A- A+
I tre obsoleti
Chi è MADEinmind dell'evento "Una volta la Chiesa della Via Crucis"

MADEinmind è lo pseudonimo di Mattia Desideri, giovane architetto di Vinci (FI) ed ospite dell'evento "Una volta la Chiesa della Via Crucis" (leggi qui), organizzato da "I tre obsoleti", progetto fotografico di Daniel Santucci e Davide Pardini

Avremo l'opportunità di conoscerlo insieme grazie ad un'inedita intervista che siamo riusciti a fare:

Chi sei e da dove vieni?  

Son MAttia DEsideri, un giovane architetto di Vinci, mi sono laureato poco più di un anno fa con una tesi centrata sul comune dove vivo dal titolo "Attraverso i paesaggi di Leonardo da Vinci: progetti per la riconfigurazione di un tracciato storico". Il percorso di tesi mi è servito non solo per conoscere meglio il territorio e il suo cittadino più illustre. Lavoro in un studio di ingegneri, tanto per sfatare la rivalità tra architetti e ingegneri!! Faccio parte della Pro Loco di Vinci sia nell'organizzazione di eventi come Il Giorno di Leonardo che come volontario per altri eventi come l'EcoVinci festival, oltre alla Pro Loco ho collaborazioni con l'Associazione Montalbano domani che si spende a tutelare i sentieri del Montalbano. Sto scrivendo anche articoli su una rivista locale "Orizzonti, ho iniziato da poco ma piacerebbe che fosse solo l'inizio di un percorso perchè stimola la ricerca su temi nuovi o ad approfondire dei conosciuti. Come puoi capire sono molto legato al territorio, alla storia e al paesaggio e alla sua valorizzazione.

Perché "MADE in mind"?

MADE in mind perchè...perchè sono io!! Inizialmente era solo MADE ed era nato come nome del progetto della tesi triennale, un museo di arte contemporanea, e è rimasto legato al mio percorso universitario della magistrale tanto da immedesimarmi professionalmente in questo nome. Sarà un caso ma era nato quasi per gioco dal mio nome durante  la tesi, infatti MA da Mattia e DE da Desideri. Poi come tutte le cose evolvono e i è aggiunto "in mind", da qui la formula in italiano "fatto in mente" e con la tesi magistrale anche il logo, che rappresenta la quadratura del cerchio, 

Cosa fai e perché lo fai?  

Cosa faccio un po' nella vita, un po', già te l'ho detto prima e se sei curioso di sapere qualcosa in più passa durante l'evento ;)!! Per alimentare la curiosità ti invito solo a passare da Vinci nei prossimi mesi, in una rotonda alle pendici del borgo potresti trovare una bella, spero, sorpresa!! Faccio l'architetto perchè era il mio sogno da bambino, c'è chi da grande voleva fare il calciatore o il cantante e... ero lì a disegnare casine con un triangolo rosso e un quadrato...adesso sono un architetto ma non so cosa voglio fare da grande!!

Obiettivi in futuro? 

Un obbiettivo è sicuramente riuscire ad aprire uno studio!! Più che un obbiettivo sto vedendo che ho preso una direzione che mi sta portando a lavorare su progetti su Leonardo da Vinci, e per quelli che ho già portato a termine mi hanno dato grandi soddisfazioni come l'esposizione di un estratto della tesi al Forum degli itinerari europei che c'è stato a Lucca; lavorare sulla valorizzazione e promozione del territorio ho delle collaborazioni con i comuni di Cerreto Guidi e Vinci e l'arte mirata a sensibilizzare e far conoscere la storia dei luoghi.

Cosa pensi della mostra alla Chiesa della Via Cruis? 

è una bellissima iniziativa, e sono entusiasta di farne parte!! Sono anche emozionato perchè sarà la mia prima esperienza espositiva. Conosco gli "obsoleti" e fatto degli ottimi eventi, oltre a delle foto che ritraggono l'anima di quei luoghi abbandonati, e tra pochi giorni la potremo vedere e vivere con i nostri occhi!!

Cosa proporrai all'evento?  

All'evento porto degli scatti che avevo fatto poco dopo essermi laureato, cercando di ripercorre i passi di Leonardo da Vinci nel suo progetto più ambizioso, la deviazione dell'Arno, salendo sulla Rocca della Verruca, punto da cui ha fatto il rilievo del fiume.  Nelle foto ritraggono la Torre di Caprona e il paesaggio intorno alla Rocca in una giornata soleggiata di fine aprile 2018, quando non ancora le fiamme non avevano distrutto questo luogo. Saranno delle foto messe in contrapposizione con la rispettiva rielaborazione grafica, che cerca di sensibilizzare sulla gravosità degli incendi estivi e la salvaguardia del paesaggio.

Commenti
    Tags:
    made in mindmadeinmindmattia desiderivincifirenzedaniel santuccii tre obsoletidavide pardiniurbexarchitetturavicopisanopisachiesa della via crucisuna volta la chiesa della via cruciseventomostrafotografia
    Loading...
    in evidenza
    Canalis, la lingerie è da infarto Eli sensualissima sul letto. Le foto

    Diletta, Belen e... Le foto delle vip

    Canalis, la lingerie è da infarto
    Eli sensualissima sul letto. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 5: GREGORACI-PRETELLI, DIRTY DANCING. E GARKO...

    Grande Fratello Vip 5: GREGORACI-PRETELLI, DIRTY DANCING. E GARKO...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    BMW Group: verso un futuro elettrificato

    BMW Group: verso un futuro elettrificato


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.