Il Salento d’inverno/ Presepi di cartapesta, presepi viventi, città bizantine e città d’arte. Un nuovo straordinario tour di emozioni

Il Salento ha tanto da far scoprire e raccontare anche d’inverno quando di sera è possibile farsi coinvolgere dai presepi viventi allestiti nei centri storici. Di giorno poi si può curiosare tra le cripte bizantine con le Madonne dagli occhi a mandorla e i Santi Orientali, frantoi ipogei, con uno sguardo ai lavori di ceramica tradizionale.

Questo nuovo pacchetto turistico è stato elaborato dalla rivista di turismo e cultura del Mediterraneo Spiagge (www.mediterraneantourism.it), diretta da Carmen Mancarella in partenariato con Regione Puglia, assessorato al turismo, cultura e Mediterraneo, l’Agenzia Pugliapromozione, i Gruppi di Azione Locale Capo di Leuca e Terra d’Arneo, i Comuni di Supersano e Presicce (capofila) le Unioni dei Comuni della Grecìa Salentina e del Nord Salento.

 

Partner privati i B&B Monsellato (www.bebmonsellato.it), Giardino degli angeli (www.giardinodegliangeli.com), Via del Campo e Cavour di Presicce, gli alberghi Casina dei cari (www.casinadeicari.it), La corte dei nonni (www.cortedeinonni.com), Buon Gusto (www.hotelbuongusto.com) di Supersano, Albaro resort (www.albaroresort.it) di Leverano, gli agriturismi Casale Sombrino (www.sombrino.it) e Le Stanzie a Supersano, i ristoranti Da Enzo a Presicce, Anima e cuore a Galatina, Mangia an terra e stusciate subbra a Novoli, La vecchia fontana a Supersano (www.osterialavecchiafontana.it), le Ceramiche Branca a Tricase, il maestro cartapestaio Claudio Riso, le Cantine Castel di Salve (www.casteldisalve.com) di Depressa, Merica Vini (www.merica.it) di Supersano e l’unica azienda italiana che produce Angus in Italia, Comind srl (www.comind.info), che si trova a Boncore di Nardò, nel Salento.

PRESEPI DI CARTAPESTA, PRESEPI VIVENTI - Lecce è la capitale dei presepi di cartapesta nel mondo. Le  botteghe artigiane animano il centro storico e tra queste la più frequentata è quella di Claudio Riso, lungo il corso principale, Vittorio Emanuele II. Nella sua bottega semipogea i personaggi del presepe, la pastorella, il contadino, la lavandaia, sembrano muoversi al freddo, sotto la pioggia, mentre i loro abiti vengono sferzati dal vento. Dalle botteghe dei cartapestai le statuine del presepe è come se prendessero vita, nei presepi viventi, organizzati in gran numero per tutto il Salento nei centri storici e le antiche masserie. Tra i più originali vi è quello di Sternatia, ambientato nelle vecchie case e tra le corti del centro storico e dove i personaggi parlano in griko.

Tutto il paese collabora alla buona riuscita del presepe. E tra coloro che vi hanno collaborato c’è stato anche il coro polifonico Ars Nova, diretto da Dolores Mancarella e gli alunni del nuovo Liceo Musicale con indirizzo musicale e coreutico (tra i primi cinque in Italia) dell’Istituto di istruzione superiore secondaria Giannelli di Parabita con i pianoforti offerti da Civilla, Maglie.

 

LA GRECIA SALENTINA - Il coro intona canti  e ninne nanne in griko perché siamo nel cuore della Grecìa salentina e qui gli abitanti, parlano ancora oggi il griko, un dialetto molto simile al greco che loro hanno imparato dai primi coloni grechi in età classica e dai monaci bizantini, arrivati nel Salento, intorno all’anno Mille. “Siamo in una vera a propria isola linguistica”, commenta il presidente dell’Unione della Grecìa salentina, Luigino Sergio, “in undici comuni nel cuore del Salento, si parla ancora la lingua grika, un dialetto molto simile al greco moderno e noi ci siamo prefissi l’obiettivo di conservare e diffondere il griko, anche tra i giovani”.

Al via dunque le scuole di griko, finanziate dall’Unione della Grecìa salentina e aperte a chi di griko non capisce neppure una parola e chi invece lo ha sentito parlare in casa e vuole approfondire la conoscenza di questa lingua. “Una lingua che trae origine sin dall’antichità classica con Omero e che è arrivata nel Salento con i primi coloni greci”, commenta il vicepresidente dell’Unione della Grecìa salentina, Gianni Palma, “ma che ha ricevuto poi un ulteriore impulso dall’arrivo dei monaci bizantini nel Salento, intorno all’anno Mille”.

 

LA TERRA D’ARNEO - Intanto nella Terra d’Arneo, un vasto territorio del Salento, che si affaccia sul mar Ionio, tra Porto Ceasareo, Nardò, Veglie e Leverano l’innovazione premia. Tra Veglie e Nardò scopriamo l’unica azienda italiana che produce aberdeen angus, una razza bovina particolarmente pregiata nata in Scozia e che ha trovato il suo habitat naturale anche nel Salento. La scommessa è stata quella di importare dall’Irlanda in Italia una razza bovina particolarmente pregiata, l’aberdeen angus, originaria della Scozia. Oggi 200 capi vengono allevati allo stato brado su 100 ettari di terreno nella tenuta Vantaggiani, una masseria del ‘700 tra Nardò e Veglie. Gli angus pascolano liberamente per tutta la vasta tenuta.

La razza è stata riconosciuta con decreto dal Ministero dell’Agricoltura. Inoltre l’azienda, la Comind srl (www.comind.info) si  è dotata dell’etichettatura facoltativa per garantire la tracciabilità delle carni, che si possono acquistare anche nei punti di eccellenza della grande distribuzione (Conad). Risultato? Fatturato e numero di dipendenti in crescita.

“Abbiamo fatto dell’eccellenza il nostro cavallo di battaglia”, dice il presidente della Comind srl, Tommaso De Pasquale. “Due anni fa, quando abbiamo deciso di avviare questo allevamento non ci aspettavamo risultati così gratificanti”.

“Gli angus”, spiega l’agronomo dell’azienda, dottor Salvatore Rolli, “vengono nutriti con mangime fresco che cresce spontaneamente o che viene coltivano con metodi biologici nella stessa azienda. A partire da maggio, si usa il fieno e l’erba secca per il clima particolarmente caldo che caratterizza in estate il Salento. Gli animali non hanno ricovero, ma vivono allo stato brado perché ci siamo resi conto che in questo modo tuteliamo  la loro salute”.

“Siamo nella Terra d’Arneo, una terra particolarmente vocata all’allevamento”, spiega il presidente del Gruppo di azione locale, Cosimo Durante, “il suo nome viene infatti dal latino Agnus, Agnello e qui sono particolarmente diffuse le aziende agricole e gli allevamenti”.

A Leverano la città dei fiori, visitiamo il primo mercato dei fiori della città, l’Albaro, dal dialetto salentino, All’Aru, dove si può ammirare una chiesetta dalle origini bizantine. La struttura è oggi un resort di charme, Albaro resort.

Tantissime sono poi le città d’arte su tutto il territorio del Gal. Tra i più suggestivi centri storici vi è quello di Copertino, con il castello, interamente recuperato dalla Sovrintendenza, dove si può ammirare una chiesetta dedicata a Santa Maria Maddalena e la cappella degli Strafella. Ma Copertino è conosciuta al mondo per aver dato i natali a San Giuseppe, il Santo dei voli, tanto amato da Carmelo Bene, protettore dell’aviazione e degli studenti. Il 23 febbraio, in occasione dei 350 anni dalla morte, faranno ritorno da Osimo a Copertino le Sacre Spoglie, vicino alla stalla, dove il Santo dei Voli nacque.

 

LE CRIPTE BIZANTINE CON LE MADONNE DAGLI OCCHI A MANDORLA - Ma esiste ancora un Salento magico e misterioso, poco conosciuto dai più. A Patù, sul mar Jonio, vicino a Santa Maria di Leuca si può ammirare la Centopietre, un monumento costruito con i cento massi che appartenevano alla Città Messapica di Vereto e che, sembra sia stata la tomba di un generale bizantino, Gimignano, caduto in guerra mentre combatteva contro i franchi.

A Tricase, sul filone dell’arte bizantina, sono da ammirare gli affreschi conservati nella Cripta della Madonna del Gonfalone, restaurata con fondi europei dal Gruppo di azione locale del Capo di Santa Maria di Leuca. A Miggiano, nella cripta di Santa Marina, si può scoprire un affresco raro: la morte di Maria (Dormitio Virginis). Girando per Tricase, dove ha sede il Gruppo di Azione locale, è d’obbligo una tappa nella bottega di Ceramica di Agostino Braca, che vi stupirà con gli innaffiatioi i ceramica salentini e vi farò provare il tornio.

Tappa golosa, poi a Galatina, nel ristorante Anima e Cuore per degustare gli gnocchetti all’ortica e poi, fare merenda con il famoso pasticciotto leccese, nato proprio a Galatina. La pasticceria Eros, in piazza Santi Pietro e Paolo, a due passi del ristorante, ve ne servirà tra i più gustosi e fragranti.

SUPERSANO E LA MADONNA DI COELI MANNA - Incastonata nelle Serre Salentine, accanto al Santuario, ecco la Cripta bizantina della Madonna di Coeli Manna. E’ una grotta, che sembra sia stata frequentata sin dalla Preistoria. Si possono ammirare i dolci occhi a mandorla della Madonna bizantina di Coeli Manna e, facendo una piacevole passeggiata lungo i sentieri della pineta che arrivano fino alla cripta, visitare il Santuario seicentesco con la volta a stella dalle sei punte.

Lì vicino troverete l’Albero della Manna, unico esemplare nel Mediterraneo, dopo quelli siciliani.

Ma a Supersano si possono visitare anche le masserie storiche aperte all’ospitalità: le Stanzie, attraversata da un’antica strada romana, Casale Smbrino, Macrì e Pizzofalcone. La campagna, dalla terra rossa, digrada dolcemente lungo le serre salentine, lasciando spaziare lo sguardo fino all’orizzonte. Siamo alla stessa distanza tra mar Adriatico e Jonio. Con i vecchi carretti i volontari dell’Associazione Amici del Cavallo di Supersano, vi faranno fare una piacevole e rilassante passeggiata a cavallo tra la campagna e le masserie della zona. E per i più avventurosi, c’è la possibilità di noleggiare velivoli ultraleggeri a due posti della Scuola di Volo 191 Aero Club di Brindisi, che atterra sulla pista privata accanto alla masseria Macrì a Supersano.

 

L’ELIPORTO DI SUPERSANO - Tra le masserie seicentesche uno sguardo alla modernità. Proprio vicino alla masseria Macrì, per conto della Regione Alidaunia ha realizzato un eliporto, che servirà al momento per il primo soccorso e il servizio di protezione civile e antincendio, ma che presto potrebbe essere utilizzato anche da elicotteri privati. Si trova accanto alla  pista di volo privata, utilizzata dalle scuole di volo salentine e che ha visto atterrare di recente anche il famoso pilota di F1 Shumaker.

 

 

 

 

Dove dormire

 

In una casa di fine ‘800 con i tetti a volta e le camere da letto ampie. All’interno un ampio e curato giardino;

B&B Monsellato, via XX Aprile, 34 Presicce, tel 0833. 72 12 77

Cell. 349. 53 31 066 (Cesare); 349. 65 84 097;

www.bebmonsellato.it

info@bebmonsellato.it

 

 

Circondato da uliveti e vicina alla Chiesa affrescata di Santa Maria degli Angeli, le ampie camere sono state ricavate da una ex manifattura. I mobili in legno sono stati realizzati artigianalmente;

B&B Giardino degli Angeli, contrada Angeli, Presicce, tel. 329. 90 35 261;

www.giardinodegliangeli.com

info@giardinodegliangeli.com

 

In ambienti moderni, camere ampie, dotate di tutti i comfort;

B&B Via del Campo, via Angelo Ciullo medaglia d’argento, 9, Presicce, tel. 334 688 3343 (Romeo Corchia, titolare),

 www.bbviadelcampo.com

bbviadelcampo@libero.it

 

 

In centro, ampie e moderne camere dai bagni spaziosi

B&B Cavour

Via Cavour 20, Presicce

Tel. 347 47 49 962 (titolare Luigi Pepe);

luigi.bbcavour@gmail.com

 

Un’antica casina di campagna, immersa dal verde con ampia piscina e sala ricevimenti ad appena 3 chilometri dal mare;

Casina dei cari, strada provinciale Presicce Lido Marini, Presicce, tel. 0833. 71 12 84;

393 97 07 941;

www.casinadeicari.it

info@casinadeicari.it

 

Hotel Corte dei Nonni, rione Padreterno 38, tel. 0833.73 02 23; 335. 121 43 44;

www.cortedeinonni.com

info@cortedeinonni.com

 

Buongusto Hotel&restaurant, via Nociglia, 38, Supersano; tel. 0836. 63 24 43; 339. 69 43 480;

www.hotelbuongusto.com

info@hotelbuongusto.com

 

Albaro Resort, strada provinciale Leverano – Porto Cesareo, Leverano, tel. 0832. 91 19 82; 393. 92 03 624;

www.albaroresort.it; info@albaroresort.it

 

 

Dove mangiare

 

Ristorante arrosteria da Enzo, piazza Sandro Pertini, 8, Presicce, tel. 348 57 38 690

 

Ristorante Anima e Cuore, corso Garibaldi, Galatina, tel 0836. 56. 43. 01; 329. 227. 32. 00 (Alessandro)

animaecuore11@libero.it;

 

Casale Sombrino, strada provinciale 362 Supersano-Cutrofiano, 32, Supersano

Tel. 0833 63 12 73; cell. 347. 27 02 176 (Carmenita)

www.sombrino.it; info@sombrino.it

 

Le Stanzie, strada provinciale 362 Supersano-Cutrofiano, Supersano

Tel. 0833. 63 24 38; 340. 10 88 978 (Donato);

 

Trattoria: Mangia a nterra e stusciate subbra, via Lecce ang. Via Madaro sn – Novoli,

tel. 328. 12 66 043;

Gruppo Facebook Mangia a nterra e stusciate subbra;

roberta.pelle@live.it

 

Osteria Pizzeria La Vecchia Fontana, via Vittorio Emanuele 32, Supersano, tel. 331. 57 83 106; 340. 38 86 744

www.osterialavecchiafontana.it

info@osterialavecchiafontana.it

errico585@libero.it

 

Dove acquistare prodotti tipici

Pasticceria Eros, piazza Santi Pietro e Paolo, Galatina;

 

Ceramica Branca, via Tempio 32, 0833. 54 51 20

 

Maestro cartapestaio, Claudio Riso (via Vittorio Emanuele, 27, tel. 0832. 24 34 10)

 

Azienda vitivinicola Castel Di Salve, piazza Castello 8, Depressa di Tricase, tel. 0833. 77 10 41; www.casteldisalve.com;

 

Merica Vini, via Vittorio Alfieri, 254, Supersano, tel. 0833. 63 30 79; www.merica.it

info@merica.it

 

Comind società agricola srl

SP 109, km 8+900, provinciale San Pancrazio – Torre Lapillo, 72 050 Villaggio Boncore, Nardò (Le)

Tel. 346. 15 69 121; 346. 15 69 125

www.comind.info; info@comind.info

 

Civilla, strumenti musicali, via Giannuzzi 24, Maglie, tel. 339. 61 42 424  francesco.civilla@libero.it

 

Istituto d’istruzione secondaria superiore, Enrico Giannelli, Liceo musicale con indirizzo musicale e coreutica, via Fiume 7, Parabita (Lecce)

leis033002@istruzione.it;

 

Associazione coro polifonico Ars Nova di Melendugno, direttore Dolores Mancarella;

dolores_mancarella@yahoo.it

 

 

Comitato presepe vivente Sternatia


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

In Vetrina

Belen e Iannone si sono lasciati. E Stefano De Martino...

In evidenza

Yespica-Bossari, cena per due Grande Fratello, il confronto

I sondaggi di

Secondo te, chi ha maggiori possibilità di sconfiggere Matteo Renzi alle prossime elezioni politiche?

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it