A- A+
Palazzi & Potere
Petagna (Sorgente SEIN) spiega la svolta del Gruppo Mainetti

La strategia di Sorgente Group Italia difronte alla sfida di tematiche ambientali che devono trovare un atterraggio nel real estate.

 

La strategia dell’UE sulla biodiversità, adottata dalla Commissione europea nel 2020, traccia un’agenda ambiziosa a livello interno, ma anche sul piano globale. Ribadisce la determinazione dell’UE a dare l’esempio nell’affrontare la crisi mondiale della biodiversità e ad elaborare un nuovo ambizioso quadro globale in occasione della conferenza delle Nazioni Unite sulla biodiversità del 2021. Lo rileva Carlo Petagna, AD di Sorgente SEIN, la società di Sorgente Group Italia di Valter Mainetti, dedicata alle infrastrutture e all’energia pulita.

“In questo panorama – precisa Petagna – riteniamo che sia proprio questo il momento opportuno per dare seguito a nuove scelte, anche in ragione di un’ampia disponibilità di capitale per interventi in chiave ESG (Environmental, Social and Governance) e di una maggiore propensione degli investitori verso iniziative di economia reale che comportino anche effetti benefici sul clima e sul sociale’’.

Proprio in tal senso, dopo un importante e lungo percorso di successo in Italia e all’estero, in particolare negli Stati Uniti, come asset manager in ambito real estate, il Gruppo Sorgente ha da qualche tempo optato per una diversificazione strategica del proprio business che vede le tematiche connesse alla clean energy e all’efficientamento energetico affiancare il più tradizionale, ma non per questo secondario, core business aziendale.

Secondo l’AD di Sorgente SEIN la sfida della transizione energetica, che vede impegnate imprese, privati e comunità sempre più orientate verso un maggior rispetto dell’ambiente, perseguendo un equilibrio tra profitto, responsabilità e bene comune, al di là delle doverose considerazioni iniziali, è ormai stata definitivamente lanciata. “Così il Gruppo Sorgente – sottolinea – intende giocare un ruolo attivo per contribuire, con le proprie iniziative, al conseguimento di un successo di ampia portata’’.

Il concetto di integrazione energetica a livello di Sistema va, tuttavia, interpretato come un unicum che vede intersecarsi fra loro diversi ambiti: dai vettori di energia alle infrastrutture per finire con gli utilizzatori finali, siano essi industriali o retail, che devono essere interconnessi con legami finalizzati al raggiungimento di un obiettivo comune: la riduzione di emissioni nocive in atmosfera e la creazione di sistemi di ampia fruizione di energia pulita che risultino efficienti e sicuri. Il tutto con un costo accessibile a una vasta platea e comunque il più possibile competitivo per facilitarne l’adozione.

Per Petagna occorre ripensare profondamente alcuni paradigmi concettuali e mettere mano ai modelli di business esistenti per dare vita a nuove catene del valore che consentano di connettere in modo virtuoso le fonti di energia e gli end-user, anche e soprattutto in una logica di “generazione distribuita”, termine con cui si indica una produzione decentralizzata, che si differenzia rispetto al tradizionale modello centralizzato, che prevede la generazione di energia concentrata in poche grandi centrali allacciate alla rete di trasmissione.

“In questo ambito – afferma – la strategia del Gruppo Sorgente, che ha dato vita a una società dedicata (Sorgente SEIN – Società per l’energia e le infrastrutture), è fondata su tre principali elementi: 1) il concetto di “circolarità”, secondo il quale non vi deve più essere spreco alcuno e i prodotti o l’energia penetrata devono integrare o sostituire i cicli industriali più inquinati; 2) il sostegno all’impiego di energia elettrica pulita prodotta da fonti rinnovabili in settori rilevanti come i trasporti le costruzioni e l’industria che ancora sono fortemente dipendenti dalla “produzione fossile; 3) la produzione di carburanti a basso contenuto di carbonio, come ad esempio i biofuel e l’idrogeno, rivolta a settori come il trasporto pesante e ad alcuni tipi di industria, che risultano più difficili da de-carbonizzare.

Tuttavia, la svolta green del Gruppo Sorgente non deve essere interpretata come il segnale di una progressiva uscita dal mondo immobiliare. Le tematiche ambientali possono e devono trovare un importante punto di atterraggio nel mondo immobiliare. I primi segnali in tal senso ci sono tutti, ma sempre di più, anche nel nostro paese, sarà necessario concepire gli immobili come asset dotati, fra le altre, di caratteristiche concettuali e tecnologiche in grado di renderli sempre più efficienti se non addirittura carbon positive. È dal concept di un nuovo edificio che si può riuscire a massimizzarne l’efficienza energetica contenendone i costi di implementazione molto più di quanto si può fare intervenendo ex post su un edificio progettato secondo paradigmi tradizionali.

Il Gruppo Sorgente è tuttora attivo nel real estate su due principali fronti: in Italia sta portando avanti iniziative di sviluppo greenfield, dove risulta maggiore la possibilità di creazione di valore, mentre negli Stati Uniti sta curando l’avvio di un’iniziativa molto rilevante anche in termini dimensionali, che ha come obiettivo la creazione di un portafoglio di immobili iconici che saranno gestiti da Sorgente attraverso un fondo dedicato.

“Tutto questo - conclude Petagna - nel solco della tradizione di Sorgente Group, con un importante tocco di modernità (che renderà ancora più appetibile l’investimento per coloro che vorranno rinnovare la loro fiducia al Gruppo Sorgente) volto a creare un prodotto che potremmo definire New Iconic, nel senso di una asset class innovativa di alta gamma in grado di unire in modo ottimale le caratteristiche peculiari di immobili a forte valenza storico-artistica alle più recenti e significative opportunità offerte dalla tecnologia in termini di Smart & Efficient Buildings”.

 

Commenti
    Tags:
    petagnavalter mainettimainettisorgente sein
    in evidenza
    Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

    Paparazzati in un hotel di lusso

    Casaleggio-Sabatini, che coppia
    Mano nella mano in dolce attesa

    i più visti
    in vetrina
    Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO

    Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes: il futuro è completamente elettrico

    Mercedes: il futuro è completamente elettrico


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.