A- A+
Affari Europei
Stop ai campanacci per le mucche, sì al gps. Insorge il Parlamento svizzero

Ha creato un vero caso politico la ricerca del Politecnico di Zurigo che ha sollevato dubbi sugli effetti per la salute delle mucche, soggette al suono e al peso costante dei campanacci. Secondo l'Università elvetica sarebbe più salutare per le vacche indossare dei gps in modo da poterle rintracciare ovunque.

Una proposta che ha sollevato un vero putiferio in Parlamento dove la lobby degli agricoltori si è messa di traverso. Il no ha ragioni tecniche, visto che in alcune zone è difficile che i gps abbiano campo. Ma anche culturali: il gruppo di deputati denuncia lo studio del Politecnico come un tentativo di mettere in discussione le pratiche degli allevatori, “insieme alle nostre tradizioni, usi e costumi, parte del nostro patrimonio”.

Tags:
campanaccimucchesvizzeragps
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.