A- A+
Pensioni news
Pensioni Quota 100 e finestre: accordo. Torna l'Ape social. PENSIONI NEWS

Pensioni Quota 100 e finestre: accordo Lega-M5S - PENSIONI NEWS

Pensioni quota 100 trovata la quadra nel governo Lega-M5S secondo le ultime indiscrezioni. Per la riforma della Fornero confermata quota 100 con 38 anni di contributi e 62 anni di età e le finestre di uscita con un preavviso di 6 mesi per i dipendenti pubblici. Ma andiamo nel dettaglio.

Pensioni Quota 100, ecco le finestre di uscita - PENSIONI NEWS

Relativamente all'uscita anticipata dunque è sostanzialmente confermata l'impalcatura di quota 100 (38 anni di contributi e 62 di età) e sono reintrodotte le cosiddette finestre d'uscita nel numero di 4, una ogni tre mesi, il che significa che per uscire dal lavoro una volta raggiunto il requisito occorre aspettare la prima finestra utile.

Pensioni Quota 100, finestre mobili e finestre con preavviso - PENSIONI NEWS

All'interno di quota 100, viene comunque ipotizzato un meccanismo di finestra mobile di 3 mesi che fa in modo che dalla maturazione del requisito non si superino mai i tre mesi per andare in pensione. Per i dipendenti pubblici oltre al meccanismo delle finestre viene introdotto anche un preavviso di 6 mesi (la Bongiorno nelle scorse ore aveva ipotizzato nove mesi) che servirà agli uffici per gestire eventuali richieste massicce che potrebbero mettere in difficoltà il funzionamento stesso della macchina amministrativa.

Pensioni Quota 100 e non solo: Ape social e dell'opzione donna confermate - PENSIONI NEWS

Ma la grande novità non è solo l'accordo su quota 100. Sempre in materia di pensioni l'accordo nel governo Lega-M5S prevede la conferma per un anno dell'Ape social e dell'opzione donna, due misure introdotte dal precedente governo per consentire l'uscita anticipata a determinate categorie.

MANOVRA PENSIONI D'ORO, CONTRIBUTO PER 5 ANNI E RAFFREDDAMENTO INDICIZZAZIONE - PENSIONI NEWS

Detto di quota 100 e del mantenimento temporaneo di Ape Social e opzione donna, sul fronte delle pensioni d'oro alla fine ci sarà il contributo di solidarietà per 5 anni e il raffreddamento dell'indicizzazione.

MANOVRA PENSIONI, ricalcolo con il sistema contributivo tramonta - PENSIONI NEWS

Sulle pensioni è definitivamente tramontata l'ipotesi del ricalcolo con il sistema contributivo. Le norme saranno adottate con un ddl collegato alla manovra o con decreto legge. In particolare, il contributo di solidarietà dovrebbe portare poco più di un miliardo di euro nelle casse dello Stato in 5 anni. colpirà gli assegni superiori a 90.000 euro lordi annui con aliquote progressive a partiore dall'8% fino ad un aliquota del 20% per le pensioni oltre 200.000 euro lordi. Dal raffreddamento dell'indicizzazione arriveranno invece circa 300 milioni l'anno. In pratica per le pensioni fino a 2.000 euro netti al mese ci sarà un aumento del recupero, mentre per quelle di importo superiore scatterà un progressivo raffreddamento della perequazione fino ad un sostanziale azzeramento per le pensioni oltre i 5.000 euro netti.

Pensioni QUOTA 41, Di Maio accelera per il 2019. Riforma pensioni news

Pensioni Quota 41? "Il 2019 sarà l'anno per risolvere questo problema". Il vicepremier Luigi Di Maio assicura che la riforma pensioni andrà avanti con un secondo step il prossimo anno. Intanto (leggi)

Pensioni senza quota 100? Pensionati a 67 anni. Oppure... PENSIONI NEWS

Chi non avrà i requisiti per quota 100 (minimo 62 anni e 38 di contributi) quando andrà in pensione nel 2019? Due strade di uscita dal mondo del lavoro. La prima è la pensione di vecchiaia (leggi)

PENSIONI Quota 100 quanto verrà tagliato l'assegno. PENSIONI NEWS

L’assegno previdenziale in caso di pensione con quota 100 (62 anni di età e 38 di contributi e via dicendo) che penalizzazione avrà? Secondo le stime del Sole 24 Ore (leggi)

Pensioni quota 100 "accelererà turn over generazionale", parla Tria - PENSIONI NEWS

Pensioni quota 100 farà ripartire l'economia. Ecco perché. La Riforma Fornero, oltre ad "aver ridotto la crescita del Pil" nei primi anni dalla sua introduzione nel 2011, "ha determinato" altri "problemi nel breve periodo", tra cui il rallentamento "del naturale turn over" generazionale. Ne e' convinto il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, secondo il quale "le esigenze di oggi richiedono una riposta nuova e un'accelerazione del turn over per permettere l'ingresso di nuove competenze" nel mercato del lavoro. Pertanto con la riforma delle Fornero con l'introduzione di quota 100, ha aggiunto Tria dal palco dell'assemblea di Assolombarda, si punta a un "ricambio generazionale che permettera' di fare inserire o almeno di facilitare l'ingresso di nuove competenze nel mondo del lavoro".

Commenti
    Tags:
    pensioni quota 100manovraquota 100 newspensioniquota 100 pensionipensioni newsriforma pensioni newspensioni notizieriforma pensioni notiziequota 100 finestrequota 100 4 finestreopzione donnaape socialape social newsopzione donna news

    in evidenza
    Nuovo testo per il "Padre Nostro" Cambia il passo sulla tentazione

    Chiesa

    Nuovo testo per il "Padre Nostro"
    Cambia il passo sulla tentazione

    i più visti
    in vetrina
    Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

    Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

    Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.