I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Inbound Marketing
Le App aziendali da “esperimento” a “commodity“

Lo sviluppo app è un'attività ancora giovane: da poco ha compiuto 12 anni. Era il 10 luglio del 2008 quando Steve Jobs decise di rompere l'integrità dell'eco-sistema di app dell'iPhone per aprirsi al mercato di quello che fu, a tutti gli effetti, il primo digital market della storia. Si trattò di una vera e propria scommessa: la filosofia di Apple era stata sin lì quella di esercitare il massimo controllo sui propri prodotti mentre con l'App Store i nostri iPhone furono letteralmente inondati app di sviluppatori di terze parti. Si rivelò una delle intuizioni più importanti di Jobs, paragonabile allo stesso iPhone per impatto economico e capacità di aprire scenari fino ad allora inediti per consumatori e aziende.

Oggi i display touch di smartphone e tablet sono divenuti oggetti onnipresenti tanto in ambito personale quanto professionale: 2,7 miliardi di smartphone e 1,3 miliardi di tablet sono connessi alla rete secondo le ultime ricerche e in media hanno tra le 90 e le 120 app istallate. Un totale di oltre 200 miliardi di app è stato scaricato dagli store, con un incremento del 15% solo nell'ultimo anno. Attraverso questi dispositivi facciamo passare una grande parte della nostra vita: i contenuti e le informazioni in nostro possesso, i nostri ricordi, le nostre comunicazioni. Usiamo le app per processare, archiviare, condividere, lavorare, rilassarci. Tutto attraverso le app, il cui utilizzo rappresenta oltre il 90% del tempo che passiamo davanti agli schermi di smartphone e tablet.

Cosa rappresentano le App per le Aziende

All'interno di quello sconfinato mercato che sono gli app store, un settore di enorme e crescente rilevanza è quello delle app aziendali che a volte sono solo parte dei loro canali di comunicazione ma altre sono vere e proprie leve di business.

Tra i principali approcci percorsi dalle aziende oggi in questo settore, segnaliamo:

Branding App. Sono app destinate a veicolare il messaggio del proprio marchio: quasi sempre gratuite, fanno parte del piano di comunicazione e marketing delle aziende sul canale mobile. Mini game, piccole utility, configuratori. In tutti i casi sempre in linea e coordinati con il marchio che promuovono.

Prodotti e Servizi. Sono la maggior parte delle app pubblicate da aziende che hanno il proprio mercato sia online che offline. Possono essere un complemento dei propri prodotti fisici oppure estendere servizi al pubblico già esistenti sul web o in retail.

App dedicate alla gestione o all'integrazione dei processi aziendali. Forse non tutti sanno che non esistono solo le app scaricabili dagli store. Tante aziende producono applicazioni dedicate all'uso da parte della propria forza lavoro, completamente progettate sulle proprie esigenze per permettere di gestire alcuni aspetti del proprio flusso di lavoro o delle proprie strutture in mobilità e con maggior efficienza.

Oggi progettare e realizzare un'app rappresenta quindi, sempre più spesso, solo una parte del lavoro da svolgere. La maturità del mercato e la pervasività dei servizi a cui si siamo abituati, rende necessario affiancare all'app anche un'interfaccia web per gestirne i servizi, così come integrare il software mobile con l'ambiente reale grazie all'uso di Bluetooth, codici QR e sensori.

L'app rappresenta perciò oggi per le aziende solo un singolo elemento, una parte di un progetto più ampio che comprende altre sfere di azione come la cumunicazione, il marketing, i servizi web, l'integrazione hardware. Questo ha certamente determinato negli anni un aumento dei costi di investimento in tal senso, necessari per adeguarsi alle nuove abitudini di consumo digitale degli utenti.

Quali scenari futuri ci attendono

Le app mobile continueranno a far parte della nostra vita quotidiana ancora a lungo. Anche se i dati di acquisto e utilizzo dei dispositivi elettronici sono ai massimi storici, il mercato delle app non vede flessione in nessun settore. Quel che sta accadendo invece è che stanno prendendo piede anche nuovi modi di "interagire" con queste app. Modi più semplici e immediati per svolgere azioni quotidiane in modo più naturale.

E' di poche settimane fa l'annuncio di iOS14, la nuova release del sistema operativo mobile di Apple in arrivo sui nostri iPhone per settembre. Tra le novità di maggiore rilevanza sono state annunciate le app clips: sarà possibile scaricare "al volo" una mini versione dell'app nel momento in cui ne avremo bisogno, istantaneamente disponibile, eventualmente pronta a interagire con oggetti del mondo reale tramite la fotocamera, sensori, gps. Accoglienza, Ristorazione, Retail saranno sicuramente i settori che per primi, nei prossimi mesi, si avvantaggeranno di queste innovazioni.

Certamente aumenterà sempre di più l'uso delle interfacce vocali per interagire con le App, liberandoci dalla necessità di guardare lo schermo. Le tecnologie relative all''uso della voce e alla comprensione del linguaggio parlato hanno visto negli anni un numero crescente di investimenti, concorrendo alla diffusione delle alexa skills e interfacce vocali che è destinata soltanto ad aumentare.

Infine l'intelligenza artificiale. E' senza dubbio l'innovazione più forte dei nostri tempi e il suo impatto è ancora lontano dal manifestarsi in tutta la sua importanza. Già oggi però assistiamo alla comparsa sempre più frequente di app che in qualche modo integrano un qualche algoritmo o sistema di machine learning, per ad esempio:

  • anticipare i nostri pattern di comportamento, suggerendo il momento più opportuno per svolgere una detemrinata azione abituale come bere, risposare, fare movimento.
  • scegliere la migliore tra le nostre foto e trovare una frase o una citazione adatta al contenuto della foto da affiancarvi
  • selezionare per noi l'orario migliore per recarsi in luoghi affollati come stazioni, mense, centri commerciale

Gli esempi potrebbero continuare, perché sempre più spesso dietro piccole funzioni, apparentemente secondarie nelle nostre app, si cela un algoritmo di intelligenza artificiale dedicato a rendere più naturale ed efficiente la nostra quotidiana relazione con questi piccoli pezzi di software, divenuti così importanti per noi.

Loading...
Commenti
    Tags:
    appmobileandroidios
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Classe S, svelata a Padova per la prima volta in Europa

    Mercedes Classe S, svelata a Padova per la prima volta in Europa


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.