare con i propri cari. Superiore alla media europea anche la frequenza delle visite ai siti di incontri, che vede i Senior italiani al 10% contro il 6% dei coetanei europei.

Nonni “internauti”: Italia fanalino di coda in Europa 

Nonostante i dati sul rapporto nonni-Web nel nostro Paese siano incoraggianti, il “digital divide” da colmare per essere al passo con i nonni d’Oltralpe è ancora ampio. In base al numero medio di utilizzi di internet su base settimanale il Belgio svetta in cima alla classifica europea dei nonni più connessi (3,7), seguito a brevissima distanza da Germania (3,5), Francia (3,4), e Italia (3,3).
“Oggi l’utilizzo delle piattaforme digitali e dei Social Network, anche attraverso dispositivi mobili come Smartphone e tablet, rappresenta un potente veicolo di inclusione sociale, soprattutto per gli over 60”, commenta Mariuccia Rossini, Amministratore Delegato e Presidente del Gruppo Korian. “Ma non solo: il Web e la comunicazione digitale contribuiscono a mantenere sempre attive la memoria e la sfera emozionale dei Senior grazie alla fruizione interattiva dei contenuti e alla varietà delle informazioni”.

 

 

Note metodologiche: 
L’indagine è stata condotta via internet dal 23 aprile al 15 giugno 2018. Questo rapporto è stato redatto nel rispetto della Norma Internazionale ISO 20252 "Ricerche di mercato, indagini sociali e di opinione".
Il sondaggio ha coinvolto un campione rappresentativo della popolazione di età pari o superiore ai 65 anni in quattro paesi: Francia (1.000 intervistati), Germania (1.002 intervistati), Italia (1.012 intervistati), Belgio (1.011 intervistati).
La survey ha coinvolto, inoltre, anche un campione rappresentativo della popolazione di età compresa tra i 15 e i 64 anni in: Francia (1.000 intervistati), Germania (1.004 intervistati), Italia (1.015 intervistati), Belgio (1.001 intervistati).
Per entrambi i campioni è stato utilizzato il metodo delle quote: sesso, età, regione, professione del capofamiglia.

La scheda - Il Gruppo Korian:

Gruppo Korian è leader europeo nella gestione di Residenze per la terza e quarta età. Korian possiede in Francia, Italia, Belgio e Germania più di 700 Strutture con circa 70.000 posti letto, suddivise in tre aree di attività: Residenze e Appartamenti per Anziani, Centri di Riabilitazione e Assistenza Domiciliare. Il gruppo ha raggiunto un fatturato consolidato di circa 3 miliardi di euro e punta a crescere a livello internazionale soprattutto in Paesi come l’Italia e la Germania, tra i Paesi più longevi al mondo.

Creato nel 2013 su iniziativa del Gruppo Korian, leader europeo dell’invecchiamento attivo, la Fondazione Korian per l’invecchiamento di qualità (Institut du Bien Vieillir Korian) opera con una doppia missione: favorire la consapevolezza dell’opinione pubblica sulla senilità e veicolare la conoscenza delle sfide che accompagnano l’avanzamento dell'età ed il mantenimento della buona qualità di vita nell’interesse della collettività. L’Istituto svolge una costante campagna di sensibilizzazione per l’invecchiamento attivo e si avvale di un team di professionisti qualificati che comprende medici, professionisti, sociologi, giornalisti, designer, responsabili di associazioni. L’Istituto conduce, inoltre, studi sociali e ricerche applicate sul vissuto e la percezione della felicità per fornire soluzioni specifiche alle esigenze degli anziani, ai loro parenti ed ai professionisti.

 

Commenti
    Tags:
    ipsos; korian; over 65
    in evidenza
    Emma Marrone: "Mi devo fermare Ho un problema di salute"

    Spettacoli

    Emma Marrone: "Mi devo fermare
    Ho un problema di salute"

    i più visti
    in vetrina
    Donne infedeli? A Milano la mostra curata da Sgarbi "Così fan tutte"

    Donne infedeli? A Milano la mostra curata da Sgarbi "Così fan tutte"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Iniziano le prevendite della nuova Audi A1 citycarver

    Iniziano le prevendite della nuova Audi A1 citycarver


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.