I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
L'ascensore, i top e i flop TV
Yari Carrisi condannato dopo l’offesa choc a Barbara d’Urso

Yari Carrisi è stato condannato dopo la frase choc che pubblicò diversi mesi fa (il 21 aprile) sui social contro Barbara d’Urso.

Tutto avvenne dopo che la conduttrice parlò a Pomeriggio 5 di un possibile riavvicinamento tra Loredana Lecciso e Al Bano (una notizia anticipata a mo’ di scoop dalla d’Urso e confermata dalla cronaca ros degli ultimi tempi). 

All'improvviso, però, la reazione di Yari Carrisi fu assurda. Il figlio di Al Bano pubblicò un post con il quale augurò la morte alla d’Urso. Assurdo. Una frase che non dovrebbe mai essere pronunciata o scritta. Mai. La d’Urso, dopo quell’episodio, ha ricevuto l’affetto di tutto il pubblico e di milioni di follower sui social.

Ai danni di Yari Carrisi è stato emesso dal Tribunale un decreto penale di condanna. Si tratta di una responsabilità accertata in sede penale di giudizio, visto che su Instagram Carrisi jr ha leso l’onore della d’Urso. Una condanna che rende giustizia alla conduttrice di Canale 5. 

Tags:
barbara d’ursopomeriggio5yari carrisial bano carrisi
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.