I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Controvento

Il governo di Kiev ha due problemi, uno esterno (Putin) e uno interno, i suoi cittadini dell' Est che si sentono parte della Russia.

Nonostante le apparenze Putin è il problema minore; è aggressivo, certo, e ha rispolverato la dottrina di potenza della ex Unione Sovietica,  pretendendo che nessuno Stato ai suoi confini faccia parte di un’alleanza militare (la Nato) che gli è estranea e potenzialmente ostile.

I guai maggiori stanno all’interno dei confini, e non sono nati oggi. Da più di un decennio a Kiev si alternano governi filo-occidentali, come quelli guidati da Julia Timoshenko, e filorussi capeggiati da Viktor Janukovyc: gli uni e gli altri hanno visto l’opinione pubblica spaccata. E l’ultimo esecutivo filorusso è caduto all’inizio di quest’anno, non per un voto popolare ma per effetto di violente rivolte.

L’Occidente e la UE accusano Mosca di attuare un’invasione mascherata, e invocano il rispetto dei confini. Putin agita un principio diverso, l’autodeterminazione dei popoli:  se nella regione di Donetsk e in tutto l’Est dell’Ucraina la gente si sente russa, bisogna dare retta alla gente. Del resto questo è già accaduto in Crimea: legittimo o no, il referendum dello scorso marzo ha detto che i cittadini vogliono stare con Mosca; l’Occidente ha abbozzato e la Crimea è già passata di là.

Il paradosso e che tra Mosca e l’Occidente si sono invertite le parti dai tempi della Guerra Fredda: allora l’URSS chiedeva l’intangibilità dei confini, per negare scelte autonome in Germania Est, Polonia, Ungheria, Cecoslovacchia. A Ovest si invocava invece la scelta autonoma dei popoli.

Oggi se si tenessero altri referendum le Ucraine sarebbero due: una filo UE con capitale Kiev, l’altra legata a Mosca attorno a Donestk. Questo metterebbe fine alla crisi, ma sarebbe una sconfitta per Kiev, la Nato, la UE e gli Stati Uniti.
Difficile, anzi impossibile, che ci si arrivi

Tags:
volpati
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.