I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
#avvocatonline
A.L. Assistenza Legale spiega cosa sia il Codice Rosso

Nella giornata  del 25 Novembre, dedicata alla sensibilizzazione sul tema della violenza alle donne, è bene rammentare che Il Senato ha dato il via libera al ddl che modifica le norme in materia di violenza sessuale sulle donne e non solo. In particolare, il cosiddetto “Codice Rosso” voluto dai ministri della Giustizia e della Pubblica amministrazione, apporta significativi mutamenti all’ interno delle norme del codice penale e di procedura penale.

In particolare, in caso di denuncia – querela per violenza i tempi delle indagini preliminari subiscono un’accelerazione. Infatti, giunti a conoscenza di fatti reato contemplati dalle norme in materia di violenza, gli agenti della polizia giudiziaria dovranno trasmettere la notizia di reato immediatamente al pm e questi a sua volta sarà obbligato a sentire le vittime entro e non oltre 3 giorni dall’ avvenuta comunicazione. Così pure i termini per poter proporre una denuncia/querela subiranno un cambiamento significativo, non più 6 mesi dal fatto ma ben 12 mesi, in tal modo si consente alla vittima un maggior tempo anche per superare eventuali ostacoli psicologici che spesso impediscono alle persone più deboli di denunciare episodi di violenza .

Inoltre, viene introdotto l’utilizzo del braccialetto elettronico per chi abbia ricevuto a seguito di provvedimenti giudiziari, ordine di allontanamento e/o divieto di avvicinamento. Altra importante novità è la procedibilità d’ ufficio per il reato di atti sessuali con i minorenni , in modo che anche senza una denuncia querela da parte di genitori o altri soggetti viene aperto un procedimento per accertare la responsabilità penale.

Infine tra le diverse modifiche apportate , appare interessante l’introduzione di una nuova fattispecie delittuosa, ossia quella relativa al reato di aggressione mediante l’uso di acido, punibile fino all’ ergastolo se è causa di morte della vittima. Tali innovazioni consentiranno certamente di evitare lunghe attese da parte delle vittime che spesso abbiamo visto negli anni rimanere prive di una protezione e di un intervento giudiziario volto a punire i colpevoli di reati così efferati nella speranza di giungere  ad una repressione di tali crimini nei confronti delle donne, spesso madri di famiglia, sole ed indifese.

Avv. Anna Cinzia Pani - A.L. Assistenza Legale Arcore

Commenti
    Tags:
    violenza donne25 novembrecodice rossoavvocato anna cinzia pania.l. assistenza legale
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Elisabetta Canalis, rosso... fuego Sfida Tokyo de La Casa di Carta

    Gossip-Gallery

    Elisabetta Canalis, rosso... fuego
    Sfida Tokyo de La Casa di Carta

    i più visti
    in vetrina
    Georgina Rodriguez bikini spettacolare. Lady CR7: "Mi piaccione le mie.." FOTO

    Georgina Rodriguez bikini spettacolare. Lady CR7: "Mi piaccione le mie.." FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz Classe C: una storia tutta da raccontare

    Mercedes-Benz Classe C: una storia tutta da raccontare


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.