I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Controvento
L’Islam è Medioevo, ma non tutto è feroce. Di Marco Volpati

Con l’ossessione per la “lettera” del Corano, l’impossibilità di distinguere tra stato e religione, l’inferiorità imposta alle donne nella società, in famiglia e persino nell’abito, l’Islam – preso nel suo complesso – è fermo al Medioevo.

Bisogna però distinguere tra Medioevo mite e feroce. Quello di San Francesco d’Assisi era sicuramente mite . E oggi molti musulmani rispettano tanto le proprie regole di vita e di culto, quanto le persone diverse da loro.

All’opposto, si ispirano al Medioevo feroce terroristi e miliziani islamisti che massacrano, torturano e sgozzano gli “infedeli” (compresi alcuni musulmani di tendenza diversa).

Medievali feroci sono anche i padri che uccidono le figlie perché vogliono vivere all’occidentale (il caso Hina Saleem, assassinata in provincia di Brescia dalla sua famiglia) e tutti quelli – islamici o no - che clandestinamente sottopongono le bambine alla barbarie dell’infibulazione. E anche chi distrugge chiese, monumenti e libri o fa saltare in aria i Buddha di Bamiyan: ferocia meno cruenta, ma sempre orrenda.

Nel campo occidentale ci sono tracce, ridotte, di medievalismo. Per lo più del genere “mite”, come i conventi di clausura o i villaggi americani abitati dagli Amish che rifiutano tutte le modernità: le loro usanze non mettono in forse la convivenza con la società moderna. C’è anche qualche presenza che tende al medievalismo feroce, come le sette ultratradizionaliste e naziste presenti soprattutto in Europa centrale: ma sono ben individuate e tenute d’occhio.

Per inciso: se è vero che il romanzo Sottomissione di Houellebecq, che sta per uscire, ipotizza una società armoniosa e florida perché è sparita la disoccupazione dopo che le donne hanno rinunciato a lavorare, questa mi sembra una colossale castroneria: senza l’apporto di lavoro e di ingegno della metà femminile della popolazione – lo dicono gli studi economici – la società va in crisi e la povertà dilaga. Si arretra, appunto, verso il Medioevo.

Tags:
islam
in evidenza
Satta-Berrettini, la mossa di Melissa spiazza tutti

Gossip sorprendente

Satta-Berrettini, la mossa di Melissa spiazza tutti


in vetrina
Nespresso, ottenuta certificazione per la parità di genere

Nespresso, ottenuta certificazione per la parità di genere


motori
Nasce a Milano la Stellantis Brand House

Nasce a Milano la Stellantis Brand House

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.