A- A+
Milan News
Pensioni, Quota 100 da 64 anni. "E per donne e precoci..." PENSIONI NEWS

PENSIONI: QUOTA 100 SI' MA A 64 ANNI, SCONTI PER DONNE E PRECOCI - PARLA BRAMBILLA. PENSIONI NEWS

Per le pensioni, "sì a quota 100 ma con almeno 64 anni di età e 36 di contributi e con flessibilità, e 'sconti' sugli anni di uscita dal lavoro per le categorie dei lavoratori precoci e delle donne con figli". A dirlo a Labitalia, alla vigilia delle riapertura dei lavori in Parlamento e dell'avvio della road map verso la legge di bilancio e delle scelte in tema di pensioni, è Alberto Brambilla, consulente del vicepremier Matteo Salvini e uno dei massimi esperti in Italia di politiche previdenziali.

PENSIONI, QUOTA 100: 5 miliardi dal governo. Ecco cosa si potrà fare - Pensioni news

PENSIONI: QUOTA 100 e non solo. Parla Brambilla - PENSIONI NEWS

"La premessa da fare -dice Brambilla, docente universitario e presidente del Centro Studi Itinerari previdenziali- è che in Italia abbiamo un rapporto tra lavoratori attivi e pensionati che si sta sempre di più avvicinando a 1,5 attivi per ogni pensionato. Stiamo cioè entrando in un margine di sicurezza del sistema previdenziale, tenuto anche conto del fatto che la crescita del pil è inferiore a quanto previsto dalla Riforma Dini e che l'obiettivo per la sicurezza massima dei conti è di 24 milioni di occupati e 16 milioni di pensionati". "Per quanto riguarda il secondo valore, cioè il numero dei pensionati, ci siamo e siamo al valore più basso degli ultimi 25 anni. Per quanto riguarda gli occupati a luglio erano 23,290 mln, un numero purtroppo inferiore anche a maggio e giugno, anche se certo il calo non è dovuto al decreto dignità, ma che sarà incentivato dalle politiche messe in campo", aggiunge Brambilla, che oggi pomeriggio interverrà proprio su questo argomento alla Summer School di Confartigianato Imprese a Roma.

Pensioni, Conte: "Interverremo su..." - PENSIONI NEWS SU QUOTA 100 E TAGLI

PENSIONI QUOTA 100 E L'USCITA DAL LAVORO A 64 ANNI. PENSIONI NEWS

Per le pensioni, la proposta Brambilla prevede, oltre all'uscita dal lavoro a 64 anni con almeno 36 anni di contributi, la sostituzione dell'Ape social "per tutti i lavoratori, con un Fondo esuberi, sulla scia di quanto già sperimentato con successo ad esempio dalla categoria dei bancari". Nel settore del credito, infatti, dal 2000 esiste un Fondo esuberi di categoria, completamente finanziato da imprese e lavoratori (e dunque a costo zero per la collettività) che in questi anni ha accompagnato alla pensione quasi 62.000 lavoratori. "Si tratta di una parte fondamentale della proposta perché -sottolinea Brambilla- le regole di accesso sarebbero le stesse dell'Ape social (lavoratori con problemi fisici, che hanno in carico familiari con handicap etc), ma anziché far decidere all'Inps sulla base di procedure burocratiche chi ha diritto all'anticipo e chi no, noi vogliamo spostare la facoltà di decidere a livello aziendale, tramite una concertazione tra azienda e sindacati". "E' in azienda che si conoscono bene le persone e i singoli casi -osserva l'esperto- ed è comune interesse delle parti, sistemare situazioni in cui a rimetterci è sia il datore sia il lavoratore". Chi riceverà una prestazione economica dal Fondo esuberi, aggiunge Brambilla "non andrà poi ad implementare la platea dei pensionati, perché tecnicamente in pensione si andrà al compimento dell'età prevista dai requisiti vigenti". Insomma, una soluzione a costo zero per l'Erario e che permetterà flessibilità in uscita dal lavoro. A finanziare i Fondi esuberi (ne sono previsti tre: Industria, Commercio e Artigianato) "sarà lo 0,30% a carico del monte redditi, cifra che sarà composta da pezzi di contributi che già ora vengono versati con finalità varie (formazione, enti bilaterali etc) da datori e lavoratori". Insomma, il punto forte del pacchetto previdenza giallo verde dovrebbe essere proprio questo: "I Fondi esuberi -dettaglia Brambilla- possono offrire una soluzione per un'uscita lavorativa anticipata a quelle persone che non rientrano nelle categorie dei lavoratori precoci o delle donne con figli. In cambio si chiedono due giorni di lavori di pubblica utilità". "Con queste due misure, quota 100 come sopra descritta e Fondo esuberi, risolviamo il 90% dei problemi delle persone e, se ci sarà una piccola quota di esodati (si parla di 6.000 ancora in attesa di sistemazione dopo la riforma Fornero), ci sarà una salvaguardia anche per loro". Perché "dopo una vita di lavoro, ho diritto ad andare in pensione e godermi un po' di quello di cui prima non ho goduto", dice Brambilla. Modello Jack Ma? "E' il mio mito", risponde il professore.

Pensioni, Salvini: “Quota 100 per tutti, senza paletti, per creare lavoro”

Pensioni, avanti tutta su quota 100. "Saremo rispettosi degli impegni presi con gli italiani”. Lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini. “Potremo così mandare in pensione chi ne ha diritto e dare posti di lavoro ai giovani”. Parlando con il Sole 24 Ore in merito ai costi Salvini ha detto che “non facciamo grande affidamento sulle stime dell’Inps, che ultimamente più che di economia si occupa di politica. Secondo alcuni organismi varia dai 6 agli 8 miliardi“. Salvini non ha dubbi sull'agenda di governo:“Smantellamento della legge Fornero, la flat-tax, la pace fiscale e la chiusura delle liti con Equitalia, meno burocrazia per aziende e partite Iva, eliminazione delle accise più vecchie sulla benzina, interventi a favore dei Comuni, grande piano nazionale di manutenzione ordinaria e straordinaria”. “Siamo persone serie, il governo nasce per durare a lungo – ha concluso Salvini – . Gli italiani ci premiano per chiarezza e coerenza, quello di oggi è stato il primo di una serie di incontri”.

Commenti
    Tags:
    pensionipensioni quota 100pensioni precocipensioni donneopzione donnapensioni newspensioni notizieriforma pensioni newsriforma pensioni notiziepensioni quota 41pensioni quota 42

    in evidenza
    Si ferma anche Calhanoglu Allarme infortuni, Gattuso in crisi

    Milan News

    Si ferma anche Calhanoglu
    Allarme infortuni, Gattuso in crisi

    i più visti
    in vetrina
    Zverev batte Djokovic: a 21 anni è il re delle Atp Finals 2018

    Zverev batte Djokovic: a 21 anni è il re delle Atp Finals 2018

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Classe E 300 de EQ Power, la prima diesel plug in hybrid

    Mercedes Classe E 300 de EQ Power, la prima diesel plug in hybrid

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.