I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Il cruscotto

ATTESA O ENTRATA?!

Angelo2
 

I diversi decreti emanati per fronteggiare la situazione creatasi a causa della pandemia hanno generato molta confusione tra una parte considerevole degli imprenditori italiani sia per la copiosità delle disposizioni di legge, sia dalla farraginosità delle stesse.

Un posto in prima fila tocca all’art. 5 del D. L. 8 aprile 2020 nr. 23 convertito il 5 giugno 2020 con la legge nr. 40 che ha rinviato al 1° settembre 2021 l’entrata in vigore del codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza (CCII) salvo quanto normato al 2° comma dell’art. 389 CCII (gli articoli interessati sono di seguito elencati) che già è entrato in vigore lo scorso 16 marzo 2020.

Da qui la confusione, perché è assai diffusa l’opinione che l’entrata in vigore dell’intero codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza sia stata spostata al 1° settembre 2021.

ATTENZIONE: i seguenti articoli sono già in vigore dallo scorso 16 marzo 2019!!!!!!!!!

vignetta 29 giugno ATTESA O ENTRATA
 

Dettaglio:

  • Art. 27 Competenza per materia e per territorio solo il primo comma
  • Art. 350 Modifiche alla disciplina dell’amministrazione straordinaria
  • Art. 356 Albo dei soggetti incaricati dall’autorità giudiziaria delle funzioni di gestione e di controllo nelle procedure di cui al codice della crisi e dell’insolvenza
  • Art. 357 Funzionamento dell’albo
  • Art. 359 Area web riservata
  • Art. 363 Certificazione dei debiti contributivi e per premi assicurativi
  • Art. 364 Certificazione dei debiti tributari
  • Art. 366 Modifica all’articolo 147 del Testo unico in materia di spese di giustizia
  • Art. 375 Assetti organizzativi dell’impresa
  • Art. 377 Assetti organizzativi societari
  • Art. 378 Responsabilità degli amministratori
  • Art. 379 Nomina degli organi di controllo
  • Art. 385 Modifiche all’articolo 3 del decreto legislativo n. 122 del 2005
  • Art. 386 Modifiche all’articolo 4 del decreto legislativo n. 122 del 2005
  • Art. 387 Modifiche all’articolo 5 del decreto legislativo n. 122 del 2005
  • Art. 388 Modifiche all’articolo 6 del decreto legislativo n. 122 del 2005

Gli articoli che bisogna leggere con molta, molta e ancora molta attenzione sono il 375, 377, 378 e 379.

Iniziamo dall’art. 379 (nomina degli organi di controllo).

Questo articolo ha modificato l’art. 2477 del c.c. disponendo che “La nomina dell’organo di controllo o del revisore è obbligatoria se la società:

1° comma

  1. ……
  2. …….
  3. ha superato per due esercizi consecutivi almeno uno dei seguenti limiti: 1) totale dell’attivo dello stato patrimoniale: 4 milioni di euro; 2) ricavi delle vendite e delle prestazioni: 4 milioni di euro; 3) dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 20 unità.

Il 3° comma parla del termine ultimo entro il quale effettuare la nomina (16/12/19).

DL 162/19 (milleproroghe 2020) convertito in legge nr. 8 del 28/02/20 il termine già fissato al 16/12/19 è stato prorogato alla data di approvazione dei bilanci 2019 e, quindi, entro tale data sono obbligate ad adeguare statuto/atto costitutivo alle nuove prescrizioni di legge (art. 8 c. 6 sexies).

ULTIME NOTIZIE – una novità degna di attenzione è data dal decreto di rigetto nr. cron. 4338/2020 del 1/1/2020 con il quale il Tribunale di Roma, ufficio del Giudice del Registro delle imprese, sostiene che la società può scegliere, alternativamente, se nominare un professionista attribuendogli le sole funzioni di revisione legale ex art. 2409 bis c.c. o l’organo di controllo (anche come sindaco unico) per la sola vigilanza ex art. 2403 c.c. ovvero entrambi le funzioni.

Sull’argomento, al momento, non ho una precisa opinione, e mi riservo di riaffrontare il problema, in quanto, ciò che afferma il Tribunale di Roma è innovativo rispetto alla diffusa opinione dell’art. 2477 cc..

Degli altri articoli già in vigore dallo scorso 16 marzo 2019 quelli che bisogna maggiormente attenzionare sono il 375 (Assetti organizzativi dell’impresa) + 377 (Assetti organizzativi societari) + 378 (Responsabilità degli amministratori).

Più volte ho trattato l’argomento circa l’assetto organizzativo che, con l’art. 375, modificando l’art. 2086 del c.c. obbliga “L’imprenditore, che operi in forma societaria o collettiva, ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa, anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi dell’impresa e della perdita della continuità aziendale, nonché di attivarsi senza indugio per l’adozione e l’attuazione di uno degli strumenti previsti dall’ordinamento per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale”.

L’ho detto e lo ripeto a tutti gli amministratori di società che devono fare attenzione a questa norma, soprattutto ove sia presente l’organo di controllo o il revisore.

Non ottemperare chiama direttamente a responsabilità l’organo amministrativo e, come specificato dall’art. 378 (responsabilità degli amministratori)

Si noti che anche l’art. 378 CCII è in vigore dallo scorso 16 marzo 2019.

Concludo esortando gli addetti ai lavori di fare molta attenzione all’entrata in vigore dei vari articoli di legge e di non confondersi o, peggio ancora, approcciarsi al problema con superficialità, in quanto le conseguenze possono ripercuotersi sul patrimonio personale degli amministratori nei casi previsti dalla legge.

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    articolo 5d.l. 8/04/2020 nr. 23legge nr. 40 del 05.06.20201° settembre 2021codice della crisi d'impresa e dell'insolvenzaarticolo 389articolo 379articolo 2477d.l. 162/19mille proroghe 2020legge nr. 8 28/02/2020tribunale di romanr.4338/2020 del 01/01/2020articolo 375articolo 377articolo 378articolo 2086
    Loading...
    in evidenza
    Elisabetta Canalis sexy da morire Costume leopardato. E il lato B...

    Belen, Diletta e... Le foto delle Vip

    Elisabetta Canalis sexy da morire
    Costume leopardato. E il lato B...

    i più visti
    in vetrina
    BELEN, LATO B IN BARCA: FOTO DA SOGNO IN MOTOSCAFO

    BELEN, LATO B IN BARCA: FOTO DA SOGNO IN MOTOSCAFO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Di Silvestre, Presidente e A.D. BMW Italia SpA: si riparte dal cliente

    Di Silvestre, Presidente e A.D. BMW Italia SpA: si riparte dal cliente


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.