A- A+
Sport
Homar Leuci punta a riportare il record di apnea in Italia dopo Pellizzari

Homar Leuci punta a riportare il record di apnea in Italia dopo Pellizzari

A 17 anni dal record mondiale di Umberto Pellizzari (-131m) in assetto variabile, un altro italiano è pronto a tentare l’impresa: Homar Leuci. L’apneista milanese sfiderà, infatti, il nuovo record italiano e internazionale di massima profondità di -131m in assetto costante (CWT, con monopinna).

Homar Leuci  a Sharm el-Sheikh per il record di apnea

L’impresa è in programma a Sharm el-Sheikh dal 22 al 29 giugno e teatro dell’evento sarà il Freediving World Apnea Center, la struttura dove Homar sosterrà anche gli allenamenti di preparazione.Il record sarà tentato alla presenza di AIDA (Association for Development of Apnea), l'Associazione internazionale che regolamenta le competizioni di apnea e la registrazione dei record mondiali.  

Homar Leuci, classe ’76, è il più grande apneista italiano in attività. Ha raggiunto il suo primo record di apnea in piscina dinamica nel 2004 e da allora non si è più fermato. A oggi ha stabilito 28 record in tutte le discipline, conquistando 7 record mondiali e 19 italiani, stabilendo 2 Guinness World Record. Inoltre ha conquistato 10 titoli italiani e 4 internazionali tra cui l’oro al Campionato Mondiale di apnea profonda nel 2016.

Homar Leuci a caccia del recor di apnea in assetto costante. VIDEO

Alla vigilia della partenza per Sharm el-Sheikh, dove si recherà un po’ di tempo prima per allenarsi e concentrarsi prima del tentativo di record, Homar ha lanciato un progetto di crowdfunding sulla piattaforma “Produzioni dal Basso” per sostenere la sua impresa: “Nella mia vita ho superato tanti limiti per fare immersioni. E l’amore per l’apnea mi ha sempre ripagato. Ho raggiunto tanti obiettivi e continuo a lavorare per questo sport in cui ho riconosciuto me stesso e tutto quello che voglio essere. Ma per conquistare il mio prossimo traguardo ho bisogno del sostegno di tutti quelli che amano questa disciplina o che scopriranno la sua bellezza per la prima volta” -  Ha commentato l’apneista che oggi è un libero professionista e da qualche anno non fa più parte di FIPSAS (Federazione Sportiva e Attività Subacquee).

La scelta di Homar di non far parte di FIPSAS, da un lato gli ha permesso di sperimentare un percorso di crescita diverso, dall’altro, gli ha imposto di farsi carico personalmente di tutte le attività e le spese legate all’apnea: “L’obiettivo più grande – continua Leuci- è quello di riportare il record del mondo di apnea in Italia. Per questo ogni singola donazione sarà una “boccata di ossigeno” e un'opportunità in più per raggiungerlo, tutti insieme. Se riuscirò nell’impresa, infatti, la mia vittoria non sarà solo mia ma di tutti quelli che avranno contribuito a realizzare il mio sogno. Ringrazio tutti in anticipo… dal profondo”.

Chi è Homar Leuci

Homar Leuci
 

La storia personale di Homar rende questi traguardi ancora più speciali. Appassionato di sport fin da ragazzo, scopre la passione per l’apnea più avanti, all’età di 27 anni. Così nel 2003 inizia a fare immersioni, superando vari limiti che gli suggerivano di non intraprendere la strada dell’agonismo: da bambino aveva una patologia del timpano, essere nato in una città come Milano non gli ha permesso di allenarsi costantemente al mare. Nel frattempo si laurea in Economia e Commercio all’Università Cattolica del Sacro Cuore. A dispetto di tutti e tutto la sua carriera agonistica parte subito forte, a suon di primati nell'apnea nazionale prima e mondiale poi. Il primo record italiano, infatti, arriva già nel 2004 (apnea dinamica con monopinna in vasca corta, 157m) fino ad arrivare nel 2018, nella sei giorni di gare al Vertical Blue di Long Island Bahamas (il Wimbledon dell'apnea), in cui è stato in grado di stabilire cinque record italiani assoluti, con  metrature in assetto costante da capogiro: assetto costante -116 m in 3'14”, Free Immersion -104m in 3'27”, Rana CNF 77m in 2'57”, per poi rifinire per due volte il primato dell’assetto costante (-117m in 3’20” e -118m in 3’16”).Oggi è l’atleta italiano più completo e profondo perché, detenere i tre record nelle equivalenti discipline dell'apnea profonda, è un'impresa riuscita prima solo a un mostro sacro della disciplina: Umberto Pellizzari.

Commenti
    Tags:
    homar leucihomar leuci recordhomar leuci apnea
    Loading...
    in evidenza
    Marcuzzi, un mare di 'nostalgia' Senza reggiseno. E lato B..

    TAYLOR MEGA, SHARM BOLLENTE

    Marcuzzi, un mare di 'nostalgia'
    Senza reggiseno. E lato B..

    i più visti
    in vetrina
    Benedetta Bosi non sta con Briatore. E poi... Benedetta Bosi-Briatore news

    Benedetta Bosi non sta con Briatore. E poi... Benedetta Bosi-Briatore news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Parte da Parigi la rivoluzione elettrica di DS Automobiles

    Parte da Parigi la rivoluzione elettrica di DS Automobiles


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.