A- A+
Sport
Astori funerali: Firenze in lutto piange il capitano viola
Firenze piange Davide Astori (foto Lapresse)

Astori funerali: Firenze in lutto piange il capitano viola

Esposizione sugli edifici pubblici della bandiera della città abbrunata o a mezz'asta e segni di lutto sui mezzi di trasporto pubblico e sui veicoli di servizio pubblico: così oggi a Firenze in segno di lutto cittadino, proclamato dal sindaco Dario Nardella in occasione dei funerali del capitano della Fiorentina Davide Astori, che si terranno questa mattina, alle ore 10, nella Basilica di Santa Croce. Nell'ordinanza il sindaco Nardella invita ad osservare nei luoghi di lavoro un minuto di silenzio e raccoglimento alle ore 13 (numero della maglia indossata da Astori) e ad osservare nelle scuole un minuto di silenzio e raccoglimento, dove possibile, sempre alle ore 13 e comunque nella mattina di oggi. Inoltre, Nardella invita gli esercizi commerciali ad abbassare le saracinesche per 10 minuti dalle 13 alle 13.10 e le scuole a promuovere, in accordo con le autorità scolastiche competenti, autonomi momenti di riflessione e di approfondimento sul tema del valore dello sport e del calcio in particolare.

Astori funerali a Firenze, li celebra il cardinale Betori

Il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, celebra i funerali di Davide Astori nella Basilica di Santa Croce. La presenza dell'arcivescovo è stata richiesta dai vertici della società della Fiorentina e dal Comune. Alla messa funebre interverranno in prima fila i giocatori della Fiorentina e i vertici della società viola, il sindaco Dario Nardella e l'assessore regionale allo sport Stefania Saccardi. Saccardi, accompagnata dal Gonfalone della Regione, esprimerà il cordoglio del presidente Enrico Rossi e della giunta regionale alla famiglia dell'atleta e alla squadra di calcio della Fiorentina. Sono attese numerose delegazioni di società calcistiche di serie A. Fino a ieri sera alle ore 22,30 migliaia di cittadini hanno reso omaggio a Davide Astori recandosi per l'ultimo saluto alla camera ardente allestita nel Centro tecnico federale di Coverciano.

Astori, maglia numero 13 sulla bara. Folla commossa a Coverciano

La maglia viola numero 13 è stata appoggiata sopra la bara di Davide Astori nella camera ardente allestita al centro della palestra del Centro tecnico federale di Coverciano. Dalle 16,30 di oggi tifosi e sportivi hanno iniziato a sfilare davanti alla salma del capitano della Fiorentina per l'ultimo saluto. Per decisione della Fiorentina e del Cagliari la maglia numero 13 è stata ritirata e non sarà più indossata da nessun giocatore delle due squadre.

Astori, abbraccio Viola a Coverciano. Aperta camera ardente

Aperta al Centro tecnico federale di Coverciano la camera ardente di Davide Astori. La salma del capitano della Fiorentina è arrivata da Udine a Firenze poco prima delle 15,30. Già molte le persone in fila in attesa di dare l'ultimo saluto ad Astori. La salma di Davide Astori è stata accolta dai giocatori della Fiorentina, dai tecnici e dai dirigenti della società viola che erano già all'interno del Centro tecnico federale di Coverciano. E' arrivato anche l'ex capitano Manuel Pasqual, ora all'Empoli. Tra i tanti tifosi e sportivi già in fila, c'è anche il padre di Federico Bernardeschi, legato al padre di Astori da grande amicizia. Poco prima dell'apertura al pubblico della camera ardente, è arrivato a Coverciano il direttore generale della Figc Michele Uva.

Astori, Gattuso: "Era maturo già a 16 anni quando mi chiedeva..."

Gattuso parla di Davide Astori che conosce dai tempi in cui l'ex capitano della Fiorentina giocava nella primavera del Milan. «Difficile da spiegare come ho vissuto gli ultimi giorni. Lui aveva 16 anni, mi ricordo. Ce lo siamo detti anche quando l’ho incontrato a Firenze, mi chiedeva sempre il permesso per usare la palestra. Lui era giovane, io gli dicevo che non mi doveva chiedere nulla. Era di un’umiltà incredibile. Mancherà a tutti noi, bisogna ricordarlo e siccome si dice sempre che i giovani sono cambiati, lui era impeccabile su questo. Era già vecchio, maturo a 16 anni. Questo era Davide Astori».

Astori morto di bradiaritmia. Ecco cos'è la bradiaritmia

Davide Astori è morto di bradiaritmia. Molti si sono chiesti cosa sia esattamente: «Nei soggetti giovani le bradiaritmie sono un fenomeno eccezionale, generalmente causate da patologie organiche o genetiche non sempre intercettate. Quando il cuore rallenta possono verificarsi pause di alcuni secondi, e poi riprende il battito, oppure il cuore rallenta fino a fermarsi. La bradiaritmia si manifesta con capogiri o svenimenti» spiega il dottor Patrizio Mazzone, cardiologo dell’unità di aritmologia ed elettrofisiologia cardiaca all’ospedale San Raffaele di Milano, come riporta il Corsera.

Astori morto di bradiaritmia. Autopsia, cause naturali. Nulla osta per sepoltura

Davide Astori, il capitano della Fiorentina Calcio trovato privo di vita nella stanza dell'Hotel La' di Moret di Udine, e' deceduto per "morte cardiaca senza evidenze macroscopiche, verosimilmente su base bradiaritmica" dunque probabilmente per cause naturali, come se il cuore avesse rallentato sino poi a fermarsi. E' il primo responso dell'autopsia eseguita dal direttore Centro di patologia vascolare dell'Universita' di Padova, Gaetano Thiene, e dall'anatomopatologo, professore di medicina legale all'Universita' di Udine, Carlo Moreschi. A renderlo noto, oggi pomeriggio, al termine dell'accertamento, e' stato il procuratore di Udine, Antonio De Nicolo, che ha comunicato anche la decisione del sostituto Barbara Loffredo di concedere il nulla osta alla sepoltura del calciatore. Poco dopo l'autopsia la Procura ha firmato il nulla osta per la restituzione della salma ai familiari.

Astori autopsia, fratello di Davide nomina perito

Marco, uno dei due fratelli maggiori di Davide Astori, ha nominato un proprio consulente per assistere all'autopsia dell'ex capitano della Fiorentina morto domenica a Udine. "Il senso della nostra presenza è avere un interlocutore che aiutasse la famiglia a capire cosa sta succedendo, a capire cosa è successo per elaborare il lutto", ha spiegato l'avvocato Virio Nuzzolese dello studio Campeis presente al conferimento dell'incarico per conto del legale della famiglia Astori, l'avvocato Francesco Zonca di Bergamo. "L'auspicio della famiglia è che venga archiviata l'inchiesta il prima possibile per una tragica fatalità, imprevedibile, inevitabile e ineluttabile".

Astori, omaggio commovente dei giocatori della Fiorentina al Franchi

L'intera rosa dei calciatori della Fiorentina, lo staff tecnico e medico gigliato ed i dirigenti viola Giancarlo Antognoni e Pantaleo Corvino si sono recati a rendere omaggio a Davide Astori davanti ad una delle cancellate del Franchi. La delegazione ha posato due maglie ufficiali di Davide Astori, un cartellone con una foto in gigantografia del capitano viola ed una rosa bianca, raccogliendosi in un minuto di silenzio e di preghiera, rotto poi da un applauso. Calciatori, staff e dirigenti viola avevano raggiunto uno degli ingressi della tribuna centrale del Franchi partendo tutti insieme a piedi dal centro sportivo. Molti calciatori si sono commossi nel compiere questo gesto in ricordo del capitano e il nuovo capitano Milan Badelj si e' incaricato dalla posa su una delle cancellate del Franchi della rosa bianca in omaggio a Davide Astori.

Astori autopsia a Udine: assiste consulente della famiglia

Astori, autopsia a Udine all'ospedale del capoluogo friulano sul corpo del calciatore della Fiorentina. L'esame autoptico è stato affidato al professor Carlo Moreschi, docente di Medicina legale all'Università di Udine, e al professor Gaetano Thiene, direttore del Centro di patologia vascolare dell'ateneo di Padova. La Procura di Udine ha respinto la richiesta della Fiorentina per la presenza di un proprio consulente all'autopsia, alla quale invece assiste un consulente della famiglia Astori.

Astori, maglia numero 13: boom di vendite. Fiorentina torna al lavoro

Si sono ritrovati entro le 12:30, orario in cui era fissato il pranzo, all'interno del centro sportivo gigliato in zona stadio 'Franchi', staff tecnico e giocatori della Fiorentina che nel primo pomeriggio di oggi riprendera' ad allenarsi in vista della ripresa del campionato, dopo la scomparsa due giorni fa ad Udine del difensore Davide Astori, che vedra' la Fiorentina impegnata in casa domenica prossima contro il Benevento. Fra i primi a raggiungere il centro sportivo viola sono stati il tecnico Stefano Pioli ed i calciatori Saponara e Sportiello. Visi tristi ed ancora scossi dal lutto che ha colpito il mondo gigliato, i giocatori gigliati, contrariamente a quanto era filtrato nella serata di ieri, non saranno seguiti da uno psicologo che li aiuti ad affrontare queste ore difficile mentre e' molto probabile che prima che nel pomeriggio riprendano a lavorare sul campo, il tecnico Stefano Pioli voglia parlare alla sua rosa al completo. Presenti all'interno del centro sportivo gigliato quest'oggi anche il direttore generale dell'area tecnica viola, Pantaleo Corvino ed il club manager, Giancarlo Antognoni. Per la giornata di domani e' prevista l'apertura della camera ardente al centro tecnico di Coverciano per dare l'ultimo saluto a Davide Astori, con i funerali del capitano viola che si terranno invece giovedi' mattina a partire dalle ore 10 alla Basilica di Santa Croce a Firenze. Nel frattempo e' boom d'acquisti negli store ufficiali della Fiorentina della maglia numero 13 indossata proprio da Astori nella sua avventura con la squadra viola, e continua in queste ore la lunga processione di tifosi che si soffermano davanti all'ingresso della tribuna centrale dello stadio 'Franchi' di Firenze per lasciare mazzi di fiori, biglietti e striscioni in ricordo del difensore classe '87 bergamasco.

Astori, Fiorentina e Cagliari ritirano la maglia numero 13

Fiorentina e Cagliari hanno ritirato la maglia numero 13 in memoria di Davide Astori (che ha sempre indossato questo numero): "Per onorarne la memoria e rendere indelebile il ricordo", si legge sul profilo Twitter dei due club. E' la prima iniziativa presa in ricordo del capitano viola scomparso domenica. Astori aveva giocato per oltre 5 anni con il club sardo, per poi passare, dopo una parentesi nella Roma, alla Fiorentina nel 2015.

Astori, Malagò si scusa: "Rinnovo fake news, Fiorentina sosterrà certamente la famiglia"

“Devo fare una precisazione importante in merito ad un presunto rinnovo del contratto di Astori. Era una notizia priva di fondamento, una fake news ripresa da un’agenzia. La Fiorentina farà certamente qualcosa e sosterrà la famiglia, che in questo momento però merita soprattutto rispetto e silenzio. La Fiorentina vuole giustamente prendersi il tempo giusto per decidere cosa fare”. Lo ha detto Giovanni Malagò in collegamento a Tiki Taka. Una precisisazione dopo che il presidente del Coni aveva dato l'annuncio in questione al termine della riunione di Lega Serie A.

ASTORI, FIORENTINA: "ORA SILENZIO E RISPETTO DA PARTE DI TUTTI"

Questo l'ultimo comunicato sul sito della Fiorentina: "La Fiorentina, ancora sotto shock per il drammatico momento, chiede silenzio e rispetto, da parte di tutti". Con una breve nota sui propri canali ufficiali, la società viola ha voluto replicare alle tante ed incontrollate voci - tra cui anche quella del presidente del Coni Malagò - che per tutto il giorno si sono rincorse riguardo a eventuali iniziative in ricordo di Davide Astori ed a sostegno della sua famiglia. Iniziative che, fanno sapere dal club viola, saranno valutate prossimamente in accordo con i familiari di Davide Astori scomparso improvvisamente nella notte tra sabato e domenica.

Astori, Dani Alves: "Tutti di passaggio. Muoiono pure i bambini"

"Siamo tutti vicini alla famiglia di Davide, che ora e' in un mondo migliore. Ma nel mondo ci sono milioni di bambini che muoiono per tanti problemi, per fame, e non ricevono cosi' tanta attenzione. Siamo qui di passaggio e quando l'ora arriva, arriva". Cosi' Dani Alves sulla morte improvvisa del difensore della Fiorentina, Davide Astori. "Siamo molto tristi per la sua famiglia, siamo tristi perche' e' un collega ma senza dubbio non quanto i suoi familiari", ha aggiunto il laterale brasiliano in conferenza stampa alla vigilia del retour match degli ottavi di Champions League tra Psg e Real Madrid.

Astori, Uefa: un minuto di silenzio in Champions ed Europa League

"Prima di ogni gara di Champions League ed Europa League in programma questa settimana verrà osservato un minuto di silenzio in ricordo di Davide Astori". Lo ha annunciato l'Uefa su Twitter.

Astori: applauso per capitano viola prima di riunione Lega A

Un lungo applauso dedicato a Davide Astori dai dirigenti all'inizio della riunione fra i club di Serie A e il commissario Giovanni Malago'. La Fiorentina ha ringraziato le societa' e la Lega per la vicinanza mostrata dopo la morte del capitano viola, che ha portato al rinvio di tutte le partite in programma ieri.

Astori: funerali giovedì a Firenze in Santa Croce. Camera ardente a Coverciano

I funerali di Davide Astori si svolgeranno giovedì 8 marzo alle 10 a Firenze, nella Basilica di Santa Croce: la decisone e' stata presa dalla Fiorentina con la famiglia del capitano viola morto l'altra notte, mentre era in ritiro con i compagni a Udine. La camera ardente per l'ultimo saluto a Astori sara' allestita al centro tecnico di Coverciano mercoledi' 7 marzo, il giorno dopo l'autopsia a Udine.

Astori, Saponara distrutto: "Capitano mio capitano"

Astori, il ricordo toccante di Saponara: "Capitano, mio capitano". Il post del trequartista della Fiorentina su Instagram: "O capitano, mio capitano. Perché non sei sceso a fare colazione insieme a tutti noi?
Perché non sei passato a riprendere le tue scarpe fuori dalla camera di Marco e non sei venuto a bere la tua solita spremuta d'arancia? Ora ci diranno che la vita scorre, che lo sguardo va puntato in avanti e dovremo rialzarci, ma che sapore avrà la tua assenza? Chi arriverà ogni mattina in mensa a riscaldare l'ambiente con il proprio sorriso? Chi ci chiederà incuriosito ciò che abbiamo fatto la sera precedente per riderci su? Chi sgriderà i più giovani e chi responsabilizzerà i più esperti? Chi formerà il cerchio per giocare a "due tocchi" o chi farà ammattire Marco alla play? Con chi dibatteremo sulle puntate di Masterchef, i ristoranti fiorentini, le serie TV o le partite disputate?"

ASTORI AUTOPSIA MARTEDI'

Si svolgerà martedì mattina l'autopsia sul corpo di Davide Astori, per cercare di fare chiarezza sulle cause della morte nel sonno L'esame verrà affidato al medico legale Carlo Moreschi e all'anatomopatologo Gaetano Thiene, dell'Università di Padova.

Astori, la procura apre fascicolo per omicidio colposo

"Abbiamo aperto un procedimento penale con ipotesi di omicidio colposo, allo stato attuale a carico di ignoti, e abbiamo disposto l`autopsia che verrà eseguita prossimamente". Lo ha detto il procuratore capo di Udine Antonio de Ni'colo, ai microfoni del Giornale Radio Rai sulla morte del capitano della Fiorentina Davide Astori.  "E' un dovere accertare se la morte di Astori è avvenuta per tragica fatalità o se qualcuno avrebbe dovuto percepire qualcosa - ha detto il Procuratore di Udine, Antonio De Nicolo, sottolineando che "in questo momento non c'è nessuna responsabilità di qualcuno, che ci sembra potrebbe rispondere di qualcosa". L'avvio di questa procedura giudiziaria "ci permette di individuare responsabilità se ci sono in chi lo seguiva".

Astori: Figc, tutte le squadre azzurre con lutto al braccio

"Tutte le squadre azzurre impegnate in questi giorni scenderanno in campo con il lutto al braccio ed osserveranno un minuto di raccoglimento per onorare la memoria di Davide Astori, il calciatore della Nazionale e capitano della Fiorentina deceduto ieri a Udine". Lo comunica la Federazione Italiana Giuoco Calcio che dedica anche la copertina del suo sito al calciatore scomparso con una immagine che lo ritrae in maglia azzurra. "La prima e' la Nazionale Femminile che giochera' oggi la terza gara del torneo "Cyprus Cup" contro la Finlandia e mercoledi' 7 sara' impegnata nella finale della manifestazione. Stesso discorso - spiega ancora la nota - per la Nazionale Femminile Under 19 (che gia' nella gara di ieri contro la Norvegia ha giocato con il lutto al braccio ed osservato un minuto di raccoglimento), che scendera' in campo domani contro l'Olanda al Torneo di La Manga e per la Nazionale maschile Under 17 che invece esordira' mercoledi' nella Fase Elite del Campionato Europeo contro la Turchia, in programma in Olanda. Anche nei 36 Centri Federali Territoriali attivi in tutto il territorio italiano verra' osservato un minuto di silenzio. I ragazzi e le ragazze convocate saranno inoltre coinvolti in un incontro di riflessione sull'accaduto per ricordare il calciatore azzurro e il suo percorso di crescita dalle giovanili del Milan fino alla maglia della Nazionale, con la quale ha esordito il 29 marzo 2011 nell'amichevole Ucraina-Italia (0-2) e collezionato 14 presenze. A Firenze, dove e' stato indetto il lutto cittadino, l'attivita' e' sospesa". Infine, aggiunge la Figc, "bandiere a mezz'asta a Coverciano, la casa che ospita tutte le squadre azzurre e dove Davide Astori ha vissuto i giorni di ritiro con la Nazionale maggiore, e nella sede della FIGC a Roma".

Milan-Inter rinviata dopo la morte di Astori: la telefonata Bonucci-Ranocchia

Lo shock per la morte di Davide Astori ha colpito tutto il mondo del calcio. La serie A ha deciso di rinviare le partite di domenica, ma ancora prima che arrivasse questa decisione Leonardo Bonucci e Andrea Ranocchia, che con Astori hanno condiviso diverse convocazioni con la maglia della Nazionale, si era sentiti al telefono  trovandosi d'accordo sul fatto che il derby Milan-Inter non si dovesse disputare. La chiamata del capitano rossonero al difensore nerazzurro aveva già portato alla scelta definitiva delle due squadre. In entrambe le squadre ci sono diversi giocatori che con Astori hanno condiviso momenti della loro carriera: nel Milan Montolivo e soprattutto Antonelli (che ha giocato nelle giovanili rossonere), mentre nell'Inter Vecino che Borja Valero, fino all'anno scorso compagni di squadra del difensore alla Fiorentina.

Astori, le ultime ore: Playstation e whatsapp con Sportiello

Davide Astori ha passato le ultime ore facendo qualche partita alla Playstation nell'albergo Là di Moret a Udine (dove la Fiorentina era in ritiro per il match contro le zebrette). Poi l'ultimo messaggio whatsapp alle 23:34 con Sportiello. "Hai dimenticato le scarpe da me", gli ha scritto il portiere. "Grazie, le scarpe non mi servono. Le prendo domattina prima di colazione", la risposta di Astori. Ma purtroppo non ha mai potuto prendere quelle scarpe. Poco dopo le 9:30 la tragica scoperta del corpo senza vita di Davide Astori.. E' stato trovato steso sul fianco sotto le coperte nel suo letto una piazza e mezzo. Sul comodino del difensore c'era solo il cellulare e niente acqua. Un segno per investigatori che è andato a letto sereno.

Astori morto, medico del Napoli: “Ci sono patologie silenti su cui si può far poco”

“Quello che è successo ad Astori deve dare uno stimolo a noi medici per capire e prevenire queste cose. Tutto questo si fa investendo sulla ricerca e prevenzione, noi in Italia siamo all’avanguardia sulle morti improvvise. Non so nello specifico cosa sia accaduto al ragazzo, sto parlando in generale. In Italia ci sono leggi severe: non si può fare attavità sportiva senza idoneità agonistica. La visita è fondamentale perché porta alla conoscenza di eventuali cause circolatorie. La legge dice che vanno fatti ogni anno che consiste prova da sforzo, elettrocardiogramma, ecocardiogramma e altro. E’ durissimo apprendere per noi classe medica di queste situazioni perchè parliamo di prevenzione, evidentemente dobbiamo cercare didare di più sotto questo punto di vista. Ci sono alcune patologie, come quella di Morosini, dette miocarditi batteriche che sono silenti e non risultano dagli esami di rito. Non si riescono ancora a prevederli”, le parole a Premium Sport del medico sociale del Napoli, Alfonso De Nicola.

ASTORI MORTO. MALAGO': SONO SCONVOLTO. GIUSTO RINVIARE LA SERIE A

"Sono sconvolto. È una notizia che mi ha scioccato". Il commissario straordinario della Lega Serie A Giovanni Malagò ha commentato la tragedia di Astori. "Quando mi ha chiamato la Fiorentina per raccontarmi l'assurda tragedia che ha colpito Davide Astori - ha proseguito - sono rimasto allibito e senza parole. Sono stato assalito da mille pensieri, riflettuto a lungo sul dramma di un ragazzo che nel pieno della sua maturità sportiva ed agonistica scompare in una stanza d'albergo a poche ore da una partita di campionato". Sul rinvio della giornata di Serie A. "Sono vicino alla compagna Francesca, con cui Davide ha avuto una bambina che ora ha due anni. Il nostro mondo è profondamente colpito da quanto successo. Le parole stanno a zero, la decisione di rinviare la giornata è quella giusta. Molti di voi mi hanno chiamato in queste ore chiedendo di intervenire. Anche per non favorire qualcuno rispetto ad un altro. Cosi ho deciso di confrontarmi con il mondo sportivo e del calcio. Davide Astori era patrimonio del calcio e sportivo ed era un giocatore della Nazionale. Abbiamo saputo del lutto poco dopo le dieci. Poi abbiamo atteso un'ora circa per fare comunicazioni ufficiali, perché si dovevano avvisare prima i parenti. Rinvio a quando? Domani avremo una riunione in Lega con i presidenti delle società, credo sia importante incontrarci: a seguire da questa decisione, che tutti i presidenti hanno condiviso, ci sono ipotesi che già esistono per recuperare il turno di campionato. C'è qualche società che ha un calendario estremamente fitto, qualcuno ha espresso l'opinione di far slittare la fine del campionato visto che l'Italia non va ai Mondiali, ma mi devo confrontare, vedremo".


DAVIDE ASTORI E' MORTO. ADDIO AL CAPITANO DELLA FIORENTINA. LA SERIE A SI FERMA


Tragedia calcio italiano. Davide Astori, 31enne capitano della Fiorentina e difensore della Nazionale, è stato trovato morto questa mattina in un albergo di Udine ('Là di Moret') dove si trovava con la squadra per la partita di oggi contro la formazione friulana. A causare il decesso sarebbe stato un infarto. Astori lascia la compagna, Francesca Fioretti, e una figlia, Vittoria, di due anni. In segno di lutto è stata rinviata a data da destinarsi tutta la giornata di campionato.

"La Fiorentina profondamente sconvolta si trova costretta a comunicare che è scomparso il suo capitano Davide Astori, colto da malore. Per la terribile e delicata situazione,  e soprattutto per rispetto della sua famiglia si fa appello alla sensibilità degli addetti ai lavori", si legge nella nota.

"Sono sconvolto. E' una notizia che mi ha choccato. Quando questa mattina mi ha chiamato la Fiorentina per raccontarmi l'assurda tragedia che ha colpito Davide Astori, sono rimasto allibito e senza parole" ha detto Giovanni Malagò, Commissario Straordinario della Lega Serie A e presidente del Coni. "Sono stato assalito da mille pensieri, riflettuto a lungo sul dramma di un ragazzo che nel pieno della sua maturità sportiva ed agonistica scompare in una stanza d'albergo a poche ore da una partita di campionato. L'improvvisa scomparsa di Astori deve ancora una volta porre l'accento sulle necessità di controlli fisici assidui e costanti non solo per il calcio professionistico ma nello sport in generale. Oggi è un giorno triste per il nostro mondo. Alla famiglia di Astori, ai suoi cari e alla Fiorentina rivolgo i sentimenti più vivi di condoglianze da parte di tutto lo sport italiano".

Astori, la consacrazione nel Cagliari, poi Nazionale e Fiorentina

Davide Astori, 31 anni, difensore della Nazionale e capitano dell'Udinese, era nato a San Giovanni Bianco, in provincia di Bergamo, il 7 gennaio del 1987, Difensore centrale mancino, era dotato di una buona tecnica di base che gli consentiva di far partire l'azione di gioco dalla difesa. Ha iniziato a giocare nel Ponte San Pietro, squadra satellite del Milan nelle cui fila ha giocato dal 2001 al 2006. E' al Cagliari, dal 2008, che trova la sua consacrazione. Nella formazione isolana giocherà fino al 2014 collezionando 174 presenze e tre reti. A Roma dal 2014, passa poi alla Fiorentina nel 2015 dove si impone al punto da conquistare la fascia da capitano nella stagione in corso dopo la partenza di Gonzalo Rodriguez. In Nazionale esordisce nel 2011 a 24 anni nell'amichevole Ucraina-Italia sostituendo Giorgio Chiellini. Partecipa in Brasile alla Confederations Cup nel 2013 chiamato da Prandelli e segna anche un gol nella finale per il terzo posto vinta contro l'Uruguay. Si tratta del primo gol di un giocatore del Cagliari dopo quaranta anni. L'ultimo era stato Gigi Riva nel 1973. In maglia azzurra ha collezionato quattordici presenze con un gol.

Tags:
fiorentina astori morto
in vetrina
Milan, sanzione Uefa: multa, rosa limitata e... IBRAHIMOVIC, SI RIAPRE

Milan, sanzione Uefa: multa, rosa limitata e... IBRAHIMOVIC, SI RIAPRE

i più visti
in evidenza
Icardi-Inter, ecco la svolta Wanda fa l'annuncio sul futuro

Inter News

Icardi-Inter, ecco la svolta
Wanda fa l'annuncio sul futuro

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nissan: la mobilità del futuro, sempre più sostenibile, autonoma e connessa

Nissan: la mobilità del futuro, sempre più sostenibile, autonoma e connessa

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.