MotogGp/ Valentino Rossi vince a Indianapolis. Pagelle: Stoner da 6-

Lunedì, 15 settembre 2008 - 15:15:00

DUCATI, UFFICIALE L'INGAGGIO DI HAYDEN


Sport Affaritaliani
CALCIOMERCATO , RUMORS, SEXY ATLETE E INDISCREZIONI, TUTTE LE NEWS DI SPORT: CLICCA QUI

Ufficiale: Hayden è della Ducati. Kentucky Kid debutterà sulla Desmosedici GP9 il 27 ottobre, durante i test successivi al GP di Valencia. Il 27enne arriva in Italia dopo aver gareggiato per sei anni con la Honda (iniziò come secondo pilota al fianco di Valentino Rossi) ed aver conquistato il titolo di Campione del mondo nel 2006. "Siamo molto felici di avere Nicky con noi, ha dichiarato Claudio Domenicali, amministratore delegato di Ducati Corse. Che aggiunge: "Siamo certi che la sua attitudine a 'non mollare ma', il suo stile di guida ed il suo carattere siano un valore aggiunto per la squadra 2009. Un grazie alla HRC che ha acconsentito a che Nicky potesse iniziare i test con la nostra moto subito dopo il gp di Valencia". Domenicali ha dato una carezza a Marco Melandri che si è accordato con la Kawasaki dopo una stagione disastrosa in Ducati: "Vorrei ringraziarlo per la professionalità che ha dimostrato in un anno difficile, molto al di sotto delle aspettative. Purtroppo il suo feeling con la Desmosedici non è mai stato tale da consentirgli di guidare come sa fare. Gli auguriamo un futuro ancora ricco di soddisfazioni".

INDIANAPOLIS, IL VOLO DI VALENTINO ROSSI

Di Fabrizio Gerolla

Valentino Rossi è ancora una volta il più forte. Più forte anche dell’uragano Ike che cerca di rovinare la festa del Dottore che a Indianapolis cala il poker di vittorie. Dopo la solita bagarre iniziale la lotta si sposta sul duo Rossi-Hayden sino a quando Vale decide di lasciare sul posto il pilota americano. La gara viene sospesa a sei giri dal termine con Valentino in prima posizione solitaria per la pioggia battente e il vento che soffiando troppo forte diventa un pericolo per i piloti in pista. Alle spalle di Rossi Hayden seguito da Lorenzo e Stoner. Con questo successo Valentino è ad un passo dal suo ottavo titolo mondiale. Prossimo appuntamento tra due settimane sul circuito giapponese di Motegi, dove a Vale basterà salire sul podio per avere la matematica certezza di aver conquistato il titolo. Un precedente nipponico è negativo per lui: nel 2005 ebbe un match point simile e finì per terra insieme a Melandri. Tre anni dopo si può mettere a posto anche questa statistica. Intanto il pesarese si gode un altro primato: con la vittoria a Indianapolis ha vinto su tutte le piste in cui ha corso.


Valentino Rossi dice... 69

LE PAGELLE DI INDIANAPOLIS

ROSSI Voto 9

Sfida la pioggia e il vento e domina ad Indianapolis. A quattro gare dal termine, mette tra se e Stoner 87 punti. Il divario è cosi netto che per vincere il suo ottavo titolo potrà scendere in pista anche con lo scooter con cui solitamente gira nel paddock. Con questa vittoria sono 69 i successi di Valentino in Motogp, nuovo record assoluto della classe regina. Rossi saluta e svernicia anche il mitico Giacomo Agostini al palo a quota 68 e dedica il Gp degli Stati Uniti al nonno morto poco prima della gara.

HAYDEN Voto 7.5

Il pilota a stelle e strisce sente l’aria di casa e ritrova di colpo lo smalto di un tempo. Parte bene, supera i big e si mette in testa alla gara sino a quando le gomme lo assistono. Cede il passo solo a super Rossi e nel finale è aiutato dalla bandiera rossa proprio mentre Lorenzo stava piombando su di lui come un falco.

LORENZO Voto 7

La Yamaha va davvero forte anche tra le mani del giovane pilota spagnolo. Dopo il via supera Rossi che però, un paio di giri dopo, gli ricorda chi è la prima guida del team giapponese. Guida con grande attenzione sulla pista via via sempre più scivolosa stando attento a non incorrere nell’ennesimo ruzzolone e quando è in procinto di passare in seconda posizione viene fermato dalla bandiera rossa per una terza piazza che per lui vale quasi quanto una vittoria.

STONER Voto 6-

Da un pilota che sta combattendo per il titolo mondiale ci si aspetta qualche cosa in più. Parte bene poi la sua Ducati non sembra gradire l’asfalto saponetta di Indianapolis e Casey è costretto a non spingere troppo sull’acceleratore per non finire per terra. La matematica non lo condanna ancora ma Stoner sa benissimo che il mondiale è finito già da un paio di gran premi. A Motegi vincere potrebbe non bastare più.

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA