A- A+
Il buono, il brutto e il cattivo
Coronavirus, il senso positivo della crisi: alla ricerca di buone emozioni

Leggete, leggete tutto quello che avreste voluto leggere e non avete potuto, perché vi siete accorti di essere collegati ad un dispositivo digitale, ritornate ad essere curiosi, attraversate discipline scientifiche e artistiche a voi totalmente sconosciute,provateci.

Parlate, e parlate tanto, con tutti quelli che avete dimenticato, amici,lontani o vicini, quelli con cui avevate un’intimità che avevate scordato, amici di cui non potevate fare a meno. Con i vecchi genitori,o con un figlio che non vedete da anni,parlate scoprite la meraviglia fonetica del più bel suono mai udito:la parola,fatene incetta.

Avvicinatevi alle persone, sentitene i loro campi magnetici, perché la paura è un virus patogeno come un altro e curabile come il raffreddore. Scoprite l’ignoto, tornate ad essere coraggiosi, perché gli uomini dovrebbero essere così, avventuratevi verso territori altri, abbandonate l’”all inclusive”e andate lontano,scappate davvero,fate perdere le vostre tracce,ogni tanto,serve.

Riflettete e a lungo sulla melma diffusa in cui stiamo annegando, senza pulsioni, erotismi sani, fisicità esplosive, guardate, qualcuno con emozione e con desiderio, trovate la passione che non ricordavate più e magari l’avevate accanto.

Amate,come se non ci fosse altro da fare,e come se fosse la funzione ultima perché cui,questo piccolo animale senziente, è stato prodotto dall’evoluzione, piangete, emozionatevi e gridate, fate capire al mondo a cose serve un uomo.

Pensate e impegnatevi ad essere migliori, perché lo siete, ognuno di noi è meglio di quello che sembra, anche Matteo Uno e Matteo Due, anche il banchiere avido, anche il capo delle Mafie,il pedofilo impenitente,il picchiatore seriale di ragazze,e anche Weinstein.

Ritrovatevi, cercate di fare cose belle senza pensare al tornaconto, al prezzo, e soprattutto all’immagine che a furia di modificare la realtà ne è rimasta senza. Buttate la maschera(e la mascherina), facciamo vedere la nostra bellezza e anche la nostra tenerezza, la meravigliosa debolezza che tutti nascondiamo con un’inutile fatica.

Mettiamoci in forma, non alteriamoci con sostanze temporanee, piuttosto cerchiamo Dioniso coniugato alla contemporaneità, ma lontani dalle chimiche, Il tempo della Crisi,ci restituisce il tempo perduto, suoni sconosciuti, spazi, nuove forme di buio, di silenzio, esageriamo certo, ma in modalità filosofica.

Scappate finalmente dalla noia e dalle consuetudini, costruite occasioni che vi possano illuminare, agite secondo un’etica diversa,dove l’estetica non può essere costretta a sopportare l’annichilimento pseudo-religioso.

Ogni essere deve inseguire la bellezza, ma deve trovare dentro di se questo desiderio, e nelle chiusure forzate di cinema,teatri,musei c’è anche la possibilità di costruire una propria singolare educazione al bello, e al buono.

Scrivete tutto quello che vi passa per la testa, dite, sforzatevi di dire la verità, anche se filtrata dal baraccone dei social, fate capire a tutti quanto è bello essere onesti, sinceri, amorevoli e capaci di ammirare disinteressatamente qualcuno,anche il Premier Conte che nel marasma sbraitante, e tra i latrati, mantiene un’attitudine gentile e pacata che lo rende un vero punto fermo, da imitare.

Ritrovate la fatica di impegnarvi per le cose che avete sempre amato e che rischiate di dimenticare, non fosse altro che imparare a sessant’anni a suonare la chitarra, a cucinare, o riprendete a fare ginnastica, quella vera, in mezzo ai parchi , imparate a distinguere il vero e il falso.

Non è difficile, e cercate anche di riflettere sulla bellezza del diverso, e non solo sulle frontiere, sui muri, perché in questo momento così apparentemente confuso invece di perderla possiamo ritrovarla, la testa, la nostra testa per pensare autonomamente,originalmente. Senza aspettare l’imbeccata del Tiggiuno, Tiggidue, tiggitre, dimartedì, ottoemezzo, propaganda, piazza pulita e altre fonti varie che devono tornare ad essere quello che sono: intrattenimento e varietà.

Ridate un senso alla politica e alla cultura che non è quella che vi hanno fatto credere sullo schermo pieno di lustrini, Barbara d’Urso non fa informazione ma spettacolo, anche se parlasse di Picasso o De Gaulle.

La pausa emotiva e sonora che stiamo vivendo ci impone di tornare al piacere della riflessione ad un’altra, diversa, percezione del tempo,perché c’è un modo nuovo di ritrovarci,oltre alla sequenza infernale di cocktail nelle movide disperate, La solitudine non sempre è un danno,serve a fare sentire quel vecchio battito dentro di noi,che lotta per farci sentire ancora,vivi.

Non perdiamo questa occasione perché tra qualche giorno,qualche ora,tutto tornerà come prima ,ma forse per qualcuno,ci sarà la possibilità di dimostrare che possiamo uscire dal pollaio mediatico,in questo caso la quarantena sociale non sarebbe stata inutile.

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirus italia
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Soldi, riforme e opere Conte promette di tutto

    Coronavirus vissuto con ironia

    Soldi, riforme e opere
    Conte promette di tutto

    i più visti
    in vetrina
    Nina Moric mostra il lato B: foto in intimo bellissima

    Nina Moric mostra il lato B: foto in intimo bellissima


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Skoda non solo auto, in gamma 17 biciclette da quelle per bambini alle e-bike

    Skoda non solo auto, in gamma 17 biciclette da quelle per bambini alle e-bike


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.