I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Controvento
Però la vedetta lombarda era un maschietto

La presidente della Camera Laura Boldrini, infaticabile in difesa dei diritti delle donne e nella promozione della parità di genere, ha aperto il nuovo fronte della lingua usata dai media, ancora troppo maschilista. E’ vero, si può fare molto: dire e scrivere ministra, come si fa con maestra. E poi avvocata, architetta. Ovvio che presidente va bene sia al maschile che al femminile, perché alla radice è un participio presente: la o il presidente, proprio come diciamo la insegnante, la preside. Si può andare anche più in là, con la giudice e la magistrata.
E’ ora di rimuovere vecchie pigrizie che risalgono a quando certi ruoli e mestieri erano riservati ai maschi. “Nessuno – argomenta Boldrini – chiamerebbe maestra un uomo solo perché tra gli insegnanti elementari le donne sono la quasi totalità".

Però qualcosa non funziona: la Piccola vedetta lombarda, racconto patriottico di Edmondo De Amicis, narra di un bambino di 12 anni, morto durante una battaglia tra i Piemontesi e gli Austriaci nella Seconda guerra d’indipendenza. E proprio i militari abbondano di termini al femminile applicati soprattutto agli uomini: recluta, sentinella, guardia (per es. di finanza).
Altrettanto vale per le guide alpine. Se un uomo pretendesse la maschilizzazione della sua qualifica (come il guardio giurato), lo prenderebbero per pazzo.
Poi ci sono i casi particolari: cantanti donne come soprano e contralto sono declinate al maschile.
Conclusione? Aggiorniamo gli usi e il linguaggio giornalistico, ma – per favore – senza editti che ricordano il voi di Mussolini, evitando eccessi di zelo e appelli per crociate ridicole.

 

Tags:
boldrini
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.