A- A+
Sport
Pallotta si vende pure Nainggolan

La Roma a trazione americana ha collezionato negli anni una lunga tradizione di vendite eccellenti di giocatori importanti. Il caso più recente ed eclatante è certamente quello della vendita di Salah al Liverpool, ma la lista è lunga sono molti. Ricordiamo, per brevità, solo Lamela, Pjanic, Szczęsny (questo due venduti direttamente alla concorrente Juventus) e il tentativo (fallito) di vendere in inverno Dzeko, capocantiere lo scorso anno e giocatore chiave.

Ne ho scritto diverse volte. Ad esempio qui:

http://www.affaritaliani.it/sport/roma-james-pallotta-nella-capitale-per-lo-stadio-i-tifosi-contestano-e-521726.html

Ora è la volta di Radja Nainggolan, un giocatore molto importante se non fondamentale per la Roma che con la scusa che non è stato chiamato nella sua nazionale belga per i mondiali viene giubilato a favore, oltretutto, di una concorrente: l’Inter di Spalletti, ex allenatore della Roma e gran estimatore del campione.

Per parare le critiche si è già cominciato a dire che si tratta di uno sforzo per tenersi il portiere brasiliano Allison, ma la solfa è vecchia e nessuno ci crede più.

Il trucchetto poi è sempre lo stesso: quello del cosiddetto fair play finanziario inventato dalla Uefa proprio per “livellare” lo strapotere dei grandi club, in primis il Real Madrid, ma alla resa dei conti questo strumento si è trasformato, per una eterogenesi dei fini, nel contrario. I grandi club che hanno i presidenti col “dinero” acquistano campioni alla grande chi ha invece presidenti che non vogliono mettere risorse loro devono vendere i gioielli a fine stagione.

E la AS Roma è uno di questi casi.

Ogni anno la società capitolina cede i prezzi pregiati partendo con la lagna del fair play che nasconde però solo la voglia di non metterci, appunto, denaro proprio senza indebitarsi.

E questo potrebbe pure starci, anche se sarebbe di per sé già assai opinabile.

Ma il punto è un altro. In tanti anni di presidenza Pallotta siamo ancora ad uno “zero tituli” e anche quest’anno è così, visto che la semifinale di Coppa Campioni raggiunta è ben poca, cosa non essendo quantificabile come trofeo.

Ma su tutto questo però aleggia anche la certezza, come ha più volte esternato lo stesso Presidente della Roma, che lui sia venuto nella capitale solo per fare affari, visto che ha detto che se non gli si faceva fare lo Stadio (che oltretutto non sarà proprietà della società ma di Pallotta) se ne sarebbe andato via. Alla faccia dell’attaccamento alla squadra e ai colori sociali.

E dopo che lo Stadio gli è stato concesso continua a vendere i giocatori migliori.

Roma, caro Pallotta, non è un bancomat e i tifosi, con cui ha avito molti attriti, non si accontentano più delle chiacchiere e del fair play, finanziario o meno.

Tags:
james pallottanainggolanstadio roma

in evidenza
"Mio figlio si è tolto la vita Vorrei il GF Vip come terapia"

LORY DEL SANTO CHOC

"Mio figlio si è tolto la vita
Vorrei il GF Vip come terapia"

i più visti
in vetrina
Fabrizio Corona e Zoe Cristofoli addio: non fu colpa di Belen. Il gossip

Fabrizio Corona e Zoe Cristofoli addio: non fu colpa di Belen. Il gossip

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova BMW X4, il SAV coupè dal carattere sportivo

Nuova BMW X4, il SAV coupè dal carattere sportivo

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.