Advertisement

Rigoletto

di Angelo de' Cherubini

A- A+
Il rigoletto
Il Rigoletto/Vita da Social

La tecnologia pervade tutta la nostra giornata di lavoro, tempo libero, amori, svago, e l'ha cambiata. Ecco qualche avvertenza utile da seguire.
GIANCARLO MAZZUCA                        

AGOSTINO PICICCO vive a Milano dove lavora come coordinatore delle Presidenze di Facoltà dell'Università Cattolica.

Ha vissuto a Giovinazzo (Bari) gli anni dell'adolescenza partecipando attivamente all'associazionismo cittadino. Ha conseguito la laurea presso l'Università Cattolica di Milano e, successivamente, l'abilitazione professionale di avvocato e di giornalista pubblicista. Ha operato nella direzione di collegi universitari milanesi. Collabora come giornalista per riviste locali. Partecipa con ruoli di responsabilità alla vita di diverse aggregazioni sociali, in particolare coordina le attività culturali dell'Associazione Regionale Pugliesi di Milano. È componente del Consiglio Generale della Fondazione don Tonino Bello. Per la Ed Insieme ha pubblicato i volumi Meridione ed emigrazione (2002), A Sud l'orizzonte si è schiarito (2003), L'amicizia: un'avventura meravigliosa (2006); I roghi accesi dal maestro (2008); Nel riverbero dí cento ideali (2012); 7 voglio bene (a cura, con Giancarlo Piccinni) (2013); La semplicità delle piccole cose (2014). Per le Edizioni Messaggero di Padova i volumi Padre Agostino Gemelli (2005), Armida Barelli (2007), Ludovico Necchi (2010).  

 

La prefazione
Sono lieto di presentare questo libro dell'amico Agostino Picicco, quasi uno stringato manuale tecnologico ad uso dell'uomo comune.


Il tema dei social, della comunicazione nella società globale, delle insidie di facebook, è attuale e riguarda il vissuto di ogni persona.


Picicco, in linea con le sue precedenti pubblicazioni, lo affronta con taglio giornalistico e con il bagaglio della sua esperienza di vita e di riflessione, a tratti con arguzia e simpatia, soprattutto negli aspetti più evidenti della nostra quotidianità e nel confronto con un tempo neppure tanto passato (quando — per intenderci — l'informazione era collegata all'uso dei gettoni...).


Cogliendo lo spirito dell'autore, concordo sul fatto che oggi non siamo schiavi di questi strumenti ma ne siamo piacevolmente attratti e aiutati, tenendo presente qualche avvertenza che è utile seguire.

vita da social
 

Siamo contenti di riuscire — tramite la tecnologia — ad avere sotto controllo l'intero sistema delle nostre relazioni da quelle importanti a quelle più futili, talvolta anonime, comunque sostenitrici della nostra autostima.
Il rovescio della medaglia di tale facilità di relazioni (che vanno comunque seguite, coltivate, conservate) è la rinuncia al nostro privato, ma ormai è un fenomeno generalizzato e accettato dalla coscienza sociale.


Inoltre, in un'epoca in cui i contatti col mondo sono affidati per lo più ai messaggi digitali, buona parte del nostro tempo è espropriato dall'assillo del tablet e dall'inserimento nei social dei frammenti della nostra esistenza.


L'uso del tempo ha subìto un contraccolpo considerando quanto ne impieghiamo (perdiamo?) nella gestione delle relazioni tecnologiche. Così è agevolato chi riesce ad essere più rapido nel dare una notizia o una risposta, non lasciandosi travolgere dagli eventi, dalla pigrizia, dalla pioggia di messaggi che poi restano inevasi.


Il segreto dell'uomo contemporaneo è quello di saper gestire le relazioni attraverso l'utilizzo sapiente del tempo non facendosi distrarre da un uso futile, lezioso, ansioso della tecnologia. Chi riesce a trovare e ad amministrare quel tempo ha più possibilità di riuscire ad emergere, ad essere efficiente e... a vivere meglio, magari dedicando anche tempo ed energie agli altri.


La tecnologia pervade tutta la nostra giornata di lavoro, tempo libero, amori, svago, e l'ha cambiata. Ogni tanto viene un po' di nostalgia, come sottolinea l'autore, per quegli strumenti un po' antiquati che trovavano il minimo comune denominatore nel rapporto diretto e personale, efficace nel rinsaldare una relazione e nel far nascere un'amicizia. Stile che, come precisa Picicco, va riportato anche nella nuova dimensione relazionale e tecnologica (le mail ben scritte, il bon ton del cellulare, il galateo di facebook).


Mi piace, alla luce delle riflessioni dell'autore, rimarcare la differenza tra "trasferire informazioni" e "comunicare", facendo attenzione e non invadere di messaggi banali le chat dei vari contatti. Talvolta occorre davvero saper frenare le dita: avere disponibilità di mezzi non vuol dire essere obbligati ad usarli.

Più utile è badare ai contenuti da veicolare, alla luce del fatto che non sempre il canale più immediato è anche il più opportuno.


In tal senso mi pare buona cosa tenere presenti le considerazioni di Agostino Picicco che ci possono aiutare a riflettere e vivere meglio.


Si parlava di gestione del tempo: il tempo dedicato a questa lettura sarà sicuramente ben impiegato per comprendere, in modo semplice e piacevole, il mondo della tecnologia di comunicazione e della valorizzazione delle relazioni personali.
GIANCARLO MAZZUCA

 

 

Tags:
vita da socialagostino picicco
Loading...
in vetrina
ELISABETTA CANALIS A SENO SCOPERTO PER LA MILANO FASHION WEEK 2020. Foto delle Vip

ELISABETTA CANALIS A SENO SCOPERTO PER LA MILANO FASHION WEEK 2020. Foto delle Vip

i più visti
in evidenza
Meghan-Harry, vince la Regina Addio al marchio Sussex Royal

Royal Family News

Meghan-Harry, vince la Regina
Addio al marchio Sussex Royal


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz protagonista al Salone di Ginevra 2020

Mercedes-Benz protagonista al Salone di Ginevra 2020


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.