A- A+
Privacy, diritto e rovescio
La voce del capo gli ordina di fare un bonifico di 221mila euro,ma è una frode

Se il vostro capo vi telefonasse chiedendovi di effettuare un bonifico urgente ad un fornitore, probabilmente non battereste ciglio ed ubbidireste all'ordine che vi viene impartito.

Tuttavia, la voce che sta all'altro capo del filo potrebbe non essere affatto quella del vostro boss, ma di un sintetizzatore vocale in grado di imitarlo perfettamente, tanto da non farvi destare alcun sospetto, neanche se la richiesta è quella di trasferire un grosso importo di denaro su un conto bancario che non conoscete.

Anche se potrà sembrare da ingenui cadere in un trabocchetto del genere, come riporta il Wall Street Journal, è proprio ciò che è accaduto al Ceo di un'azienda inglese che opera nel settore energetico, il quale è stato raggiunto telefonicamente da quello che sembrava essere a tutti gli effetti il suo superiore. Perfino l'accento tedesco, e i pattern vocali gli erano infatti apparsi familiari, tali da non far destare alcun sospetto al malcapitato, che ha eseguito gli ordini quando gli è stato chiesto di eseguire un trasferimento di fondi di un importo pari a 221mila euro ad un fornitore ungherese, con le rassicurazioni che la transazione sarebbe stata poi rimborsata a stretto giro.

Trattandosi di una tecnica chiamata "vishing", (parola che fonde insieme voice e phishing per indicare un tipo di frode che viene perpetrata tramite una telefonata con una voce artificiale), ovviamente il bonifico non è stato rimborsato, e solo quando il Ceo inglese ha ricevuto un secondo ordine di trasferimento di fondi si è allora opposto, anche se ormai era troppo tardi, perchè nel frattempo i soldi già inviati sul conto ungherese erano stati "spezzettati" e dirottati in altre parti del mondo.

E pare proprio che non si tratti affatto di un caso isolato, ma di un fenomeno destinato ad allargarsi, infatti nel mese di luglio il National Cyber Directorate israeliano ha diramato un avviso relativo ad un "nuovo tipo di cyber-attacchi" basati su tecnologie di intelligenza artificiale utilizzate dai criminali per impersonare dirigenti d'azienda e manager di alto livello che impartiscono ordini agli impiegati allo scopo di sottrarre soldi, carpire informazioni riservate, o compiere altre attività dannose a danno delle vittime.

Se perciò ricevete una chiamata da una voce familiare, ma che vi fa richieste insolite, è il caso quindi di usare anche un secondo canale di comunicazione, o comunque di avvalersi di una procedura a doppia verifica, per accertarvi che chi vi sta parlando sia davvero colui con chi credete di parlare.

Nicola Bernardi, presidente di Federprivacy - @Nicola_Bernardi

Commenti
    Tags:
    truffefrodi onlinelavorotelefonatabonificivishing
    Loading...
    in evidenza
    Flavia Vento torna nella casa Clamoroso, con lei entrano pure...

    GRANDE FRATELLO VIP 5 NEWS. GREGORACI FUORI DI SENO. FOTO

    Flavia Vento torna nella casa
    Clamoroso, con lei entrano pure...

    i più visti
    in vetrina
    Milenkovic, Inter sorpassa il Milan (con una cessione d'oro). Calciomercato

    Milenkovic, Inter sorpassa il Milan (con una cessione d'oro). Calciomercato


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    La nuova Mini Countryman si allunga all’insegna della comodità

    La nuova Mini Countryman si allunga all’insegna della comodità


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.