I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
#avvocatonline
Discriminazione sul lavoro, perchè donne non denunciano?

Si è parlato molto di discriminazione sul lavoro. Spesso purtroppo si tratta di discriminazione sessuale. Questo tipo di discriminazione non si evidenzia esclusivamente nel non assumere o non promuovere a ruoli diregenziali una persona perchè è donna. Si tratta anche di non dare il giusto compenso a dipendentio manager donne. Giusto, nel senso che sia equiparato ai parigrado di sesso maschile della stessa azienda. 

All'estero, specialmente nel mondo anglosassone, le donne che si sentono discriminate sul posto di lavoro sono abituate a denunciare queste situazioni. E le denunce di casi di discriminazione sessuale sul lavoro sono numerose. Come mai in Italia ancora si denuncia poco? Che cosa frena le donne a denunciare situazioni di discriminazione?

 

 

La legge sulle discriminazioni sessuali sul posto di lavoro in Italia esiste ed è anche interessante per chi volesse denunciare. Interessante perchè sono previste alcune "agevolazioni" per chi denuncia situazioni di discriminazioni. Una di queste è ad esempio il principio di inversione dell'onere della prova. Il quale consiste nella possibilità che il Giudice possa ritenere plausibile la situazione di discriminazione e che dia l'onere al datore di lavoro di dimostrare il contrario.

Il modo in cui il Giudice potrà far valere questo principio dipende dalla sussistenza di presupposti che lascino intendere una situazione di discriminazione. Questi presupposti potranno, per esempio, essere anche dei dati statistici. Dati che evidenzino come i dipendenti uomini dell'azienda in questione percepiscano mediamente più dei loro parigrado donne, sono già la prova dell'esistenza di un presupposto ragionevole. Ma anche verificare se dipendenti uomini e donne, in azienda dallo stesso periodo di tempo, abbiano avuto le stesse opportunità di carriera.

Concludendo, non riesco a capire come mai sono ancora molte le donne in Italia che, pur essendo vittime di discriminazioni sul posto di lavoro non si avvalgano degli strumenti che la legge ha predisposto per far ottenere loro giustizia. Solo denunciando si lasceranno alle spalle situazioni di discriminazione sessuale sul lavoro.

 

Commenti
    Tags:
    discriminazione sessualediscriminazione sul lavoroavvocatoassistenza legalecristiano cominotto#avvocatonline
    in evidenza
    Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

    Foto mozzafiato della soubrette

    Wanda Nara, perizoma e bikini
    Lady Icardi è la regina dell'estate

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021

    Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.