I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Italia Atlantica
La recensione - L'etica del nazionalismo (Paul Coyer)

LA RECENSIONE

 

Paul Coyer, L'etica del nazionalismo.

Prefazione di Amy K Rosenthal

Postfazione di Bepi Pezzulli

Mondo Nuovo. Pescara, 2019 (88 pagg, Eur 15)

ISBN 978-88-32115-25-3

 

"La confusione è grande sotto il cielo. La situazione è dunque ottima" diceva Mao TseTung.

E qualcuno deve averlo preso alla lettera. Nel dibattito politico contemporaneo infatti la confusione è al tempo stesso norma e metodo. Invece, su un tema occorre fare chiarezza. Cosa sono e cosa rappresentano nazionalismo, populismo e sovranismo e perché non sono una forza inerentemente negativa, ma al contrario l'unico antidoto al declino dell'Occidente.

Il nazionalismo è storico. Prodotto da un’elaborazione iniziata con l’età napoleonica e conclusa con la Prima Guerra Mondiale. Quando i due grandi imperi dell’Europa centrale, l’Impero tedesco e l’Impero Asburgico, e i due grandi imperi Euro-asiatici, l’Impero russo e l’Impero ottomano, vennero a smembrarsi nel conflitto mondiale, emerse lo spazio politico per la creazione di Stati-nazione edificati attorno a criteri di omogeneità storica, culturale, linguistica e religiosa.

Il sovranismo è giuridico. Esso rappresenta l'opposizione al trasferimento di poteri e competenze dallo Stato nazionale al livello internazionale, multilaterale o sovranazionale, o il rimpatrio dei poteri così delegati. Il sovranismo è basato sulla difesa della democrazia e sulla resistenza allo svuotamento del principio rappresentativo che stabilisce un nesso di mandato sostanziale fra l’elettorato e i decisori politici.

Il populismo è politico. Esso è il rapporto diretto, e spesso carismatico del potere con le masse popolari.

Da ciò consegue un’osservazione logica: il nazionalismo, il sovranismo e il populismo possono essere tanto di destra quanto di sinistra.

Di ciò parla il saggio di Paul Coyer, L'etica del nazionalismo (prefazione Amy K Rosenthal, postfazione Bepi Pezzulli, Mondo Nuovo, Pescara 2019, pagg 88, eur 15) che si interroga su alcune delle questioni fondamentali che oggi tutti gli Stati nazionali si trovano ad affrontare: come rimanere prosperi e sovrani in un'economia globalizzata, come mantenere il potere correttivo della democrazia nazionale all'interno delle istituzioni sovranazionali e, in ultima analisi, come i cittadini possono mantenere il controllo della loro vita e dei loro mezzi di sussistenza in un mondo in cui sempre più settori della vita sono considerati al di fuori del controllo politico nazionale.

Concludendo: non si può accusare una cellula sana di essere diventata cancerosa. Lettura consigliatissima.

 

Giuseppe Mongiello

Commenti
    Tags:
    nazionalismo
    in evidenza
    House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

    Lady Gaga guida un cast stellare

    House of Gucci, guarda il trailer
    Jared Leto irriconoscibile. FOTO

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

    BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.