A- A+
Affari Mondiali
Zaccheroni: "Non mi candido a ct, tocca alla Figc decidere"

"Il mio nome circola dal giorno dopo la vittoria in Germania, sono gia' passati 8 anni...". Alberto Zaccheroni non si scompone, ormai alle indiscrezioni sul suo possibile approdo sulla panchina della Nazionale italiana e' abituato. "Posso dire quello che ho detto anche l'anno scorso dopo la Confederations Cup: molti si candidano, ma io non mi metto fra questi, credo che tocchi ai dirigenti federali valutare le caratteristiche dell'allenatore giusto per questo momento molto importante", ha aggiunto Zaccheroni ai microfoni di Sky Sport 24.

Intanto ha chiuso la sua avventura con il Giappone dopo 4 anni molto intensi. "Per l'esperienza che ho vissuto dovevo essere io a pagare visto tutto quello che mi hanno dato - ha spiegato Zac - Nonostante un Mondiale non buono mi aspettavo di chiudere il rapporto in maniera positiva, ma non fino a questo punto. La gente ci ha aspettato in aeroporto per ringraziarci per quello che abbiamo fatto in questi 4 anni. Gia' in Brasile avevo detto ai giocatori che non avrei rinnovato l'accordo, perche' mi sembrava giusto lasciare spazio a un altro allenatore. La Federcalcio ha fatto suo il mio modello di fare calcio che verra' portato avanti da un nuovo ct e questo per me e' molto gratificante - ha proseguito Zaccheroni - Verso di me c'e' stato grande affetto, non era facile staccarsi da questo ambiente, alcuni giocatori sono venuti in aeroporto a salutarmi, una cosa mai vista da nessuna parte al mondo. Adesso seguiro' con grande attenzione questo Mondiale che, da quel poco che ho visto, finora mi e' sembrato molto interessante, ho visto grande forza fisica, corsa ed equilibrio in campo".

Cabrini, giornali inventano nomi ct ma non escludo niente - "Io allenatore della Nazionale con Tardelli come secondo? Ora e' il momento in cui i giornali 'inventano' nomi, ma non escludo niente". A parlare e' Antonio Cabrini, indicato come possibile nuovo ct dell'Italia, che oggi e' intervenuto al programma di Rai Radio2 'Un Giorno da Pecora'. "A chi non piacerebbe fare il ct della Nazionale, fare l'allenatore e' il mio lavoro, ma il cambiamento radicale che va fatto e' quello del sistema calcio". Il prossimo ct azzurro percepira' molto meno rispetto a Prandelli. "Non ho mai avuto problemi di questo genere. Con le garanzie dovute lo farei anche gratis". Infine una domanda: Cabrini e' "renziano" come lo era Prandelli? "No, ma lo ammiro molto, Renzi sta prendendo in consegna i problemi dell'Italia. Ci vorrebbe uno come lui anche nel mondo del calcio".

Tags:
zaccheronicabrinict nazionale

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021