A- A+
Affari Mondiali
Brasile vince con super-Neymar e rigore farsa. E 11 milioni in tv

Brasile-Croazia è un trionfo di auditel. Su Rai1 la partita inaugurale dei Mondiali 2014 ha avuto 9.141.000 spettatori con uno share degno di Sanremo sino al 41.14%. Non basta, perché a questi numeri vanno aggiunti quelli di Sky Sport che ha avuto 1.825.000 spettatori pari all’8.23%. Morale: circa 11 milioni e quasi il 50% di share.

Kovac: "Una vergogna, meglio andare a casa" - "Se quello è rigore, non possiamo più giocare a calcio. Piuttosto diamoci al basket, è una vergogna: parliamo di rispetto e noi non siamo stati rispettati. Se questo è il modo per cominciare il Mondiale, meglio mollare e andare a casa".

Neymar: "Serata da sogno" - "E' stata una serata da sogno per me, speravo nella vittoria. Ho iniziato bene il Mondiale con due gol, sono molto felice per aver contribuito al successo. Sono stato ammonito ma non avrò paura nelle altre gare, giocherò senza avere alcun tipo di preoccupazione".

Brasile vince con super-Neymar, ma polemiche su rigore - Neymar e' esploso subito: con una doppietta del barcellonista, il Brasile ha cominciato bene il Mondiale, anche se il rigore del secondo gol ha mandato in bestia i croati. Se ne discutera' molto, ma il giapponese Nakamura e' parso decisissimo. Non e' stata tuttavia una facile vittoria, quella dei padroni di casa. Una bella Croazia, in ogni caso. Gioco maschio, veloce: il Brasile ha sofferto nelle fasi iniziali, quando Marcelo ha deviato nella propria porta. Poi Neymar ha fatto vedere di essere il piu' bravo e il suo sinistro ha raddrizzato la partita: la zampata del campione. Il rigore del secondo gol non e' stato limpidissimo e Pletikosa ha quasi preso il tiro dell'asso del Barcellona, subito in corsa per il titolo di capocannoniere. Buona la prima, quindi: il Brasile e' in festa.

La vittoria nella partita d'esordio contro la Croazia ha fatto esplodere il Carnevale attorno alla squadra di Filipao Scolari, che ha cominciato nel ruolo di favorita in questo Mondiale, mantenendo le promesse, ma solo per il risultato, non per il gioco. La squadra di Niko Kovac ha cercato di oppporsi alle maggiori dote tecniche dell'avversario, ma non e' stata fortunata, specie nel secondo tempo, prima del terzo gol di Oscar in contropiede. Il risultato e' un po' ingannevole. Qualche sorpresa di Kovac, che - privo dello squalificato Mandzukic - ha schierato Lovren e Kovacic rinforzando il centrocampo, non ha un po' spiazzato i brasiliani che hanno giocato in un clima di esaltazione. La sontuosa cerimonia d'apertura ha inorgoglito anche i piu' critici. Impressionante il momento dell'ingresso in campo, con i brasiliani che si tenevano tutti in fila con la mano sulla spalla e commovente il canto dell'inno nazionale. Tre colombe sono state lanciate in cielo in segno di pace. Finite le cerimonie formali e passata la emozione generale, la Croazia, con un ferreo controllo del centrocampo e alcune ripartenze fulminanti, ha messo in difficolta' la difesa brasiliana. Le incursioni di Olic e le volate di Modric hanno lasciato di stucco tutti e cosi' all'11', su un traversone di Olic da sinistra, Jelavic non e' riuscito a colpire bene e Marcelo involontariamente ha infilato Julio Cesar. Oh, certo il Brasile ha reagito e Neymar ha fatto volare un Pletikosa miracoloso. L'asso del Barcellona e' andato a pareggiare al 29' dopo una palla conquistata a centrocampo da Oscar: da posizione centrale il cannoniere brasiliano ha esploso un sinistro rasoterra che ha carambolato sul palo e si e' insaccato. Gran gol. Perisic e' stato fra i piu' attivi della squadra croata che non e' restata a difendere.

Il pareggio ha tuttavia dato coraggio alla squadra di Scolari, che ha cominciato ad esercitare un gioco piu' pressante. Marcelo si e' impegnato per far dimenticare l'autogol. E' entrato in scena anche lo spray per segnare il posto delle barriere: effetto curioso. Scolari deve aver sistemato qualcosa nell'intervallo, il Brasile e' partito meglio, ma la Croazia non ha concesso molto, in verita'. Oscar e' sembrato molto piu' determinato, ma i verde-oro hanno perso molte palle in mezzo al campo: male Paulinho, sostituito dall'interista Hernanes.

J-LO E LA CERIMONIA DI APERTURA, ECCO LE FOTO

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
brasileneymarrigoremondialicroazia
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021