A- A+
Sport
Inchiesta Diritti TV, Galliani, le intercettazioni su Juve, Agnelli e..

DIRITTI TV: Galliani a Bogarelli, vediamo come va con Mr Bee


"Vi e' una sfera di interessi finanziari nascosti comune agli interlocutori", ovvero l'ex manager di Infront Marco Bogarelli, l'ex ad del Milan Adriano Galliani e il presidente del Genoa Enrico Preziosi, intorno alla trattativa per la tentata vendita del 49 per cento del Milan all'imprenditore thailandese Bee Taechaubol (detto 'MrBee', ndr). Lo si legge nella richiesta d'arresto, respinta dal gip, della Procura di Milano nei confronti dello stesso Bogarelli e di altre due ex manager di Infront. In una intercettazione del luglio 2015, Preziosi chiede a Bogarelli: "Ma e' vero che siamo dentro anche noi con il Milan?". Bogarelli: "Non ho capito, Scusami?". La replica del presidente del Genoa: "Quello che vuole comprare il Milan, e? c'e' anche Infront dentro?". E Bogarelli : "No, no? no,zero, zero (?) Non c'e'". In un'altra telefonata, Bogarelli chiama Galliani e l'ex numero uno rossonero gli dice: "Senti stasera parlavo con Marina, va beh, poi ti raccontero'... adesso vediamo, vediamo che cosa succede con Mr Bee, poi ragioniamo sulle cose nostre insomma... poi ne parliamo. Va bene". Bogarelli: "Va bene, a tua disposizione. Ciao".


DIRITTI TV: Galliani su Agnelli, 'questo signorino la deve smettere'


"E via, adesso la deve smettere questo signorino". Il "signorino" evocato dall'ex ad del Milan Adriano Galliani in un'intercettazione agli atti dell'inchiesta Infront sui diritti televisivi del calcio e' il presidente della Juventus Andrea Agnelli. Al telefono, l'ex dirigente rossonero e Marco Bogarelli, ammistratore di Infront Italy, "stigmatizzano - scrivono i pm - il comportamento del presidente della Juventus Agnelli". Questo il testo di una delle conversazioni datate marzo 2015 e riportate nella richiesta di arresto per 3 indagati, tra cui Bogarelli, bocciata dal gip nelle settiamane scorse. Bogarelli: "(...) Basta Agnelli pero'...o no?". Galliani: "e...lo so...ho capito...e come si fa a fermarlo? Io glielo dico". Bogarelli: "E lo so, ma in Lega qualcuno dovra' dire qualcosa, qualche societa', troviamo spazio da qualche parte, perche' veramente oltre a essere un imbecille per altro....cioe', non e' che e' un genio...non lo so, poi va in Germania a sputtanare la Lega...io adesso gli scrivo, basta, non puo' avere...tutti che sputano sul calcio italiano, come si fa a vendere?"


GALLIANI: "L'ARROGANZA E' COSA DELLA JUVENTUS"


In seguito, parlando dei cosiddetti diritti d'archivio, Galliani usa tono molto duri: "(...) L'arroganza e' cosa della Juventus che ad essa non sa sfuggire...commento che io ho fatto, voglio dire, loro bisognano darli...perche' il sigor Agnelli prende 100 milioni dalla Lega Calcio". E ancora, in una chiamata successiva, l'ex ad rossonero ribadisce che Agnelli "continua a sputare merda sul calcio italiano" e "vive di quello". "E' pazzesco, e' pazzesco - dice ancora Galliani - appena fatto una polemica, quindi per caso mi ha chiamato un'agenzia di stampa, io non avrei neanche risposto...gli ho detto: 'no, guardi, non leggo le interviste del signor Agnelli'. Comunque adesso bisogna dargli addosso a questo signore perche' non va bene". E quando Bogarelli gli dice che e' "impazzito, credo proprio sia fuori di testa", Galliani risponde: "Si', si'".


Diritti tv: Galliani sereno, non sono indagato


"Sono caduto dalle nuvole, quando ho visto la notizia ho sentito il mio avvocato, Niccolo' Ghedini. Mi ha confermato che non sono indagato e mi ha detto di stare sereno e tranquillo". Cosi' l'ex ad del Milan, Adriano Galliani, interpellato dall'ANSA, ha commentato la ricostruzione dei pm di Milano che indagano sui diritti tv, secondo cui sarebbe coinvolto in "un'associazione a delinquere". "Le intercettazioni? Ero vicepresidente di Lega, era normale che parlassi con l'advisor", ha replicato Galliani.


Diritti tv: pm, Galliani coinvolto in inchiesta


L'ex ad del Milan Adriano Galliani, secondo la Procura di Milano, avrebbe fatto parte col presidente del Genoa Enrico Preziosi e altre persone di "un'associazione a delinquere in grado di interporsi fin dal 2009 tra il mercato e le squadre di calcio, cui spettano" i profitti della "commercializzazione" dei diritti tv in Italia e all'estero,"per appropriarsi di una fetta consistente di questi". Il coinvolgimento di Galliani, allo stato non indagato, emerge dalla richiesta d'arresto per 2 ex manager di Infront, respinta dal gip.


Diritti tv: pm, Galliani costitui' associazione a delinquere


In base alle indagini, "puo' ritenersi" che l'ex ad del Milan Adriano Galliani e altri indagati "abbiano costituito un'associazione a delinquere in grado di interporsi fin dal 2009 tra le squadre di calcio, cui spettano gli ingenti benefici della commercializzazione in Italia e all'estero dei diritti audiovisivi (stimabili in non meno di 1,5 miliardi all'anno) e il mercato, per appopriarsi illecitamente e clandestinamente di una fetta consistente di questi". Lo scrivono i pm milanesi nella richiesta di arresto 'bocciata' dal gip, Manuela Accursio Tagano, nei confronti di tre indagati nell'ambito dell'inchiesta sulla compravendita dei diritti tv della Lega Calcio e su Infront Italia, la societA che gestisce i diritti televisivi per il calcio di serie A e B. Tuttavia, stando a fonti giudiziarie, Galliani non e' stato ancora iscritto formalmente nel registro degli indagati per associazione a delinquere. Le altre persone con cui l'ex ad avrebbe dato vita alla presunta associazione a delinquere sarebbero, tra gli altri, il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, tre ex manager di Infront Italy (Marco Bogarelli, Andrea Locatelli e Giuseppe Ciocchetti) e l'imprenditore Riccardo Silva, patron di un'altra societa' che si occupa di diritti tv. Per Bogarelli, Ciocchetti e Silva era stato chiesto l'arresto, poi rigettato dal gip. Contro il diniego del giudice la Procura ha fatto ricorso al Tribunale del Riesame.

Tags:
diritti tvgallianigalliani diritti tvdiritti tv gallianigalliani indagatoadriano gallianiinfrontgalliani infrontinchiesta infront

in vetrina
Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

i più visti
in evidenza
Oldani, lo chef sbarca su Rai 1 Ecco 'Alle Origini della Bontà'

Spettacoli

Oldani, lo chef sbarca su Rai 1
Ecco 'Alle Origini della Bontà'

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.