I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
Miart 2018. Pietro Consagra protagonista della Galleria Robilant + Voena

Pietro Consagra, parlando della sua arte, confidava: "Quando la mattina mi metto a dipingere sto in piedi anche per otto ore di seguito davanti alla tela camminando su e giù. Dipingo a sfinire come quando si sfinisce nell’amore. Inseguo la forma, e il colore è il ruffiano, la lusinga. Mi dà un senso di grande vitalità come in un campo di battaglia dove, anche se sei sfinito, non sei sconfitto perché c’è sempre l’indomani che puoi riprenderti ciò che il colore ti deve" .

In occasione dell'edizione 2018 di Miart, la Galleria Robilant + Voena dedica lo stand a Pietro Consagra, artista che ha agito in ambiti diversi, dalla scultura alla pittura e all'architettura. In questa occasione vengono presentati dipinti e Sibilline, sculture composte da tre forme dinamiche di diverso colore accostate in atteggiamento misterioso. Le varianti di colore accentuano la diversità di ogni singolo elemento benché il rapporto stabilito tra di essi risulti armonioso e nello stesso tempo indecifrabile.

VITALITA' E IMPREVISTO

Lo stesso senso di vitalità e imprevisto si ritrova nella pittura, pratica che Consagra così descriveva:

"Mentre disegno quasi continuamente e scrivo quando mi capita, dipingo a periodi e preferibilmente d'estate quando le giornate sono lunghe e la luce è smagliante. Dipingere è provocante e non puoi mollare. C'è continuamente qualcosa che puoi mettere diversamente. La pittura si modifica sempre mentre la fai: il colore non è mai fermo, definito come vorresti e devi andarci dietro a rincorrere quello che ancora non puoi sapere".

Anche nei quadri, come nella scultura, le immagini perseguono la giustizia orizzontale della frontalità (nucleo tematico fondante di Consagra) che mette in crisi ogni forma di gerarchia spaziale tra figure e sfondo, tra centro e periferia, persino tra alto e basso, determinando una serie di accadimenti che giocano  nella compresenza di continuo e discontinuo.

Per addentrarsi nell'avventura e nell'azzardo esplorativo della pittura di Consagra lo spettatore potrà sedersi, anche in un colloquio a due, su tre attraenti sculture-sedili dalle forme arrotondate.

La mostra Roma 1950 - 1965, con opere dell'artista e curata da Germano Celant, in corso fino al 27 maggio 2018 al Museo Rong Zhai di Shangai, conferma l'apprezzamento internazionale di Pietro Consagra.

FIERAMILANO CITY
STAND C42 
SOLO SHOW PIETRO CONSAGRA 

Commenti
    Tags:
    miart 2018pietro consagragalleria robilant + voena
    in evidenza
    Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

    Tra mobilità e sostenibilità

    Automotive, da ALD la svolta
    Arrivano nuove soluzioni green

    
    in vetrina
    Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

    Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


    motori
    Opel Astra GSe: l’Astra più sportiva è ibrida plug-in

    Opel Astra GSe: l’Astra più sportiva è ibrida plug-in

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.