I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
#avvocatonline
Controllare la mail del proprio coniuge è reato?

Anche se non ci sono dei dati ufficiali in merito, la sensazione che si percepisce nelle aule di Tribunale è piuttosto chiara. I matrimoni finiscono sempre più spesso a causa di mail, chat o messaggini letti da un coniuge nel PC o nel telefono dell'altro. Sempre più infatti si scoprono tradimenti a causa della tecnologia. Ma la domanda che ci si potrebbe porre è se sia lecito o meno entrare nella mail del proprio partner.

 

 

Per quasi tutti è diventata prassi salvare la password della propria mail all'interno dei propri PC e smartphone. Questo ovviamente permette a chiunque usi questi apparecchi di poter controllare la nostra posta elettronica. Ma questo è sufficiente a legittimare la lettura della stessa a qualcun'altro?

La legge dice di no. Infatti, secondo la legge italiana, la posta elettronica è equiparata a quella fisica in termini di privacy. Quindi, come non è lecito aprire delle lettere non indirizzate a noi, così non si potrebbe leggere le mail. Il coniuge che quindi impossesatosi del PC o del telefono del proprio partner, si trovasse a leggere le mail di quest'ultimo, starebbe ledendo la privacy del proprietario dell'apparecchio.

Il mio consiglio è quindi quello di evitare di leggere le mail dei propri partner, ma soprattutto di evitare di rendere pubblico il fatto che le si è lette.

Commenti
    Tags:
    avvocatodivorzioassistenza legale#avvocatonlinecristiano cominottofamiglia
    in evidenza
    Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

    Diletta, Wanda... che foto

    Kardashian, lato B o lato A?
    E il tatto di lady Vale Rossi...

    i più visti
    in vetrina
    Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

    Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020


    casa, immobiliare
    motori
    Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

    Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.