A- A+
Milan News
Antibiotico resistenza: entro il 2050 ucciderà più di cancro e diabete

Antibiotico resistenza: entro il 2050 ucciderà più di cancro e diabete

I batteri resistenti agli antibiotici uccideranno più di cancro e diabete entro il 2050, l’allarme parte dal Regno unito dopo che gli esperti hanno avvertito che stiamo diventando più resistenti agli antibiotici.
Gli esperti hanno avvertito che le operazioni di routine in ospedale potrebbero diventare troppo pericolose. La resistenza agli antibiotici sta peggiorando, con una conseguente crescente preoccupazione per i farmaci che stanno perdendo di efficacia.

ANTIBIOTICO RESISTENZA IN AUMENTO: SCATTA L’ALLARME

Si stima, come riporta il The Guardian, che ceppi batterici resistenti ai farmaci siano responsabili di 5000 morti all'anno nel Regno Unito e 25.000 all'anno in Europa. Ma gli esperti dicono che il bilancio delle vittime della antibiotico resistenza potrebbe raggiungere 10 milioni all'anno a livello globale nei prossimi 30 anni.

Nonostante gli sforzi per ridurre i tassi di prescrizione i medici britannici stanno ancora distribuendo il doppio degli antibiotici di alcuni dei loro omologhi europei. Gli esperti hanno avvertito che le operazioni di routine in ospedale potrebbero diventare troppo pericolose se i farmaci comuni diventano inefficaci nella cura delle infezioni.

Il rapporto del comitato di selezione dell'assistenza sanitaria e sociale della House of Commons’ afferma che il governo non ha fatto abbastanza per combattere la resistenza antimicrobica e deve farne una "priorità politica per i prossimi 5 anni".

I malati di cancro spesso dipendono da farmaci antimicrobici per proteggerli mentre il loro sistema immunitario è indebolito dalla chemioterapia. Tuttavia, il rapporto avverte che i pazienti potrebbero presto affrontare decisioni angosciose sull'opportunità o meno di avere un trattamento o un intervento chirurgico per il cancro perché il rischio di morte per infezione microbica può superare i benefici del trattamento.

RESISTENZA AGLI ANTIBIOTICI: NECESSARI NUOVI TRATTAMENTI E MENO PRESCRIZIONI NON NECESSARIE

Nonostante la crescente minaccia, nessuna nuova classe di antibiotici è stata sviluppata per decenni e la ricerca è in declino perché non è redditizia per le aziende farmaceutiche.

Questo perché i nuovi antibiotici dovrebbero essere prescritti con parsimonia piuttosto che come trattamento di prima linea come altri farmaci.

Il rapporto suggerisce che sono necessari nuovi modi per finanziare potenziali trattamenti. Ciò potrebbe comportare modifiche alla legge sui brevetti e ai modi in cui le società farmaceutiche vengono rimborsate per i nuovi farmaci antimicrobici.

Il governo inglese punta a metà del numero di prescrizioni di antibiotici non necessarie entro il 2020. Le cifre mostrano che i medici hanno ridotto i tassi di prescrizione del 13% in cinque anni, ma questi sono ancora il doppio di quelli dei Paesi Bassi, della Svezia e degli Stati baltici.
 

Commenti
    Tags:
    antimicrobico resistenzaantibiotico resistenzaresistenza antimicrobicaresistenza agli antibiotici
    Loading...
    in evidenza
    "Renzo Arbore? Una leggenda E quella volta che Ed Sheeran..."

    Nick The Nightfly racconta 30 anni di radio ad Affari

    "Renzo Arbore? Una leggenda
    E quella volta che Ed Sheeran..."

    i più visti
    in vetrina
    ALESSIA MARCUZZI SENZA REGGISENO E CHE LATO B! Le foto delle vip

    ALESSIA MARCUZZI SENZA REGGISENO E CHE LATO B! Le foto delle vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Alfa Romeo rinnova la Giulia e Stelvio MY 2020

    Alfa Romeo rinnova la Giulia e Stelvio MY 2020


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.