A- A+
Sport
Milan fermato a Cagliari. Pippo Inzaghi: "Soddisfatto, siamo terzi"

Pippo Inzaghi non vuole guardare la classifica nonostante il pari a Cagliari porti il Milan al terzo posto: "Non devo guardarla perche' se no non sarebbe giusto - ha detto ai microfoni di Sky Sport -. Dobbiamo crescere gara dopo gara. E' stata molto difficile, il Cagliari aveva giocato sabato pomeriggio, noi domenica sera. Recuperare le energie e' difficile. Abbiamo fatto una partita di carattere, abbiamo rischiato, ma con Muntari ed El Shaarawy potevamo segnare. Forse dovevamo gestire meglio qualche palla, ma siamo li'. E' il sesto risultato utile consecutivo, dobbiamo dare continuita', domenica col Palermo abbiamo una grande occasione". Sul campionato, il tecnico rossonero ha aggiunto: "Penso che bisogna soffrire come tutti. Domenica tutti noi abbiamo accolto il pareggio con l'Udinese come negativo, e questa volta la Fiorentina ha fatto 3 gol all'Udinese. E' un campionato molto equilibrato. A livello offensivo abbiamo fatto meno bene del solito ma ci sta quando soffri cosi'. Portiamoci a casa questo punto e il terzo posto che in questo momento e' un risultato importante e di crescita della mia squadra". Inzaghi ha poi difeso la prestazione di un deludente Torres: "Secondo me Fernando ha dato una grande mano a tenere i palloni, speravo che una boa centrale desse l'appoggio per gli altri. E' difficile giocare contro le squadre di Zeman quando stanno cosi' bene. Hanno giocato sabato pomeriggio poi solo un tempo perche' vincevano 4-0 ad Empoli e noi contro la Fiorentina domenica sera abbiamo dovuto correre tanto. Non dobbiamo accampare scuse, siamo in una buona posizione di classifica, dobbiamo crescere e sappiamo che miglioreremo".

Zeman, "soddisfatto per prestazione, ora prossima gara"-  Zdenek Zeman e' soddisfatto nonostante la sua squadra non sia riuscita a portare a casa l'intera posta in palio contro il Milan. L'1-1 del Sant'Elia ha soddisfatto il tecnico boemo del Cagliari: "Avere, se non giocato meglio del Milan, almeno costruito piu' occasioni di loro, e' motivo di soddisfazione. Peccato non essere ancora riusciti a vincere in casa. Pensiamo alla prossima partita", e' quanto riporta il sito internet del club, cagliaricalcio.net. "Siamo stati bravi per applicazione, qualita' delle ripartenze e senso del collettivo - ha aggiunto -. Nella ripresa tutto questo si e' visto a tratti, pero' a parte il palo di Conti, abbiamo creato altre due occasioni nitide". Zeman ha elogiato i suoi attaccanti: "Ibarbo non si discute, deve solo imparare a essere piu' cattivo sotto porta e finalizzare maggiormente le occasioni che gli capitano. Sta migliorando, in allenamento cerco di stimolarlo perche' cresca in questo senso - ha concluso -. Sau ha giocato bene, andando vicino al gol e tenendo la palla per rigiocarla con i compagni, prerogativa fondamentale per un attaccante".

Cagliari-Milan 1-1, a Ibarbo risponde Bonaventura - Ne' vinti, ne' vincitori. E' finita 1-1 la sfida del Sant'Elia tra il Cagliari e il Milan, terzo risultato positivo consecutivo (1 vittorie e 2 pareggi) per i padroni di casa e sesto per gli ospiti (2 vittorie e 4 pareggi). Il Cagliari di Zeman ha messo in chiaro fin dalle prime battute di non temere il Milan, squadra con il miglior attacco della Serie A alla vigilia della giornata di campionato, e al calcio d'inizio in otto rossoblu si sono schierati sulla linea di centrocampo, pronti ad 'invadere' con una certa aggressivita' la parte di rossonera. Sostenuti da uno stadio finalmente pieno, grazie anche alla conclusione dei lavori nella curva sud (battezzata stasera da alcune vecchie glorie del Cagliari, ndr), gli isolani sono subito partiti con il piede pigiato sull'acceleratore e dopo 4 minuti solo un intervento miracoloso di Rami in scivolata ha negato ad Ibarbo il vantaggio con la porta completamente vuota. Il colombiano, una vera e propria spina nel fianco milanista, ci ha provato ancora qualche minuto piu' tardi con una conclusione che e' andata a perdersi sopra la traversa, ma al terzo tentativo ha fatto centro: contropiede micidiale del Cagliari, traversone dalla sinistra di Sau e colpo di testa del colombiano bravo a infilarsi tra Rami e De Sciglio e a mettere alle spalle di Abbiati in uscita. Al 32', il Cagliari ha sfiorato il raddoppio con Sau, fermato da Abbiati con i piedi, e un paio di minuti dopo e' stato Bonaventura a vanificare tutto il lavoro dei padroni di casa che sull'onda dell'entusiasmo stavano facendo molto bene. L'ex atalantino ha cercato il cross dalla trequarti di destra ma la battuta si e' trasformata in una conclusione beffarda che ha scavalcato l'incolpevole portiere Cragno regalandogli la seconda gioia stagionale dopo la rete al Parma. Nella ripresa il Cagliari ha ripreso da dove aveva lasciato, cioe' giocando a tutto campo e costringendo il Milan ad un maggior possesso palla per limitare le incursioni dei padroni di casa. I rossoneri sono stati bravi a presentarsi con maggior costanza dalle parti di Cragno, facendo infuriare piu' di una volta il mansueto Zeman. Ritmo alto e palla a terra hanno permesso di produrre un gioco frizzante su ambo i fronti. A sei minuti dall'inizio della ripresa e' stato El Shaarawy a provarci con una conclusione smorzata pero' in angolo dall'onnipresente Conti. Proprio il capitano rossoblu e' stato l'autore, al 13', di quella che poteva essere l'azione del raddoppio: destro potentissimo su punizione che e' andato a sbattere sul palo esterno. Da li' a poco la gara e' decisamente cambiata e nel finale tanti errori - di impostazione e in disimpegno - causati da mancanza di freschezza, lucidita', e una discreta serie di brevi interruzioni per intervento dell'arbitro hanno fatto decisamente scemare la qualita' del gioco. Nel finale e' stato Farias, uno dei neo entrati, ad avere sui piedi la palla della vittoria: servito dalla sinistra da un rasoterra di Sau, il giocatore ha calciato centralmente all'altezza del dischetto del rigore ma si e' visto respingere la conclusione da Abbiati che di fatto ha fissato il punteggio sul definitivo 1-1.

Tags:
inzaghipippocagliari milanzemanibarbo

in vetrina
Alessandro Cattelan porta EPCC a teatro: Ratajkowski, Chiara Ferragni e... ECCO I SUPER-OSPITI

Alessandro Cattelan porta EPCC a teatro: Ratajkowski, Chiara Ferragni e... ECCO I SUPER-OSPITI

i più visti
in evidenza
Fashion Week, nuove tendenze Paillettes, biker shorts e...

Costume

Fashion Week, nuove tendenze
Paillettes, biker shorts e...

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Porsche: addio al Diesel

Porsche: addio al Diesel

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.