A- A+
Sport
Milan, Scaroni presidente e ad. Il cda. Licenziato l'amministratore Fassone

E' Paolo Scaroni il nuovo presidente del Milan, con deleghe di amministratore delegato. L'ex ad di Enel ed Eni è stato confermato assieme a Marco Patuano nel cda nominato all'unanimita' dall'assemblea dei soci rossoneri. Del board milanista, in carica per tre esercizi fino al 30 giugno 2020, fanno parte sei nuovi consiglieri, Franck Tuil, Giorgio Furlani, Stefano Cocirio, Gianluca D'Avanzo, Salvatore Cerchione e Alfredo Craca. L’ad Marco Fassone esce dal Milan. Leonardo sarebbe a un passo dal ritorno al Milan nella veste di direttore responsabile dell'area tecnica.

La rimozione della sua carica per giusta causa è stata deliberata dall’assemblea dei soci del Milan che ha parlato della "compromissione del rapporto fiduciario" per la gestione dell’ad durante l’era cinese. Un rappresentante del nuovo azionista di maggioranza, la Rossoneri Luxembourg, ora controllata da Elliott, cita in particolare, la "predisposizione della struttura del mercato cinese", e c’è anche un riferimento alla "successiva modificazione dei contratti" che lo riguardavano: il riferimento è al prolungamento del contratto da direttore generale.

Le prime parole di Scaroni presidente del Milan: “Grazie per essere venuti così numerosi. Se è stato un onore per Roberto Cappelli, che è romanista, figuratevi per me che sono milanista: è un grande onore!”.

IL COMUNICATO DEL MILAN - A seguito del cambio di proprietà della scorsa settimana, con l'assunzione del controllo del club da parte di Elliott, il Milan ha eletto oggi un nuovo Consiglio d'Amministrazione (il "Consiglio") nel corso dell’assemblea degli azionisti tenutasi oggi a Milano e che segna l'inizio di una nuova era per il club. Il nuovo consiglio è composto da Paolo Scaroni, Marco Patuano, Franck Tuil, Giorgio Furlani, Stefano Cocirio, Salvatore Cerchione, Alfredo Craca e Gianluca D'Avanzo.

Con effetto immediato, Marco Fassone lascia la carica di Amministratore Delegato del club. L'attuale Consigliere Paolo Scaroni è stato eletto Presidente Esecutivo e assume ad interim il potere di sovrintendere alla gestione del club, fino alla nomina, a tempo debito, di un nuovo Amministratore Delegato che è stato identificato.

Il Consiglio si riunirà a breve per riesaminare un nuovo business plan per il club, che presenti un chiaro percorso per riconquistare lo status da Champions League. Il Consiglio esaminerà anche un nuovo budget per il club. L'obiettivo finale è quello di rafforzare la competitività della squadra, in conformità alle norme UEFA sul Fair Play Finanziario. Come chiarito ieri nella decisione del Tribunale Arbitrale dello Sport di revocare il divieto alla partecipazione alla UEFA Europa League, "il Collegio ... ha rilevato in particolare che l'attuale situazione finanziaria del Club è ora migliore, in seguito al recente cambio di proprietà del Club". Elliott ha già espresso il suo forte sostegno al club, con un aumento di capitale previsto di 50 milioni di euro e ritiene che i cambiamenti di oggi siano fondamentali per il successo del club nel lungo periodo.

Paolo Scaroni, Presidente Esecutivo, ha dichiarato: "Sono felice di avere l'opportunità di guidare il Consiglio di Amministrazione del Milan e sono grato per la fiducia e il sostegno dei miei colleghi membri del Consiglio. Questo è un momento cruciale nella storia del club e siamo tutti grati di avere un nuovo proprietario impegnato a riportare il Milan al suo antico splendore. A livello del Consiglio, faremo tutto il possibile per mettere l'allenatore e i giocatori nella posizione di avere successo. C'è molto da fare e siamo ansiosi di sfruttare il momentum positivo creatosi oggi".

Paul Singer, fondatore, Co-CEO e Co-CIO di Elliott Management Corporation ha dichiarato: "L'elezione di un nuovo Consiglio d'Amministrazione segna un ulteriore passo per riportare il Milan sulla giusta strada. Elliott è ben attrezzata per fornire stabilità finanziaria e adeguata supervisione, elementi fondamentali per il successo sul campo e un'esperienza di livello mondiale per i tifosi. Riconosciamo il posto di primo piano che AC Milan occupa nel mondo del calcio e siamo consapevoli della responsabilità che deriva dal possedere una franchigia così storica”.

Tags:
milan cda scaroni
in evidenza
Rifiutati 100.000 euro a partita? De Rossi lasci in serenità la pelota

Sport

Rifiutati 100.000 euro a partita?
De Rossi lasci in serenità la pelota

i più visti
in vetrina
Grande Fratello 2019, 3 concorrenti hanno fatto i bagagli. GF 2019 NEWS

Grande Fratello 2019, 3 concorrenti hanno fatto i bagagli. GF 2019 NEWS


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Fiat 500, arrivano le nuove versioni Star e Rockstar

Fiat 500, arrivano le nuove versioni Star e Rockstar


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.