I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Inbound Marketing
Coronavirus: l'impatto sul lavoro dei freelance

Il Coronavirus sta avendo conseguenze gravi un po' su tutta l'economia planetaria. Ogni giorno in cui il commercio è fermo costa al Paese svariate centinaia di migliaia di euro perse in produzione. C'è però un soggetto che da sempre, almeno nel nostro Paese, è meno privo di tutele rispetto alla media e che, anche in questo caso, avrà meno aiuti rispetto alle altre categorie di lavoratori: i freelance, titolari di partita IVA. Sono quei soggetti che normalmente non godono di bonus come tredicesima, gravidanza, ferie retribuite e che, da sottolineare, probabilmente rientrano di diritto tra i migliori contribuenti dello Stato, essendo, le loro commesse, (quasi) sempre soggette a fatturazione.

Rappresentano una parte importante del PIL del Paese. I freelance sono un po' gli uomini invisibili del PIL italiano. Eppure, nel momento in cui le aziende si fermano, anche loro sono fermi. Ahi voglia poi a predicare lo smarworking se il lavoro è fermo. Un sussidio come i 600€ non potranno essere sufficienti, perché mentre - forse per metà maggio - le aziende torneranno a produrre, la prima voce di bilancio con investimenti da sospendere sarà probabilmente quella legata ai servizi (marketing, pubblicità), attività nelle quali il coinvolgimento dei freelance è importante.

Un'indagine realizzata da Statista a metà marzo mostra l'impatto che ci è stato sui guadagni dei freelance in Italia a seguito del Coronavirus. Attenzione al fatto che, i dati, fanno riferimento alla prima metà di marzo. Siamo attorno ad una stima di riduzione dei guadagni che va dal 30 al 60%. Stima che andrebbe rivista ulteriormente al rialzo probabilmente oggi, dopo un mese.

Statistic: Estimated impact of coronavirus (COVID-19) on revenues of freelance work in Italy in 2020 | Statista
Find more statistics at Statista

Statistic: Impact of coronavirus (COVID-19) on freelance work in Italy in 2020 | Statista


Find more statistics at Statista

Importante notare poi la sospensione e la cancellazione delle commissioni. Accettabile è la sospensione. Un po' meno la cancellazione. Dal 47,3% di fine febbraio al 71,5% di metà marzo.

Sono dati da tenere in considerazione e a cui bisognerebbe prestare attenzione, con la consapevolezza che partite IVA e freelance non devono essere un popolo invisibile.

Commenti
    Tags:
    coronavirusfreelance
    in evidenza
    "Noi come Sandra e Raimondo" Cecilia e Ignazio si confessano

    Torna Ex on the Beach Italia, l'intervista ai 2 protagonisti

    "Noi come Sandra e Raimondo"
    Cecilia e Ignazio si confessano

    
    in vetrina
    SEA, conclusa a Malpensa la mostra ‘NICE TO MEET YOU’

    SEA, conclusa a Malpensa la mostra ‘NICE TO MEET YOU’


    motori
    Mercedes-Benz Italia prtotagonista dei I Best Event Awards 2022

    Mercedes-Benz Italia prtotagonista dei I Best Event Awards 2022

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.