A- A+
Sport
Us Open, Pennetta-Hingis volano in finale. Federer passa sudando

Avanti, Flavia. Agli Us Open la Pennetta, dopo essere stata eliminata ai quarti del singolare da Serena Williams, vola in finale di doppio assieme a Martina Hingis: battute in semifinale per 6-2, 6-4 Cara Black dello Zimbabwe e l'indiana Sania Mirza, terze teste di serie. Ora l'ostacolo russo rappresentato da Ekaterina Makarova ed Elena Vesnina, quarte favorite del seeding. La 32enne brindisina, arrivata al numero uno del ranking di specialita' quando giocava con Gisela Dulko (con l'argentina ha tra l'altro conquistato un Australian Open, nel 2011, ed un Masters, nel 2010), a Flushing Meadows vanta la finale del 2005 in coppia con la russa Elena Dementieva (le due furono sconfitte in tre set da Lisa Raymond e Samantha Stosur). La Pennetta in carriera ha vinto 15 titoli di doppio e disputato altre 16 finali. La Hingis, che compira' 34 anni il prossimo 30 settembre, da parte sua di trofei di doppio ne ha messi in bacheca 38 su 53 finali giocate: la svizzera e' arrivata in vetta al ranking di specialita' a giugno del 1998, aggiudicandosi il trofeo dello Slam a stelle e strisce nel 1998 in coppia con la ceca Jana Novotna. Un traguardo ancor piu' prestigioso dal momento che Pennetta e Hingis hanno cominciato a giocare insieme soltanto lo scorso giugno: al loro primo torneo, sull'erba di Eastbourne, hanno raggiunto la finale fermate solo dalle cinesi di Taipei Hao-Ching Chan e Yung-Jan Chan, mentre quest'estate hanno raggiunto anche gli ottavi a Wimbledon e i quarti a Montreal (battute da Sara Errani e Roberta Vinci).
  
Ma il protagonista della notte a Flushing Meadows e' stato il solito Roger Federer. Dopo che Gael Monfils, senza aver smarrito un set nell'arco di tutto il torneo, ha preso il largo, lo svizzero sapeva di aver bisogno di un mezzo miracolo. L'ha trovato, con una vittoria in cinque set elettrizzante, resa ancora piu' memorabile dal salvataggio di due match point nel quarto set (4-6, 3-6, 6-4, 7-5, 6-2). L'ultimo quarto di finale e' stato dunque anche il piu' ricco di emozioni, ma l'esito finale e' quello che segue il pronostico: questo Federer rinnovato ed efficace torna in semifinale a New York per la prima volta dal 2011, la nona in totale. Dopo i primi due set, decisi in sostanza da due brutti turni di servizio (rispettivamente il settimo del primo set e quello d'apertura del secondo), Federer si e' trovato nell'assoluta necessita' di far succedere qualcosa. E' finalmente riuscito a smuovere il punteggio in suo favore solo in apertura di terzo set, trovando il suo primo break della partita. Ha perso nuovamente il servizio tre game piu' tardi, ma ha subito riconquistato il vantaggio buttandosi a rete. Pochi giochi dopo, strappava a Monfils il primo set dei suoi US Open, fin li' immacolato. Ma e' il quarto set quello che ha visto Federer rischiare la pelle: dopo aver sciupato nuovamente un break di vantaggio, lo svizzero si e' trovato sotto 15-40 sul proprio servizio, sul 4-5. Solo qui, sull'orlo del baratro, e' riuscito finalmente a capovolgere la partita: ha tenuto il servizio con quattro punti di fila, trovando il break nel gioco successivo. Un Arthur Ashe Stadium in totale adorazione l'ha poi spinto verso la vittoria, ormai a portata di mano: il quinto set e' stato quasi una formalita', durato appena 27 minuti.
  
E' la nona volta in carriera che Federer rimonta due set di svantaggio. Questa volta ci e' riuscito anche grazie al suo gioco votato decisamente all'attacco: 74 discese a rete, da cui ha ottenuto 53 punti. Ora il cinque volte campione di questo torneo trovera' Marin Cilic in semifinale (6-2, 6-4, 7-6 al ceco Thomas Berdych). Il croato sta giocando forse il miglior tennis della sua vita, ma contro il 33enne di Basilea partira' con uno scoraggiante record di 0 vittorie, 5 sconfitte. Per Cilic - giusto un anno fa squalificato dall'ITF per nove mesi per essere risultato positivo alla niketamide, sostanza proibita secondo la sezione "stimolanti" della lista WADA - e' la seconda semifinale di Slam dopo quella conquistata nel 2010 agli Australian Open. E oggi a New York si stabilira' la finale femminile: di fronte (ore 19.45 italiane) Shuai Peng contro Caroline Wozniacki; a seguire Serena Williams sfidera' Ekaterina Makarova.
 

Tags:
pennettahingisfinaleus openfederer
in vetrina
Royal Family, Meghan Markle rivelazione veleno di Lizzy Cundy. ROYAL BABY NEWS

Royal Family, Meghan Markle rivelazione veleno di Lizzy Cundy. ROYAL BABY NEWS

i più visti
in evidenza
Wanda Nara, che spacco da urlo Si vedono gli slip... LE FOTO

E quella frase sibillina...

Wanda Nara, che spacco da urlo
Si vedono gli slip... LE FOTO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
FCA What’s Behind: è disponibile il secondo episodio

FCA What’s Behind: è disponibile il secondo episodio


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.