I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
Palazzo Tursis di Genova. Assegnato il premio Arte Scienza Coscienza 2017

Giovedì 2 novembre, a Genova, punto d’incontro tra scienza ed arte, è stato consegnato il Premio Arte Scienza e Coscienza 2017. Sotto le maestose opere cinquecentesche del Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, si sono celebrate la genialità, l’intraprendenza e l’innovazione di 4 brillanti personalità che si sono distinte nel proprio campo. La consegna dei premi è avvenuta in occasione del 15° Festival della Scienza, l’immancabile appuntamento genovese a favore della divulgazione scientifica.

 

CLAUDIO MELOTTO


 
A presentare l’evento l’imprenditore Claudio Melotto (Mel8 Communications), la mente del prestigioso riconoscimento, ideato nel 2008 in occasione del Columbus Day di New York e dedicato a coloro che hanno saputo distinguersi in ambiti differenti tra loro, ma convergenti verso il progresso umano, sia dal punto di vista scientifico, sia da quello artistico. A ricevere il Premio nel corso degli anni, Neil Armstrong, A. Dvorak, Michael Griffin, Michael Bloomberg e molte altre personalità di spicco.  

Claudio Melotto è un imprenditore monegasco che ha scelto di impegnarsi nel sociale: organizza eventi per raccogliere fondi in Italia, Repubblica Ceca e Usa e ha progettato i “villaggi globali delle arti e della scienza”.

 

ASTROFISICA, FISICA, ROBOTICA, ARTE


 
Quest’anno il Premio è stato consegnato a 4 personalità che si sono sapute distinguere nel campo dell’astrofisica, della fisica, della robotica e dell’arte, in pieno spirito della rassegna e del Festival della Scienza:
Prof. Amalia Finzi, prima donna a laurearsi in Italia in ingegneria aeronautica, nonché membro del progetto a capo della sonda spaziale Rosetta.
Prof. Marco Pallavicini, presidente del Festival della Scienza e fisico di fama internazionale.
Prof. Antonio Sgorbissa del dipartimento di Robotica dell’Università di Genova, membro del gruppo di ricerca per il robot di assistenza agli anziani CARESSES.
Maestro Roberto Perotti, artista di fama internazionale (e socio PLEF), che si distingue come pittore delle cupole, concepite da lui come strutture dalla forma perfetta.
 
L’artista Luciano Massari è l’ideatore dell’opera consegnata come premio di questa edizione, una scultura realizzata in marmo di Carrara che rappresenta il fior di loto come simbolo dell’illuminazione e dell’elevazione spirituale, le stesse virtù in cui sono stati riconosciuti i premiati.
 
La socia Plef Alessandra Lancellotti ha introdotto la manifestazione, avendone seguito l’evoluzione creativa sin dalle origini. Nelle conclusioni è stato richiesto anche un intervento del Presidente PLEF, Emanuele Plata, che ha riconosciuto l’importanza dell’iniziativa all’interno di un contesto, quello di Genova, da sempre simbolo di innovazione a favore del progresso umano.

Commenti
    Tags:
    palazzo tursispremio arte scienza coscienza 2017claudio melotto
    in evidenza
    Paragone, picconate a Burioni "Ti ho denunciato e...". VIDEO

    Politica

    Paragone, picconate a Burioni
    "Ti ho denunciato e...". VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

    Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.