A- A+
Controvento
Migranti, se l'Europa non li vuole non ci resta che chiudere


Francia, Spagna, Austria, Malta, più tutti gli stati balcanici. E in blocco tutti, nessuno escluso, i paesi dell’Est europeo. Accomunati da una netta determinazione: no ai migranti, no all’apertura delle frontiere. Non tutti mobilitano l’esercito come l’Austria, ma la politica è la stessa. Anche la Germania di Angela Merkel, dopo che ha risolto – a spese UE – la grana del corridoio balcanico che partiva da Turchia e Grecia, adesso è molto meno “aperta” ai nuovi arrivi; anche perché in autunno si vota per il Bundestag.

Paesi che fino agli anni ‘90 erano comunisti sono passati dall’abbraccio ai “proletari di tutto il mondo” alla chiusura sciovinista verso gli stranieri, quelli poveri ovviamente.

Si dice tanto che “l’Europa non c'è” sui migranti. Per la verità l’Europa è presente, ed è contro, quasi tutta.

Personalmente – ma so di essere in minoranza – mi convincono più Bergoglio e Tito Boeri che Salvini e Marine Le Pen. Penso, non tanto col cuore ma proprio con la testa, che una politica umanitaria con un’immigrazione ordinata porterebbe all’Europa, e anche a ciascuno di noi, più bene che male.

Però il vento, oggi, tira nella direzione opposta; e soffia forte. Anche in Gran Bretagna, dove la Brexit ha indicato la strada della chiusura.

Che fare? L’Italia, o fa da sé - come disse incautamente Renzi quando era ancora premier- si mette controcorrente e sceglie di diventare l’approdo privilegiato, anzi unico, dei disperati d’Africa e Medio Oriente, accontentandosi di pacche sulle spalle e lodi ipocrite di cui Bruxelles e i vari partner sono generosissimi anche in questi giorni. Oppure si adegua al clima che si respira in Europa. Prende atto che non c’è modo di costringere gli altri a partecipare: a Bruxelles; a Strasburgo dove il Parlamento Europeo latita o sbadiglia; domani a Tallin con il vertice UE già fallito in partenza, vincere la partita è impossibile. Su 27 membri dell' Unione, potrebbero stare con noi in tre o quattro.

Non resta che farsene una ragione: l’Europa i migranti non li vuole – economici o rifugiati che siano, e poi valli a distinguere – e allora “stare con l’Europa” vorrà dire adeguarsi, convinti o no. Cioè chiudere, come fanno gli altri, le porte d’ingresso.

Tags:
migrantimigranti chiusura frontieremigranti frontiere chiuse
Loading...

i più visti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Kia Sportage, In arrivo l’edizione speciale Black Edition

Kia Sportage, In arrivo l’edizione speciale Black Edition


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.