Champions/ Juve, Ranieri: "Voglio il Chelsea". Pagelle

"Non vorrei incontrare l'Atletico Madrid mentre agli ottavi mi piacerebbe affrontare lo Sporting Lisbona". La più forte? Il Chelsea. Meglio incontrarla subito che in finale... siamo in coppa Uefa, ed era importante non mancare questo traguardo. Ci tenevamo molto, i ragazzi

Giovedì, 11 dicembre 2008 - 11:10:00

PAGELLE SPRINT
JUVE-BATE BORISOV
Di Giordano Brega

Promossi

Legrottaglie. Gioca 'alla Chiellini', chiudendo ogni situazione ancor prima che possa diventare complicata. Non era una serata di quelle da far tremare i polsi, comunque... Voto 7+
Cristiano Zanetti
.Ci vorrà qualche settimana per vederlo tonico come si deve, ma, contor un avversario morbido mette un po' di chilometri nelle gambe e riesce anche a spiccare con un paio di lanci ad hoc. Una buona prova per ritrovare le antiche sicurezze. Voto 7
Nedved
. Chiude, corre, recupera palloni, propone buone situazioni ai compagni e cerca pure la conclusione. Per Pavel Juve-Bate o la finale di Champions sono la stessa cosa. Bella prova da capitano. Voto 6,5
Del Piero-Amauri.
Si alternano in campo e giocano con buona determinazione. Pinturicchio dimostra di star bene, il brasiliano fa 'rifinitura' in campo in vista del Milan. Voto 6+
Giovinco. Sbaglia il rigore ma dire che sono cose che capitano è quasi inutile. Tanto più che il risultato contava davvero poco. Piacciono piuttosto un paio di invenzioni che infiammano una partita assolutamente sonnolenta. Merita nuove chances. Voto 6+

Bocciati
Grygera. Giusto per trovare il pelo nell'uovo di un match tranquillo, il ceco bada a tenere la posizione ma raramente si produce in puntate offensive. Voto 6-

JUVE, GIRONE VINTO. RANIERI, IL CHELSEA? SFIDIAMOLO SUBITO...

"Abbiamo tentato di vincere, ma quando sai che hai due risultati a disposizione sarebbe stato sciocco prendere gol in contropiede. E questo il Bate voleva". Claudio Ranieri accetta di buon grado lo 0-0 ottenuto all'Olimpico con il Bate Borisov nell'ultima giornata della fase a gironi della Champions. Un risultato che permette ai bianconeri di passare come primi nel raggruppamento davanti al Real Madrid. "Non potevamo fare la figura dei polli - sottolinea il tecnico romano a Sky Sport - La squadra ha creato tanto e sfiorato più volte il vantaggio". Per quanto riguarda gli ottavi, il mister bianconero non esprime preferenze: "Mi affido alla sorte. Dico sempre che dipende da come tu ti trovi nei quindici giorni in cui devi affrontare l'avversario. Se tu stai meglio, passi anche se l'altra ha piu' blasone. La più forte? Il Chelsea. Meglio incontrarla subito che in finale...", chiosa Ranieri, ex trainer dei Blues, ridendo di gusto. C'è anche il tempo per soffermarsi sui singoli: "Zanetti? Dopo quattro mesi era la sua prima gara, meglio nel secondo tempo che nel primo, dove ha sofferto la velocità dei centrocampisti bielorussi. Poi però ha trovato passo e posizione, deve solo giocare per ritrovare i suoi ritmi. Giovinco? La sua prova è stata più che positiva - aggiunge - Può capitare a tutti di sbagliare un rigore, però ha avuto personalità, giocando tra linee: ha dato buone palle e giocato buoni palloni".



Ranieri pensa alla sfida contro il Milan. Gli mancherà Legrottaglie, squalificato, e rischia di dover fare a meno di qualche infortunato. "Il più recuperabile è Camoranesi", ammette. Il Diavolo, però, può ancora attendere. "Non vorrei incontrare l'Atletico Madrid mentre agli ottavi mi piacerebbe affrontare lo Sporting Lisbona". Desideri per il futuro in Champions della Juve espressi da Nicola Legrottaglie. Sullo 0-0 con il Bate Borisov, che è valso comunque il primato nel girone, il centrale azzurro non nutre rammarico: "Visto la posta in palio, interessava di più il punto ma abbiamo cercato di vincere, colpendo un palo e creando tre palle limpide da gol. Abbiamo preferito non rischiare in una partita comunque difficile, per noi è stata una prova di maturita'". Il Milan, adesso, è alle porte: "Abbiamo tre giorni per preparare la sfida con i rossoneri, se vinciamo è un bel passo in avanti", chiosa Legrottaglie.

FIORENTINA, PREMIO DI CONSOLAZIONE. PRANDELLI: UEFA IMPORTANTE

STEAUA-FIORENTINA

Promossi

Gilardino. Segna il gol che prolunga la stagione europea viola e questo basta e avanza per eleggerlo man of the match. Tanto più che quella torsione di testa, nel traffico 'da calcio d'angolo', è proprio splendida e difficile da eseguire. Voto 7,5
Vargas
. Si è messo alle spalle un paio di partite terrificanti collezionate a inizio stagione. A Bucarest torna lo splendido pendolo di fascia che aveva incantato tutti ai tempi di Catania.Quando gioca così fa male agli avversari. Voto 7+
Montolivo
. La Fiorentina cresce quando il suo giovane leader di centrocampo inizia a carburare. Voto 6,5
Frey
. Giusto un paio di interventi, per far capire ai rumeni che infilarlo è cosa complicata per chiunque. Voto 6,5

Bocciati

Donadel. Un po' imbarazzato, forse in.. 'emozione' per il debutto in Champions. Voto 6-

"E' arrivata la prima vittoria in Champions League, inutile ai fini della qualificazione ma siamo in coppa Uefa, ed era importante non mancare questo traguardo. Ci tenevamo molto, i ragazzi nel secondo tempo hanno offerto una prestazione importante". Cesare Prandelli commenta così la vittoria della Fiorentina sul campo della Steaua Bucarest. Successo che non vale ai viola la qualificazione agli ottavi di Champions ma che si traduce in "retrocessione" in Coppa Uefa. "La crescita della squadra? Non c'è stato un crollo ma una situazione dove nonostante buone prestazioni non facevano risultato - spiega il tecnico di Orzinuovi - ora siamo più fortunati rispetto a poco tempo fa, la squadra ha grandi margini di miglioramento. C'è voglia di crescere, di essere squadra e lo siamo stati nelle ultime gare". Prandelli individua i prossimi obiettivi della squadra toscana. "Domenica si torna in campionato, c'è il Catania, cercheremo di vincere recuperando le energie. Poi da qui a Natale speriamo di far bene, arriverà la sosta. Era importante centrare la qualificazione in Uefa, abbiamo provato già questa competizione, è sempre una avventura entusiasmante".


Adrian Mutu: fischi e insulti dai tifosi rumeni.
Per lui prestazione discreta, ma non è stato profeta in patria

"Rimpianti? Forse nella la prima gara a Lione quando eravamo avanti sul 2-0 e poi abbiamo subito il pareggio, però con i 'se' e con i 'ma' non arrivano i punti". Le voci di calciomercato che circolano negli ultimi giorni riportano un particolare interesse del West Ham, club inglese guidato dall'italiano Gianfranco Zola, sull'attaccante della Fiorentina Pazzini. Prandelli, ai microfoni di Sky Sport, commenta cosi': "Pazzini rientra nei nostri piani, assolutamente sì. In queste ultime gara abbiamo fatto cambi diversi perche' le gare dettavano questo. Pazzini è importante per noi e mi auguro che lo possa dimostrare. Andrà al West Ham? Di solito sono i giocatori che possono determinare il proprio futuro. Se farà questa scelta ne prenderemo atto ma ad ora non c'è nulla".

E INOLTRE



INTER, CHE BRUTTA FIGURA. ROMA UBRIACANTE IN CHAMPIONS
PAGELLE SPRINT DI WERDER-INTER E ROMA-BORDEAUX.
Ibrahimovic rompe l'Euro-ghiaccio (6,5), Julio Cesar salva la faccia ai nerazzurri (7). Il tridente Adri-Trivela-Mancini fa piangere (5). Menez ritrovato (7+), Julio Baptista invece....
(SEGUE)

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA