I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Il cruscotto
I commercialisti contro Saviano. "Noi non c'entriamo con l'usura"
NOVE KINGS OF CRIME Roberto Saviano

120.000 Persone serie

 

Angelo2
 

Domenica 24 maggio u. s., nel corso della trasmissione di RAI 2 “che tempo che fa”, , in prima serata, il conduttore Dr. Fabio Fazio, trattando l'argomento "usura", ha rivolto al Dr. Roberto Saviano la seguente domanda:

“come fa la criminalità organizzata a trovare i propri clienti? Come sa chi cercare e come trovarli?”

Risposta del Dr Saviano: <<semplicemente segue il percorso dei soldi. Mi spiego meglio, ad un certo punto, quando una azienda inizia ad andare in crisi, loro, per esempio, avvicinano i commercialisti, …quando il commercialista è una persona di cui ti fidi, spesso ti dice  "c’è quella società, c’è quella persona che è interessata". Quando non è questa strada perché, invece, hai la fortuna di avere dei professionisti seri, ci sono moltissime altre strade, le banche, il consulente che ti dice di andare in quel posto piuttosto che in altro,   ……………...>>

Queste frasi sono estremamente offensive, inaccettabili e gratuite nei confronti dell’intera categoria dei commercialisti e non solo e il Dr. Saviano, affermando che le informazioni alla criminalità organizzata passano anche dai commercialisti medesimi, denigra una comunità di 120.000 persone che quotidianamente sono impegnate al fianco delle imprese, delle famiglie, delle istituzioni, dei lavoratori autonomi in un percorso di assoluta legalità.

Sull’argomento ho sentito sia il Presidente dell’ODCEC di Brindisi Dr. Fabio AIELLO sia quello dell’ODCEC di Taranto Dr. Mimmo LATORRE, i quali hanno espresso tutta la loro indignazione sull’accaduto.

Il Dr. Aiello ha precisato che i commercialisti operano nella legalità e grazie al loro contributo prezioso che sin dal lontano 1973 (data in cui ebbe inizio la riforma tributaria) assistono le aziende al rispetto delle innumerevoli leggi, spesso contraddittorie e/o di difficile comprensione permettendo a tutti gli operatori economici di poter ottemperare ai farraginosi adempimenti, anche, a volte, in obiettive condizioni di incertezza della norma tributaria.

Ciò dimostra la vicinanza dei commercialisti con le istituzioni.

(Nell'ordinamento giuridico tributario, le obiettive condizioni di incertezza derivanti da una norma tributaria poco chiara costituiscono, ai sensi dell'articolo 8 Decreto Legislativo b. 546/1992, causa di esclusione delle sanzioni fiscali.)

vignetta 120000 persone serie 25 maggio
 

Entrambi i Presidenti provinciali hanno esternato il loro rammarico per il fatto che in una trasmissione importante come “che tempo che fa” il conduttore abbia permesso all’intervistato di affermare, in assenza di un contraddittorio, tra l’altro, che i commercialisti fanno di queste becere operazioni implicando tutta l’intera categoria.

Aggiunge il Presidente Latorre: “Quindi rimetto e restituisco al mittente le parole di Saviano con l’invito al conduttore FAZIO (rai 2), anche se a posteriori, di prendere posizione su questo scabroso avvenimento, nonchè chiamare i commercialisti per dire come stanno le cose, anche perché in democrazia il contraddittorio deve essere sempre e comunque garantito.”

AFFARITALIANI.IT apprezza e stima il lavoro svolto dai Commercialisti e sull’argomento il Direttore Dr. Angelo Maria PERRINO ha dichiarato: “Accuse gravi espresse con grande superficialità e incompetenza sia dell’intervistato che dell’intervistatore che infangano ingenerosamente una categoria come quella dei commercialisti, che, fino a prova del contrario, svolgono un ruolo prezioso e imprescindibile e una consulenza sempre più necessaria vista la complessità di troppe leggi da azzeccagarbugli.

Bene fanno questi professionisti a far sentire la loro voce come hanno già fatto poche settimane fa denunciando la piaga dell’usura senza aspettare il Sig. Saviano con le sue strampalate sortite dall’attico di New York.”

La grande sensibilità dei Commercialisti e il contrasto al triste fenomeno dell’usura è dimostrata anche dall’articolo a mia firma pubblicato il 20/04/20 su:

AFFARITALIANI.IT Blog IL CRUSCOTTO

L'USURA E IL CODICE DELLA CRISI D'IMPRESA E DELL'INSOLVENZA

https://www.affaritaliani.it/blog/il-cruscotto/l-usura-il-codice-della-crisi-impresa-insolvenza-667287.html

In questo articolo ho riportato le autorevoli opinioni di:

  • Dott.ssa Eugenia Pontassuglia, sostituto procuratore della Direzione Nazionale Antimafia e antiterrorismo (DNA);
  • Avv. Attilio Simeone, Coordinatore Nazionale “Insieme contro l’azzardo”;
  • Mons. Alberto D’Urso – Presidente Consulta Nazionale Antiusura Giovanni Paolo II;
  • Dott.ssa Michela Di Trani - Addetto stampa Consulta Nazionale Antiusura e autrice del libro edito dalla San Paolo “IL RISCATTO. FUORI DAL TUNNEL DELL’USURA”.

Sono abilitato all’esercizio della professione di Commercialista dal lontano 1978 e non mi sono mai trovato nelle condizioni citate dal Dr. Saviano.

Può anche essere che nell’ambito della categoria ci possa essere qualche mela marcia, ma, come si sa, ciò può accadere anche nelle migliori famiglie e non è solo un fatto dei commercialisti, bensì di tutte le categorie professionali e imprenditoriali.

Precisa ancora il Dr. Latorre: “Io vorrei ricordare bene al Dr Saviano che il 99% dei sequestri che vengono operati in danno della criminalità organizzata sono gestiti dai commercialisti. Quindi noi siamo per la legalità al fianco della legalità e al fianco della giustizia.”

Persionalmente non ho le conoscenze tecniche per affermare se le oltraggiose affermazioni innanzi citate siano perseguibili per legge, ma comunque va detto che in una trasmissione seguita da milioni di telespettatori non si può dare una immagine distorta, fasulla, erronea, bugiarda della professione e della professionalità del commercialista italiano.

Il Consiglio Nazionale sta valutando le azioni da fare.

E’ opinione dei due Presidenti provinciali e mia che intorno alla nostra figura si faccia assolutamente chiarezza perché 120.000 Commercialisti, onesti e laboriosi, non operano con serietà solo se le aziende sono fortunate (come afferma Saviano), ma perché siamo tutti persone degni di fiducia.

Concludono i due Presidenti: “Non vorrà dimenticare Saviano che noi siamo una categoria professionale sottoposta alle leggi e agli obblighi sull’antiriciclaggio quindi, semmai le comunicazioni sospette o altro noi le dobbiamo indirizzare ad altri enti e non alla criminalità organizzata per fare il suo profitto.”

potete contattarmi: angelo@andriuloweb.it

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    che tempo che fafabio faziousuraroberto savianocommercialistifabio aiellomimmo latorre
    Loading...
    in evidenza
    Diletta Leotta, sirena in mare Lato B e pose zen... Le foto

    Belen, Fico e... Gallery Vip

    Diletta Leotta, sirena in mare
    Lato B e pose zen... Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Previsioni meteo settimana: Ferragosto rovente, temperature fino a 40°

    Previsioni meteo settimana: Ferragosto rovente, temperature fino a 40°


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Maserati svela la Ghibli e Quattroporte Trofeo, le più veloci di sempre

    Maserati svela la Ghibli e Quattroporte Trofeo, le più veloci di sempre


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.