A- A+
Sport
Olimpiadi 2016: Lochte inventò la rapina. Video: fu rissa dal benzinaio

Olimpiadi 2016: Lochte inventò la rapina. La polizia ha un video che inchioda lui e i nuotatori. "Rissa e devestarono un benzinaio"


Una rapina inventata: Rayn Lochte e i suoi tre compagni di squadra hanno in realta' litigato con delle guardie giurate, intervenute perche' i quattro, "ubriachi", avevano danneggiato la porta di un bagno del distributore di benzina. E' la verita' della polizia brasiliana sulla misteriosa aggressione a mano armata denunciata dai quattro nuotatori americani. Ora la polizia sostiene di avere nelle mani un video della rissa registrato dalle telecamere di sicurezza del distributore di Barra de Tijuca, dove si trova il villaggio Olimpico, citato dagli atleti come il luogo dell'aggressione. Lochte, James Feigen, Gunnar Bentz e Jack Conger, secondo il capo della polizia civile Fernando Veloso, non sono stati rapinati da finti poliziotti, come da loro raccontato. Il quartetto, alterato e in stato di ebrezza, ha danneggiato il distributore, e in seguito si e' scontrato con le guardie della sicurezza intervenute, riferiscono fonti al quotidiano O'Globo. Fonti citate dal Daily Mail raccontano che i quattro sono arrivati nel distributore "davvero ubriachi", si sono rifiutati di pagare il danno e una delle guardie ha estratto una pistola, dopo di che, minacciati, hanno tirato fuori i soldi e se ne sono andati.


Lochte è ripartito per gli Usa

Ecco perche', sostiene la polizia, Jack Conger e Gunnar Bentz sono stati fermati la notte di mercoledi poco prima del decollo del loro volo da Rio e alcune ore dopo sono stati rilasciati dalle autorita' locali. In precedenza il giudice brasiliano Keyla Blanc aveva gia' ordinato a Ryan Lochte e al suo capo squadra James Feigen, di restare in Brasile, ma Lochte era ormai gia' ripartito. Sin da subito, la versione la rapina non aveva convinto la polizia, che aveva definito il racconto "contraddittori" e aveva deciso di aprire una inchiesta. Lo stesso Lochte aveva confermato la rapina, ma aveva modificato la versione, spiegando che non si era trattato di una imboscata e che la pistola era stata puntata generalmente contro di lui, e non alla tempia, come raccontato in un primo momento. Bentz e Conger non hanno voluto rispondere alle domande della polizia durante le 4 ore di permanenza nella stazione di polizia dell'aeroporto. "I miei clienti sono stati condotti in maniera coercitiva, che e' una aberrazione giuridica. Ma la cosa piu' impressionante e' che il ritiro del passaporto", ha affermato il legale degli atleti, Sergio Guerra.

Tags:
olimpiadi 2016lochtelochte rapinalochte video
Loading...
in vetrina
Taylor Mega gioca a calcio senza vestiti: lato B in primo piano. VIDEO

Taylor Mega gioca a calcio senza vestiti: lato B in primo piano. VIDEO

i più visti
in evidenza
Riapre lo storico Pitosforo A Portofino arriva chef Cracco

Costume

Riapre lo storico Pitosforo
A Portofino arriva chef Cracco


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Skoda. Ecco Kamiq, il City Suv camaleontico per giovani e famiglie

Skoda. Ecco Kamiq, il City Suv camaleontico per giovani e famiglie


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.