A- A+
Milan News
Cervello di maiale 'riattivato' 4 ore dopo la morte. ICTUS SVOLTA? SCOPERTA

Cervello di maiale 'riattivato' 4 ore dopo la morte. ICTUS SVOLTA? LA SCOPERTA

Cervello di un maiale riattivate funzioni dopo la sua morte. La scoperta.

Cervello di un maiale morto da ore viene 'resuscitato': l’esperimento aiuterà a cancellare danni causati dall'ictus

Cervelli di maiale riattivati post mortem: quali le applicazioni future? / Una ricerca unica nel suo genere potrebbe dare nuova speranza a coloro che sono stati colpiti da ictus o da altri danni al cervello. Un'equipe di scienziati dell'Università di Yale ha infatti riportato in vita, anche se non completamente, un cervello di maiale morto da 4 ore. L'obiettivo dello studio pubblicato sulla rivista Nature ovviamente non è quello di costruire un'esercito di zombie o un novello mostro di Frankestein quanto studiare a fondo il cervello, indagando su quali funzioni effettivamente si spengono dopo il decesso, ed eventualmente sviluppare nuove terapie mediche o sistemi di conservazione degli organi per i trapianti.

Riattivare il cervello dopo la morte: ripresa la circolazione sanguigna e l'attività cellulare di base - Salute e benessere

Il cervello di maiale morto è stato isolato e trattato con una particolare soluzione chimica che ha caratteristiche simili al sangue. Effettuata questa operazione i ricercatori hanno riacceso la circolazione sanguigna e alcune cellule ma non l'attività elettrica dei neuroni.  Lo studio quindi conferma che alcune funzioni cellulari di base effettivamente non vengono sospese definitivamente quando viene a mancare l'apporto di sangue e ossigeno.

Riattivare il cervello dopo la morte: il prossimo passo sarà intervenire sul cervello umano - Salute e benessere

"Il cervello intatto di un grande mammifero conserva la capacità, precedentemente sottovalutata, di riattivare la circolazione e alcune attività molecolari e cellulari, a diverse ore di distanza dall'arresto circolatorio", ha spiegato il primo autore della ricerca, Nenad Sestan. Francesca Talpo, ricercatrice dell'Università di Pavia che ha partecipato alla ricerca sottolinea però che "sono ancora molto lontani gli esperimenti che riprodurranno nel cervello umano quanto si è appena osservato nel cervello dei maiali".

Commenti
    Tags:
    cervellomorteriattivare il cervellosalute e benesserecervello umanomorte cerebralecervello maialecervello mortoictusdanni celebrali
    in evidenza
    Prada, addio a pellicce animali Via dalle passerelle dal 2020

    Costume

    Prada, addio a pellicce animali
    Via dalle passerelle dal 2020

    i più visti
    in vetrina
    GRANDE FRATELLO 2019, FRANCESCA DE ANDRE' E GENNARO: LITE. Gf 2019 news

    GRANDE FRATELLO 2019, FRANCESCA DE ANDRE' E GENNARO: LITE. Gf 2019 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel svela la sesta generazione della Corsa, anche in versione elettrica

    Opel svela la sesta generazione della Corsa, anche in versione elettrica


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.