Gheddafi, già fatto col Milan? La Fininvest smentisce seccamente

Il 40% del Diavolo nelle mani dei fondi libici, un affare già concluso? Indiscrezioni che si rilanciano nuovamente e che danno il Milan in fase di cessione. La Fininvest però non ci sta e va al contrattacco: Smentiamo in maniera categorica". Intanto la sorte di Leonardo è in bilico: quattro giorni per il suo destino...

Giovedì, 1 ottobre 2009 - 11:25:00

Milan già ceduto per il 40% delle sue azioni a Gheddafi, o meglio, ai fondi libici? L'indiscrezione è rilanciata per l'ennesima volta. In questo caso è il Riformista che dà l'affare per concluso, ma, ancora, puntuale, ecco la secca e decisa replica targata Fininvest che non lascia neanche il tempo di riflettere su questi rumors.

Leonardo Berlusconi Gheddafi

Il gruppo ''smentisce ancora una volta e nella maniera più categorica che esista alcuna ipotesi di cessione, totale o parziale, di quote della società A.C. Milan''. Un comunicato ufficiale, attraverso il quale la finanziaria della famiglia Berlusconi ha messo il punto esclamativo per stoppare delle voci che ormai da alcuni mesi non si placano più. In principio il Diavolo venne accostato agli sceicchi, piuttosto che a qualche investitore italiano (Ligresti o Ferrero, ad esempio). Ultimamente però è la voce legata a Gheddafi ad essersi diffusa con maggior forza e frequenza (siamo al secondo allarme rosso... nero in meno di un mese tanto per rendere l'idea) al punto che, come in questo caso, alcune indiscrezioni danno l'affare per fatto o imminente. Seguendo la logica dell'ingresso in quote minoritarie (40% è comunque partnership consistente), con possibilità di acquisire la maggioranza dopo un paio d'anni. Ipotesi, voci, rumors che comunque restano tali ed evaporano in mancanza di conferme ufficiali da parte di Fininvest.

In mezzo al guado in cui si trova la società rossonera ci sono i problemi attuali. La qualificazione al turno successivo di Champions è in grave pericolo dopo la bruciante sconfitta casalinga contro lo Zurigo e con il doppio match con il Real Madrid di Kakà (fa strano dirlo) e Ronaldo alle porte. Dopo le prossime due partite europee se non ci sarà stata svolta, il Milan rischierà di trovarsi a giocare gli ultimi match del girone con l'angoscia di inseguire Marsiglia o Zurigo.

Il tutto mentre la panca di Leonardo è ovviamente in discussione. Adriano Galliani nel dopo-gara ha subito confermato la fiducia al brasiliano. Però a questo punto la sfida del prossimo week end contro l'Atalanta di Antonio Conte diventa decisiva. Non sono ammesse sconfitte, altrimenti, come per il Napoli e Donadoni, la sosta della Nazionale potrebbe esser perfetta per cambi in corsa....

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA