I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lampi del pensiero
Covid, ormai è chiaro: condannati agli arresti domiciliari permanenti

"Germania: scontri a Berlino, lacrimogeni su manifestanti". Così titola "ansa.it" in data 21 aprile 2021. Ebbene, pare che il nuovo Leviatano terapeutico trovi resistenza e opposizione anche in Germania. Troppa gente, in fondo, ancora non capisce che se stanno portando via fino all'ultimo diritto e fino all'ultimo atomo di libertà ai cittadini, lo stanno facendo per proteggerli e a fin di bene. Si tratta, è chiaro, di catene protettive e quindi benefiche. 

Troppa gente non riesce a comprendere che se stanno annientando l'economia e il tessuto sociale dei ceti medi e delle classi lavoratrici, lo stanno comunque facendo per il loro bene. Troppa gente non è in grado di prendere coscienza serenamente del fatto che se gli armigeri del nuovo ordine terapeutico stanno creando una nuova normalità degna di un romanzo orwelliano, lo stanno comunque facendo a fin di bene, per ragioni di sicurezza sanitaria e, come sempre vanno ripetendo, per proteggere le vite. In troppi davvero non riescono a capire che se ci stanno impedendo di vivere, lo stanno facendo per proteggere la vita, pur ridotta a mera sopravvivenza. 

Insomma, quando si raggiungerà la condizione ideale per gli ierofanti del nuovo capitalismo terapeutico, la condizione cioè nella quale i sudditi accetteranno di buon grado lo stivale del potere che, a fin di bene sia chiaro, calpesta senza posa il loro volto? Intanto, a Berlino, apprendiamo che le forze del bene della polizia al servigio dell'ordine terapeutico hanno represso quanti ancora stolidamente non hanno capito l'essenza intimamente buona di un regime che, per proteggere le vite, le condanna agli arresti domiciliari permanenti e alla quotidiana disumanizzazione dei lockdown, dei coprifuoco, dei divieti di assembramento, dei controlli biopolitici invasivi sopra e sotto la pelle. 

Le forze dell'ordine teutoniche, con la delicatezza che storicamente le caratterizza, hanno utilizzato i lacrimogeni contro i manifestanti che, anziché ringraziare devotamente il nuovo ordine terapeutico che protegge le loro vite, hanno osato evocare la parola "libertà", il lemma preferito - si sa - dei complottisti che non accettano il paradiso che lorsignori, i padroni del mondo, hanno creato in terra grazie al fedele supporto dei loro maggiordomi prestati alla politica. Chissà, forse verrà il giorno in cui i nostri nipoti domanderanno ai dispositivi tecnici ormai dominanti: "Che cos'è la libertà?". Risposta: "è una pericolosa dottrina complottista, lasciatela perdere e seguite ciò che vi dicono i professionisti dell'informazione".

Diego Fusaro (Torino 1983) insegna storia della filosofia presso lo IASSP di Milano (Istituto Alti Studi Strategici e Politici) ed è fondatore dell'associazione Interesse Nazionale (www.interessenazionale.net). Tra i suoi libri più fortunati, "Bentornato Marx!" (Bompiani 2009), "Il futuro è nostro" (Bompiani 2009), "Pensare altrimenti" (Einaudi 2017).

IMG 20180131 WA0000
 

Commenti
    Tags:
    covid coprifuoco lockdowncovid coprifuoco
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    De Magistris:"Vaccinare tutti, anche i migranti. Altrimenti è discriminazione"

    Cronache

    De Magistris:"Vaccinare tutti, anche i migranti. Altrimenti è discriminazione"

    i più visti
    in vetrina
    Elettra Lamborghini senza il reggiseno. Wanda Nara esplosiva e...

    Elettra Lamborghini senza il reggiseno. Wanda Nara esplosiva e...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Jeep® Wrangler 4xe plug-in hybrid,ordinabile in Italia

    Nuova Jeep® Wrangler 4xe plug-in hybrid,ordinabile in Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.