I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lampi del pensiero
Draghi, distrutto anche l'ultimo residuo di sovranità popolare
Mario Draghi
Lapresse

Ci dicono, dunque, che i mercati si sentono al sicuro con Mario Draghi: insomma, i sacri mercati cosmopolitici amano l'ex Goldman Sachs Mario Draghi, sentendosi protetti e coccolati dall'ex governatore della BCE. E se piace ai mercati, non può che essere universalmente giusto: questo il fabula docet. Poco importa, davvero, se Mario Draghi piaccia anche agli italiani, i quali peraltro mai l'hanno votato: si sa, Mario Draghi rientra nel novero di quegli uomini che, per comandare, non hanno bisogno di passare dalle elezioni.

Quindi, se egli anche dovesse non piacere agli italiani, poco importerebbe in fondo: ricordate quel grigio burocrate di Bruxelles che ebbe a dire, qualche anno fa, che i mercati "avrebbero insegnato agli italiani come votare"? Quel burocrate delle brume di Bruxelles si sbagliava, peraltro: i mercati hanno insegnato agli italiani che non vi è nemmeno più bisogno di votare; a che serve votare, infatti, quando basta in fondo affidarsi alla sacra e superiore voluntas dei mercati stessi?

Tanto più che se ci si affida a quella cosa chiamata "sovranità popolare", che poi è un sinonimo per democrazia, si rischia inopportunamente che vengano votati ed eletti personaggi che, per una ragione o per un'altra, ai mercati non piacciono. Ebbene ciò, per la ragione neoliberale, è letteralmente inammissibile!

Anzi, sarebbe un danno per la democrazia stessa, Intesa, si badi, come semplice autogoverno dei mercati e dei ceti possidenti. Insomma, il paradosso dell'ordine neoliberale sta in questo: per avere più democrazia, ci vuole meno democrazia; in altri termini, per garantire il funzionamento della democrazia come autogoverno dei mercati, occorre marginalizzare sempre più la sovranità popolare e, con essa, il popolo sovrano.

Diego Fusaro (Torino 1983) insegna storia della filosofia presso lo IASSP di Milano (Istituto Alti Studi Strategici e Politici) ed è fondatore dell'associazione Interesse Nazionale (www.interessenazionale.net). Tra i suoi libri più fortunati, "Bentornato Marx!" (Bompiani 2009), "Il futuro è nostro" (Bompiani 2009), "Pensare altrimenti" (Einaudi 2017).

IMG 20180131 WA0000
 

Commenti
    Tags:
    draghi sovranità popolaredraghi residuo sovranitàdraghi ordine neoliberale
    in evidenza
    Dazn spegne i rumors sulla Leotta E' confermata sulla Serie A . Le foto

    Sport

    Dazn spegne i rumors sulla Leotta
    E' confermata sulla Serie A. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


    casa, immobiliare
    motori
    Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

    Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.