I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
Roland Berger: quattro megatrend stravolgeranno il settore dell'automotive

Secondo il «Global Automotive Supplier Study 2018» firmato da Roland Berger e Lazard, i ricavi dei fornitori automobilistici chiuderanno il 2017 a +3% a livello mondo con un EBIT a +7,1%. Mobilità condivisa, guida autonoma, digitalizzazione ed elettrificazione sono i 4 megatrend che stravolgeranno il settore automotive. I fornitori dovranno trasformare i loro modelli di business per cogliere al meglio le opportunità.  

L'industria dei fornitori di autoveicoli di tutto il mondo continua a crescere nel 2017. Lo studio, realizzato analizzando alcuni indicatori di performance di circa 650 fornitori in tutto il mondo, afferma inoltre che gli operatori del settore dovranno prepararsi per trasformare i loro modelli di business esistenti al fine di cogliere al meglio le opportunità derivanti dai nuovi megatrend.

CRESCITA SÌ, MA A RILENTO

Nel 2017, il mercato dei fornitori globali aumenterà i suoi ricavi del 3% rispetto al 2016 e manterrà gli stessi livelli di redditività con un EBIT medio di circa il 7,3%. Anche se i volumi hanno raggiunto livelli record, in alcune Regioni la crescita globale sta rallentando. Come testimonia la produzione di veicoli leggeri in Nord America che dovrebbe ridursi del 3% fino a raggiungere le 17,4 milioni di unità a fine 2017. Secondo lo studio, i fornitori continueranno comunque a beneficiare di una crescita dei ricavi ma a un ritmo più lento a causa delle incertezze sull’impatto che le evoluzioni tecnologiche avranno sull’intero mercato.

QUATTRO MEGATREND

Nello studio sono stati identificati quattro megatrend che avranno una influenza determinante sul futuro del mercato automobilistico: il primo riguarda i nuovi modelli di business legati alla mobilità condivisa, un esempio su tutti è il car sharing, e che stanno già condizionando la mobilità personale dei consumatori. Il secondo è dato dalla guida autonoma che continua ad accelerare man mano che la regolamentazione e la tecnologia necessarie vengono perfezionate. Il terzo megatrend è la digitalizzazione, con l'intelligenza artificiale su tutti, che offrirà molteplici possibilità per lo sviluppo di nuovi business. Il quarto è l'elettrificazione, sempre più al centro delle attenzioni dei player del settore e che grazie a una rapida evoluzione tecnologica sta conquistando sempre più l’interesse dei consumatori di tutto il mondo.

«Il futuro dell'automotive è più vicino di quanto ci possiamo aspettare e delinea una completa trasformazione della mobilità che conosciamo oggi» afferma Andrea Marinoni, Senior Partner di Roland Berger. «Per l'automotive in Europa, e in Italia in particolare, non è in discussione il punto d'arrivo ma piuttosto il governo di una traiettoria sostenibile di trasformazione, avendo chiare le implicazioni su una filiera importante sotto il profilo dei valori in gioco, del know-how e dell'occupazione».

NUOVE OPPORTUNITÀ

In questo contesto, Roland Berger e Lazard hanno analizzato una serie di elementi che i fornitori devono prendere in considerazione per trasformare i loro modelli di business e cogliere le opportunità di crescita future. In primis, sarà determinante individuare al meglio quale sarà l'impatto dei 4 megatrend sul mercato automobilistico. Successivamente, sarà necessario identificare quali prodotti godranno di una crescita continua e infine quali nuovi segmenti si adatteranno opportunamente al business attuale. Affinché i fornitori abbiano successo nel nuovo scenario del settore auto, sarà indispensabile inoltre che investano sul capitale umano in grado di padroneggiare una nuova serie di competenze e capacità. Sarà opportuno ripianificare una strategia complessiva con una mentalità aperta verso il futuro, agire in fretta ed essere flessibili, trovare nuovi modi per innovare e stringere partnership con nuovi player del settore. Riprende Marinoni: «Oggi costruttori e fornitori sono al lavoro per prepararsi allo scenario che verrà (e che in parte è già qui), consapevoli che attuali e nuove tecnologie dovranno coesistere in parallelo anche se i ritorni da queste ultime restano ancora incerti. La sfida per i fornitori basati in Italia è intraprendere un percorso di profonda revisione del proprio modello di business, a partire dai pochi grandi campioni nazionali che possono ispirare la trasformazione di tutta la filiera».  

Commenti
    Tags:
    roland bergermegatrendautomotive
    in evidenza
    Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

    Dolorosa esperienza negli USA

    Il trauma di Romina Carrisi
    "Ho lavorato negli strip club"

    i più visti
    in vetrina
    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena


    casa, immobiliare
    motori
    Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

    Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.