Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Trofeo Luigi Berlusconi: quando la stagione sportiva cominciava col botto

Il Milan sta cercando una data utile per rilanciare il Trofeo entrato in crisi dopo la fine del sodalizio con la Juve. L'ultima edizione l'ha vinta l'Inter

Di Di Lorenzo Zacchetti
Trofeo Luigi Berlusconi: quando la stagione sportiva cominciava col botto

C'era una volta il Trofeo Luigi Berlusconi: il vernissage estivo di San Siro che segnava l'inizio (seppure non ufficiale) della stagione calcistica.

Con Lazio-Juventus, che assegna la Supercoppa italiana, comincia ufficialmente anche in Italia la stagione 2017/18. E' curioso che si cominci a fare sul serio quando l'Italia è ferma per Ferragosto, ma bisogna fare di necessità virtù: nel resto d'Europa sono state già assegnate la Supercoppa continentale e vari prestigiosi trofei nazionali e per via del mondiale in Russia (che comincerà il 14 giugno 2018), da sabato 19 agosto sarà già il momento della Serie A. 

Questioni di coppe e calendari disagevoli stanno mettendo a rischio anche la manifestazione che per diversi anni ha rappresentato il vernissage del calcio italiano: il Trofeo Luigi Berlusconi. Con i rossoneri impegnati dal playoff di Europa League, si sta cercando una data per riportare il auge l'amichevole di superlusso che nel 1991 venne inaugurata dall'allora patròn Silvio Berlusconi per omaggiare il padre Luigi, il quale gli avrebbe trasmesso la passione per i colori rossoneri. Il condizionale è d'obbligo, perché altre narrazioni meno patinate comprendono invece una breve llaison dell'ex Premier con l'Inter, che avrebbe persino voluto acquistare nei primi anni '80. 

Il Trofeo Luigi Berlusconi è nato sul modello del Gamper di Barcellona

Nell'intento presidenziale, “il Berlusconi” sarebbe dovuto diventare come il Trofeo Gamper che il Barcellona ogni anno dedica al suo fondatore e nel quale apre la stagione di fronte al proprio pubblico. Nel 1991 si disputò la prima edizione del trofeo made in Milano, secondo la formula di una sfida secca tra il Milan e una squadra vincitrice nella propria storia di almeno una Coppa dei Campioni (o del suo corrispettivo sudamericano, la Libertadores). Due gol di Pierluigi Casiraghi firmarono il successo per 2-1 di una Juventus decisa a rilanciarsi dopo l'anno-nero di Maifredi. Nelle tre edizioni successive, il Milan incassò altrettanti successi su Inter, Real Madrid e Bayern Monaco, per poi affrontare di nuovo la Juventus... e nuovamente perdere la sfida, questa volta ai calci di rigore. 

La circostanza portò bene ai bianconeri, che a fine stagione vinsero la Champions League e proprio grazie ai tiri dal dischetto. Eppure, nel corso della sua storia, il Trofeo Luigi Berlusconi si ritagliò una fama sinistra, visto che spesso chi lo vinceva poi disputava una stagione deludente. Il 1995 fu anche lo spartiacque tra il format ad inviti e la “Santa Alleanza” tra Milan e Juventus, che nel contesto di uno stretto rapporto di collaborazione commerciale monopolizzarono il torneo per ben 17 anni. 

Calcio e scaramanzia, le strane storie del Trofeo Luigi Berlusconi

Il bilancio del Trofeo Luigi Berlusconi comprende 8 vittorie del Milan, di cui due ai rigori, e nove della Juve, di cui tre ai rigori. Memorabile la scherzosa disperazione dello scaramanticissimo Ciro Ferrara dopo aver segnato uno di questi penalty decisivi, vista la fama acquisita dal Trofeo Luigi Berlusconi. In realtà, la sua conquista ha portato male soprattutto alla Juventus, che lo ha vinto all'inizio delle stagioni 1999/00 e 2000/01, culminate con due scudetti persi in extremis contro Lazio e Roma. Il Milan, al contrario, ha vinto il Berlusconi ai rigori nell'estate 2002, per poi ripetersi a Manchester e battere i rivali juventini anche nella finale di Champions, sempre dagli undici metri.

Vera iattura, per tutti gli amanti del calcio, fu invece il precoce addio del grande Marco Van Basten, che sfruttò il Berlusconi 1995 per un ultimo giro di campo a San Siro sulle sue ginocchie martoriate dagli infortuni.

 

Tra le tante storie legate al Trofeo Luigi Berlusconi c'è anche un altro incidente celebre, quello di Gigi Buffon, oltre a una serie pazzesca di grandi giocate da parte di Del Piero, Inzaghi e tanti altri campioni.

Leggi tutta la storia cliccando QUI

 


In Vetrina

Grande Fratello Vip 2, Ignazio Moser svela l'incontro con Belen. GF VIP 2 NEWS

In evidenza

X Factor, Maneskin favoriti Tiziano Ferro sul palco
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare

Motori

Pagani Huayra Lampo,la nuova sfida di Garage Italia Customs