I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Quelli che i numeri non dicono
Codici sconto e boom del commercio elettronico

Promocodex International Srl è un’azienda europea che fornisce statistiche relative al commercio elettronico ed è specializzata in e-couponing. Di recente la compagnia ha reso noti i dati a proposito dell’e-commerce nel nostro Paese, mettendo in evidenza come il vero stimolo per la spesa su Internet vada individuato nei codici sconto. Secondo quanto affermato da Promocodex International Srl, a livello europeo ci sono solo tre Paesi che superano l’Italia per volume di affari in questo settore: si tratta della Francia, della Germania e del Regno Unito. Per questa statistica non è stata presa in considerazione la Federazione Russa, dal momento che si è fatto riferimento unicamente ai Paesi che rientrano nell’Eurozona.

Ricerche di codici promozionali in crescita del 35%

Se si presta attenzione alle statistiche relative al nostro Paese dei motori di ricerca (non solo Google, ma anche Yahoo! e Bing), si può notare come sia in crescita del 35% il numero di utenti che si servono delle query “codice promozionale” o “codice sconto” per le proprie ricerche online. Questo permette di intuire le caratteristiche del contesto italiano, uno scenario in cui i consumatori diventano sempre più interessati allo shopping negli store virtuali. Ecco perché il ricorso ai codici promozionali acquisisce un valore eccezionale: utilizzati per ordini e transazioni di ogni genere, i voucher sono forieri di un notevole risparmio e contribuiscono a rendere il carrello più leggero.

Alla scoperta dei codici promozionali

Un codice sconto si presenta come un voucher elettronico costituito da cifre e lettere. Sono gli stessi store online a realizzare tali codici e a fornirli agli utenti. Si utilizza il coupon nella shopping cart del negozio online in cui si sta facendo la spesa, e non occorre la presenza di una persona fisica che convalidi lo sconto, a differenza di quello che accade quando ci si avvale dei coupon cartacei, sconto che viene calcolato in automatico.

Risparmio garantito

Non esiste un solo tipo di codice sconto, ma soluzioni diverse che permettono di soddisfare le esigenze più varie. Il voucher più classico è quello che prevede uno sconto in percentuale: per esempio il 10% in meno del prezzo complessivo del prodotto. A volte, invece, lo sconto può essere fisso e non in percentuale: per esempio, 5 euro in meno sulla spesa. Gli e-commerce generici, poi, tendono a privilegiare i buoni per la spedizione gratuita, grazie a cui non ci sono spese di consegna: a volte ciò è possibile solo al raggiungimento di una certa soglia di spesa. Infine, non vanno dimenticati gli sconti che si attivano solo se gli utenti svolgono una certa azione: di solito si tratta dell’iscrizione a una newsletter. Questa stessa iscrizione a sua volta si può rivelare vantaggiosa, perché nel corso del tempo potrebbe consentire di ricevere altri sconti.

Motivi del trend di crescita dei codici promozionali

Uno dei siti web più affidabili tra quelli che mettono a disposizione i voucher promozionali è CodiciSconto.com: un vero e proprio punto di riferimento per i consumatori che amano risparmiare, questa piattaforma dichiara che il risparmio sul prezzo di vendita - grazie al codice promozionale - è compreso mediamente dal 5% al 50% in meno sul prezzo di vendita. Ma come si è arrivati a una diffusione tanto consistente di questo trend? La tendenza dei voucher si è diffusa all’inizio degli anni Duemila negli Stati Uniti, ma nel giro di breve tempo i coupon cartacei sono arrivati anche in Europa, Italia compresa. Dalla carta all’online, il passo è stato breve, e così gli utenti hanno preso l’abitudine di ricercare i coupon su Internet. Quello che è sicuro è che l’impiego dei codici sconto è il risultato di un’abitudine di shopping, in costante aumento, nei negozi online, che sempre più spesso vengono preferiti rispetto ai punti vendita tradizionali.

Gli effetti dei voucher sconto

È chiaro che il consumatore, dal punto di vista psicologico, si lascia condizionare dalla comodità delle spedizioni e dalla possibilità di risparmiare, anche per mezzo dei codici sconto. Così, usando i coupon non solo si spende meno rispetto al previsto, ma soprattutto ci si sente appagati e soddisfatti, contenti di aver risparmiato. Un ulteriore metodo per risparmiare quando si fa shopping su Internet, poi, è rappresentato dal confronto dei prezzi online: sono sufficienti pochi clic e una facile ricerca per capire su quale sito un certo prodotto costa meno e, quindi, debba essere comprato.

Gli effetti della pandemia mondiale sullo shopping online

Per quanto il desiderio di risparmiare sia comune a chiunque da sempre, è ovvio che le conseguenza della pandemia e del lockdown hanno avuto un effetto da questo punto di vista: le quarantene più o meno forzate costringono a fare la spesa su Internet, mentre la crisi economica degli ultimi mesi rende i coupon sconto delle vere e proprie ancora di salvezza, appigli a cui aggrapparsi per cercare di salvare il proprio conto corrente.

Come scegliere i codici sconto

I siti tematici che propongono i voucher offrono la possibilità di usufruire di codici sconto esclusivi traendo vantaggio dalle dettagliate offerte messe a punto da un team esperto. Il mercato dei codici sconto nel nostro Paese è in continua ascesa, dal momento che anche lo shopping online si sta diffondendo sempre di più. E se fino a qualche anno fa questa era una consuetudine soprattutto per i più giovani, ora l’età media si sta alzando in maniera graduale, a dimostrazione di come anche gli anziani abbiano compreso e imparato a cogliere i vantaggi offerti dalla spesa online. Non si tratta solo di spendere meno, ma soprattutto di scegliere in modo più consapevole.

La situazione nel resto d’Europa

Allargando lo sguardo al di là dei confini nazionali, si può percepire una forte dicotomia tra i Paesi del Nord da una parte e i Paesi dell’Est e dell’Europa centrale dall’altra parte. Non è un caso che l’impiego dei coupon sconto sia più forte in Gran Bretagna, in Svezia, in Norvegia e nei Paesi Bassi, anche perché qui fare la spesa su Internet non è un’eccezione ma la regola. Un ruolo non secondario, poi, è quello svolto dal metodo di pagamento che viene scelto: ci sono alcuni Paesi in cui il contrassegno è ancora preferito rispetto all’uso della carta di credito.

Loading...
Commenti
    Tags:
    codici scontocommercio elettronico
    Loading...
    in evidenza
    Royal family, Megan rivela "Ho avuto un aborto spontaneo"

    "Basta con i tabù"

    Royal family, Megan rivela
    "Ho avuto un aborto spontaneo"

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 5, Gregoraci e non solo: i 4 Vipponi e Vippone verso l'addio

    Grande Fratello Vip 5, Gregoraci e non solo: i 4 Vipponi e Vippone verso l'addio


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel Grandland X, nuovi allestimenti per il MY 2021

    Opel Grandland X, nuovi allestimenti per il MY 2021


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.