A- A+
Affari Mondiali

In Brasile la prima testa a rotolare per la sanguinante sconfitta contro la Germania sara' quella di Felipe Scolari. Ne e' convinta la stampa brasiliana che indica gia' un favorito per la successione: Adenor Leonardo Bacchi 'Tite'', il 53enne ex allenatore del Corinthians con cui nel 2012 ha conquistato Coppa Libertadores e mondiali per club. Tite' ha lasciato il club di san Paolo al termine dell'ultima stagione e attualmente e' disoccupato. Quello che i media locali danno per certo e' l'addio dell'attuale ct Scolari. Al 66enne tecnico del Rio Grande del sud verra' chiesto di dimettersi dopo la finalina per il terzo posto, in programma sabato, nonostante in precedenza sia il presidente uscente della federcalcio Jose' Maria Marin che quello subentrante Marco Polo De Nero, gli avessero chiesto di restare anche oltre il mondiale. La sua seconda era alla guida del Brasile, dopo il trionfo ai mondiali del 2002, si chiudera' con la conquista di una Confederations Cup e un bilancio di 38 vittorie, sette pareggi e dieci sconfitte, una delle quali pero' destinata a restare scolpita fra le tragedie del calcio brasiliano.

Intanto un video della Espn ha mostrato Neymar già in piedi che camminava. Avrebbe potuto recuperare per l'eventuale finalissima? Difficile dirlo...

Futuro vicepresidente della Federazione brasiliana critica Scolari, ct replica - "Scolari e' stato troppo testardo in ogni momento, dalle convocazioni al sistema di gioco scelto, ha sbagliato tutto. Una cosa posso assicurare, Felipao non guidera' mai piu' una selezione brasiliana, la sconfitta con la Germania e' una vergogna. Diro' di piu', dovrebbe ritirarsi e nessun club brasiliano dovrebbe offrirgli la panchina". Accuse pesanti che non arrivano da un tifoso, ma da Delfim Peixoto che la stampa brasiliana presenta come futuro vice-presidente della Cbf e attuale presidente della Federazione dello stato di Santa Catarina. Scolari ha replicato a muso duro in conferenza stampa. "L'unico titolo che una squadra di Santa Catarina ha vinto l'ho portato io - ha spiegato il ct verdeoro che nel 1991 vinse la Coppa del Brasile con il Criciuma -. Lui deve inginocchiarsi e chiedere la benedizione per me, non hanno vinto nulla se non con me". Scolari capisce che l'1-7 in una semifinale Mondiale e' inaccettabile per il Brasile, la grande favorita che doveva riportare la Coppa a casa. "La gente deve trovare il modo di superare quello che e' successo, e' stato uno tsunami, ma dobbiamo andare avanti", ha concluso Scolari.

Scolari si scusa: peggiore giorno mia vita - Il ct della nazionale brasiliana, Luiz Felipe Scolari, si e' assunto ogni responsabilita' per la devastante sconfitta subita nella prima semifinale dei Mondiali di Calcio contro la Germania. "Chiedo scusa a tutto il popolo per questo risultato negativo", ha dichiarato Scolari durante la conferenza stampa del dopo-partita. "Il catastrofico risultato e' condiviso da tutto il gruppo", ha aggiunto, "ma la responsabilita' e' mia: sono io quello che ha fatto le scelte sbagliate. Se penso alla mia vita, credo che questo sia il giorno peggiore di tutti". L'allenatore del Brasile si e' dunque rammaricato per il fatto che sara' con tutta probabilita' ricordato solo per la disfatta per 1-7 a opera dei tedeschi. I verde-oro non perdevano in casa durante una competizione dal 1975. La nazionale brasiliana si giochera' il terzo posto a Brasilia sabato prossimo.

DURO ATTACCO DELL'AGENTE DI NEYMAR A SCOLARI - Wagner Ribeiro, agente di Neymar, elenca in modo ironico le caratteristiche necessarie per diventare commissario tecnico del Brasile: "Non vincere nulla col Portogallo, essere cacciato dal Chelsea, allenare in Uzbekistan, portare il Palmeiras alla B, dimettersi 56 giorni prima per evitare la retrocessione, essere un vecchio str...o, arrogante, disgustoso, prepotente e ridicolo".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
scolariadenor leonardo bacchititeselecao
in evidenza
Ciclone al Sud, sole al Nord Il meteo divide l'Italia in due

Come sarà il weekend

Ciclone al Sud, sole al Nord
Il meteo divide l'Italia in due

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Nuovo Mercedes Citan, piccole dimensioni per un grande van

Nuovo Mercedes Citan, piccole dimensioni per un grande van