I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
Grande Reset delle élites. Il pensiero controcorrente di Marco Giannini

Autore qualche anno fa del libro “Il neoliberismo che sterminò la mia generazione” Marco Giannini si definisce “libero pensatore”. Nella prefazione del suo libro affermava: “Da una delle mie due specializzazioni, la qualifica gestionale, ho tratto i primi mattoncini della mia conoscenza economica e quindi riconosco all’Università una funzione vitale anche per la stessa riuscita di questa opera, ma ad un occhio attento non sfugge che sarebbe consigliabile per chi fa parte del campo economico, avvicinarsi proprio “materialmente” agli attori della produzione incontrandoli e non limitandosi agli studi teorici”.

Dal 2012 è molto attivo nei Cinque Stelle, in quella che si potrebbe definire una situazione di amore-odio irrisolvibile.

Intervista a Marco Giannini

Lei pubblica spesso delle considerazioni caustiche sulla situazione del Covid, che creano sempre polemiche: in estate è stato aggredito da personaggi di vario tipo perché indicava come soluzione l’immunità di gregge, visto che il virus nella stagione calda aveva perso carica virale. Ora in inverno la polemica come si sviluppa?

Marco GianniniMarco Giannini

“Va detto che ogni anno, nei mesi invernali, i virus influenzali intasano le terapie intensive e il lockdown, da questo punto di vista, può servire a contenere questa problematica; tuttavia otterremmo il medesimo risultato se Conte e il CTS (Comitato Tecnico Scientifico) territorializzassero la risposta”

Che cosa intende per “territorializzare la risposta”?

“Significa aprire tutte le attività e consentire alle persone di muoversi normalmente; chi ha sintomi riceve la visita del medico di base con una telefonata (o di altri medici provenienti da strutture specializzate collegate a numeri verdi): il medico visita e poi, nel caso, fornisce quelle terapie anti Covid che hanno ottenuto successi senza eguali in tutto il mondo, quelle che in Italia a lungo non sono state permesse immotivatamente: Idrossiclorochina con Vit.D e Zinco ed Ozonoterapia (ambedue terapie possibili a casa), plasma iperimmune e anticorpi monoclonali (quando potremo disporne) per i casi più gravi da ospedalizzare. Inoltre, per proteggere gli anziani, soggetti vulnerabili, è l’ora di puntare sullo spray israeliano Taffix che annienta il virus nel 95% dei casi non appena mette piede nelle cavità nasali…si pensi che perfino l’Iran ne ha consigliato l’utilizzo. In questo modo l’immunità di gregge sarebbe garantita, gli anziani tutelati e l’economia ripartirebbe.

Mi pare però che lei non sia così contrario ai lockdown, se poco fa ammetteva che è stato utile per non intasare le terapie intensive

“Voglio essere chiaro. I virus non sono yogurt, non scadono, eppure li stiamo spalmando su più anni come stracchino. I lockdown, sono inutili dal punto di vista della salute pubblica perché quando riapri il virus riparte; siamo circa 60 milioni, e, a forza di lockdown/riaperture, al ritmo di 3 milioni di positivi l’anno, serviranno 15-20 anni per ottenere immunità di gregge; è un meccanismo che rallenta la diffusione del Covid senza però fermarla e purtroppo, già adesso, la vera emergenza di cui nessuno ovviamente parla è quella economica: questo lasso di tempo, non possiamo permettercelo, senza economia non esiste neanche sanità”.

Almeno al vaccino ci crede?

“A volte si sente parlare dei lockdown come uno stratagemma per arrivare al vaccino, ma credo poco ad una immunità contro questo virus (mutante per sua natura) ottenuta in questo modo; spero di sbagliarmi, il Sars-Cov2 muta ma in un campo limitato (almeno in questo abbiamo avuto fortuna) e quindi un minimo di aspettativa è lecito nutrirla. Intanto un altro anno di scuola e di Università è compromesso, le liste di attesa si allungano, gli infarti aumentano e le depressioni dilagano…un obolo di competenze che perderanno i nostri giovani, coloro che adoriamo, quelli che si troveranno di fronte a un futuro drammatico”

Lei spesso parla di “Grande Reset”: che cosa intende?

“Che cosa sono gli infiniti lockdown se non come primo sostanziale passo verso il “Grande Reset” chiesto dal WEF, il World Economic Forum delle élites? https://www.weforum.org/agenda/2020/07/klaus-schwab-nature-jobs-great-reset-podcast/. Limitandoci all’Italia, il Grande Reset è rappresentato dal fallimento di gran parte dei 3,4 milioni di piccole medie imprese in favore della grossa distribuzione. Le conseguenze planetarie invece sono un indebitamento senza precedenti di alcuni Stati, tra cui il nostro (vedasi anche la vicenda MES), verso le élites finanziarie e verso i pochi Stati da esse considerati “degni” e verso il raffreddamento del pianeta che tali lobbies chiedono senza se e senza… Poco importa se la Terra l’hanno surriscaldata in gran misura proprio loro!

E quando gli Stati saranno indebitati verso questo capitalismo finanziario selvaggio e speculativo? Niente di più allettante per i potentati di una forma subdola di socialismo per comprimere i diritti civili e controllare l’umanità. Tutto ciò è confermato anche da Gotti Tedeschi, non uno qualsiasi, visto che è lo storico numero uno dello IOR, la banca del Vaticano” https://www.ilsussidiario.net/news/totalitarismo-occidente-contro-dittatura-cina-gotti-tedeschi-regime-su-tecnica/2105271/

Sono concetti un po’ estremi, non so se riesco a seguirla nel suo ragionamento

“I cittadini sottomessi allo Stato e lo Stato schiavo delle élites, schiavo perché fatto strategicamente indebitare con esse dai politici da esse pagati, meccanismo che il finanziere John Perkins dichiarò nel famoso video denuncia di qualche anno fa. Il netto sarà una competizione tra realtà similari (Occidente e Cina) dove a rimetterci saranno i cittadini. Chi è fuggito dalle dittature comuniste (Romania, Nord Corea ecc.) vi può confermare che si sta trovando gradualmente, davanti ai propri occhi, proprio quelle stesse tappe che hanno portato ai regimi da cui è fuggito, alla trasformazione, con la scusa del Covid-19, verso una società a libertà limitata”.

Ammetterà che la sua visione non è condivisa dalla maggioranza

“Dovete sapere che il World Economic Forum è la riunione delle élites, dell’aristocrazia elitaria globalista, la quale, una volta sì e l’altra pure, chiede “un Nuovo Ordine Mondiale” adesso con il contributo della dittatura cinese. Queste élite, legate tra gli altri allo scandalo Epstein (pedofilia, Clinton ecc), sono padrone dell’ONU, della UE, dell’OMS, dell’UNICEF, del FMI, della WB, del WTO, dei DEMS USA dei NEOCON USA (es. Bush e Mc Cain, tutti pro Biden…) e dei partiti, progressisti ma non solo, di mezzo mondo. Si tratta dell’establishment globale”

Come desidera concludere queste intervista?

"E’ “merito” di questa gente se ci stiamo svegliando via via con milioni di piccole imprese fallite, perché tutto questo serve a incatenare definitivamente l’economia reale e gli Stati, ai padroni, alle élites finanziarie. 
Consultate pure la Dichiarazione di Soros su Nuovo Ordine Mondiale e Cina: https://youtu.be/aCDsNJpZHlk o quanto Il Messaggero riporta a proposito di Epstein ed élite del WFE 
ttps://www.ilmessaggero.it/primopiano/esteri/gb_scandalo_sessuale_schiava_17enne_andrea_incontro_regina-787324.html o l’allenza del Vaticano con le élites https://www.rassegnastampa.eu/news/il-vaticano-si-allea-con-con-rothschild-fondazione-rockefeller-e-grandi-banche-per-creare-un-great-reset/.

Non crederete mica alla storiella che ci raccontano a reti unificate che la pandemia di SarsCov2 è dovuta un cinese che al mercato del pesce, guarda caso davanti al laboratorio di esperimenti di guerra batteriologica (da anni denunciato da Trump), ha mangiato un pipistrello che aveva incontrato un pangolino?"

Commenti
    Tags:
    reset delle élitespensiero controcorrentemarco gianninitrendiest newscovidterritorializzazione
    in evidenza
    Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

    Paparazzati in un hotel di lusso

    Casaleggio-Sabatini, che coppia
    Mano nella mano in dolce attesa

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

    Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo


    casa, immobiliare
    motori
    DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

    DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.