I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lampi del pensiero
Covid, Sardegna da bianca a rossa: così prosegue il regime terapeutico

Proviamo, come sempre, a contrapporre alla furia del dogmatismo dilagante la pacatezza del ragionare e di quella figura che i greci chiamavano del "logon didonai", vale a dire del rendere ragione. Esaminiamo, allora, il caso davvero singolare della regione Sardegna. Come ben sapete, era, caso più unico che raro in Italia, in zona bianca fino a qualche settimana fa. Addirittura, tutti quelli che giungevano sull'isola dovevano sottoporsi al tampone o, comunque, dimostrare di non essere contagiati. Insomma, sembrava che la regione Sardegna fosse, per così dire, una zona franca, o covid-free come usa ormai dire nella neolingua pandemico-sanitaria. 

Ebbene, ieri il governo ha comunicato il cambio di colore delle regioni italiane. Quasi tutte si tinteggiano di arancione, ma tra le pochissime che assumono la colorazione rossa del lockdown troviamo proprio la Sardegna! Chiediamo pacatamente, con la volontà di capire e non certo di far polemica: per quale ragione, di grazia, proprio la regione Sardegna si trova ora, a quanto pare, ad avere siffatto incremento di contagi, a tal punto da dover passare repentinamente al rosso lockdown? Arduo, alla luce di quanto detto, immaginare che il virus sia stato portato dal continente. 

Analizzando il caso sardo con quello della Valle d'Aosta, anch'essa, se ben ricordate, zona bianca per un breve periodo, si può forse trarre una ragionevole conclusione: non appena si allentino le misure stringenti del nuovo ordine terapeutico e dalle colorazioni più emergenziali si passi a quelle più blande, come appunto il bianco che fu della Sardegna e della Valle d'Aosta, subito i contagi schizzano alle stelle e l'indice RT, il nuovo spread sanitario, vola incontenibile. 

Il fabula docet che gli aedi del nuovo ordine terapeutico traggono agevolmente è il seguente: non possiamo in alcun caso permetterci di allentare le misure emergenziali e di depotenziare l'ordine terapeutico, poiché subito il virus riprende a circolare incontenibile; sicché bisognerà mantenere alta la guardia e rigide le misure anche quando i contagi sembreranno calare, per poter così evitare che tornino improvvisamente a diffondersi. In questo modo, la tenuta dell'ordine emergenziale è garantita anche in caso di calo dei contagi.

Diego Fusaro (Torino 1983) insegna storia della filosofia presso lo IASSP di Milano (Istituto Alti Studi Strategici e Politici) ed è fondatore dell'associazione Interesse Nazionale (www.interessenazionale.net). Tra i suoi libri più fortunati, "Bentornato Marx!" (Bompiani 2009), "Il futuro è nostro" (Bompiani 2009), "Pensare altrimenti" (Einaudi 2017).

IMG 20180131 WA0000
 

Commenti
    Tags:
    covid sardegna zona rossacovid sardegna covid rossa ordine emergenziale
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara vs la censura social Le nuove foto scaldano il web

    Belen, Diletta e.. scatti Vip

    Wanda Nara vs la censura social
    Le nuove foto scaldano il web

    i più visti
    in vetrina
    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter

    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ineos Grenadier supera a pieni voti i test sulle Alpi

    Ineos Grenadier supera a pieni voti i test sulle Alpi


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.